Raffaella Carrà / Torna come coach nel talent show di Rai 2: Vestito nero e grinta! (The Voice of Italy 2016, Ed. 4 prima puntata 24 febbraio)

- La Redazione

Raffaella Carrà: la signora della tv torna come coach nel talent show di Rai 2 “The Voice of Italy 2016, Ed. 4” la prima puntata è in onda il 24 febbraio

raffaella_carra_phixr
Raffaella Carrà

E’ appena iniziata la prima puntata di The Voice of Italy 2016 e Raffaella Carrà ha fatto ufficialmente il suo ritorno al talent show di Rai Due dopo un anno di assenza. L’artista infatti era stata presente nelle prime due edizioni, non tornando per la terza. Raffaella ha fatto il suo ingresso sul palco partecipando alla splendida scena dell’opening insieme a Max Pezzali, Dolcenera ed Emis Killa. È vestita con un abito molto elegante in nero e subito ha dimostrato che ha grande voglia e grinta da vendere. Siamo sicuri che anche in questa stagione con la sua ecletticità e il suo grande carisma sarà tra i protagonisti di questa edizione.

Il ritorno di Raffaella Carrà a The Voice of Italy 2016 si concretizzerà stasera, quando andrà in onda la prima puntata della nuova edizione del talent di Rai Due. Riguardo alla scelta della Carrà di tornare a far parte del programma di cui era stata coach nella prima stagione, si è espressa anche Mara Maionchi. Sulle pagine del settimanale Mio la progtagonista di Xtra Factor ha commentato: “Torna The Voice? La Carrà è un vero mito!”. la Maionchi però non ha nascosto di preferire il suo ruolo all’interno del talent show targato Sky.

Raffaella Carrà, che stasera ritroveremo come giudice a The Voice of Italy 2016, è da sempre un’icona per il mondo gay. Non sorpren de quindi che in un’intervista realizzata da Giacomo Papi la conduttrice abbia risposto così parlando di famiglie tradizionali e non: “Oggi, quando si parla delle adozioni a coppie gay ma anche etero faccio un pensiero: ‘Ma io con chi sono nata, con chi sono cresciuta?’ Mi rispondo: con due donne, mia madre e mia nonna. Facciamoli uscire i bambini dagli orfanotrofi, non crescono così male anche se avranno due padri o due madri. Io le ho avute. Sono venuta male?”. Clicca qui per vedere l’intera risposta.

Sta per cominciare la quarta edizione di “The Voice of Italy’’ il talent musicale di Rai 2. Tra i coach di questa nuova edizione c’è un gradito ritorno: Raffaella Carrà, dopo un anno di pausa, torna a sedere sulla famosa poltrona rossa. Raffaella Maria Roberta Pelloni, in arte Raffaella Carrà, nasce a Bologna, il 18 giugno del 1943. Showgirl, cantante, autrice, presentatrice, ballerina, è considerata unanimemente “la signora della tv”. I suoi esordi sono rintracciabili nei mitici anni ’50-’60, in un periodo di grande fermento artistico per l’Italia. La giovane Raffaella Carrà si cimenta subito col cinema, esordendo nel melodramma di Mario Bonnard “Tormento del passato”, in cui la Carrà interpreta la giovane Graziella. Poi ci sono le partecipazioni nei film di Monicelli (“I compagni”, del 1963), Vancini (“Il peccato degli anni verdi”, del 1961) e addirittura a Hollywood, nel film “Il colonnello Von Ryan”, con Frank Sinatra. Conseguirà il diploma nel Centro Sperimentale di Cinematografia, nel 1960. L’esperienza cinematografica, però, non le tributa un grandissimo successo. Successivamente intraprenderà anche una brave esperienza teatrale, scritturata per la compagnia Carli-Pilotto, e poi alcune esperienze nel mondo della radio, conducendo la nota rubrica “Raffaella col microfono a tracolla”, nella prima metà degli anni ’60.

Il vero successo, quello che la fa conoscere al grande pubblico, arriva negli anni ’70, grazie alla sue partecipazioni da showgirl in televisione. Nel 1970 affiancherà Corrado nel programma tv “Canzonissima”, dove farà scandalo per l’ombelico mostrato nella sigla d’apertura ”Ma che musica maestro”, e farà parlare di se per il lancio del innovativo ballo “Tuca Tuca”. A fine anni ’70 e nei primi anni ’80, Raffaella Carrà conquisterà un inaspettato successo anche all’estero, in particolare in Spagna, Paese in cui rimarrà sempre amatissima da pubblico televisivo. Si susseguono anni di comparsate tv più o meno rilevanti (“Fantastico 12”, “Buonasera Raffaella”, “Pronto, Raffaella?”, “Domenica in”, etc.), fino al grande trionfo da protagonista negli anni ’90. È del 1995 il suo “Carràmba! Che sorpresa”, programma seguitissimo, che raggiunge record incredibili, con uno share medio del 40%. Il fortunato programma andrà in onda fino al 2002, cambiando in “Carràmba! Che fortuna”, in abbinamento con la Lotteria Italia.

Nel 2001 viene ingaggiata ancora dalla Rai, questa volta per presentare il più classico degli eventi tv: il Festival di Sanremo. L’edizione del cinquantunesimo Festival ricevette uno straordinario successo, sia della critica che degli ascolti. Molte partecipazioni si susseguiranno, fino alla celebre manifestazione degli Eurovision Song Contest del 2008, in cui Raffaella Carrà è conduttrice nella diretta italiana. Nello stesso anno esce il disco-dvd “Raffica – Balletti e Duetti”, in cui ci sono i duetti con Mina e il “Tuca Tuca” con il grande attore Alberto Sordi. Nel 2011, il DJ francese Bob Sinclair scala le classifiche musicali remixando il celebre pezzo “Far l’amore”, ascoltato in tutto il mondo. Ancora numerose esperienze televisive si susseguono: un altro Eurovision Song Contest (2011), Concerto per l’Emilia (2012), Gianni Morandi-Live Arena (2013) e “Forte forte forte” su Rai 1 (talent-show, andato in onda nella stagione televisiva 2014-2015).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori