Che bella giornata/ Diretta streaming e trailer del film con Checco Zalone in onda su Canale 5

Che bella giornata, in onda stasera (3 febbraio 2016) su Canale 5, a partire dalle ore 21.10. Un film che narra di un aspirante security ai massimi livelli decisamente non adeguato

03.02.2016 - La Redazione
mediaset
La prima serata Mediaset di oggi

Il campione d’incassi Checco Zalone è il protagonista della pellicola Che Bella Giornata, che verrà trasmessa stasera in prima serata su Canale 5. Nella pellicola vedremo Checco, un ragazzo pugliese che sogna di fare il Carabiniere, trovare lavoro a Milano come addetto alla sicurezza sull’ultimo piano del Duomo. Checco provocherà tutta una serie di divertentissimi malintesi e farà un incontro molto speciale, quello con Farah, una giovane marocchina che si spaccia per studentessa di architettura: la giovane ha però un piano segreto di cui proprio Checco è la chiave di volta. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere Che bella giornata su Canale 5, potrete seguire il film anche in diretta streaming sul sito di Mediaset effettuando il log in qui. Ecco il trailer della pellicola.

All’interno del cast di Che bella giornata, il film che verrà proposto oggi mercoledì 3 febbraio 2016 in prima serata su Canale 5, i telespettatori più attenti avranno notato il cameo di un artista molto apprezzato in Italia: si tratta del rapper di Molfetta, Caparezza, che durante la pellicola si trova a cantare uno dei suoi più grandi successi, “Vieni a ballare in Puglia”, e anche un brano dei Ricchi e poveri, “Sarà perché ti amo”. All’interno della pellicola a duettare insieme a Caparezza sulle note di “Non amarmi” troveremo anche Mariangela Eboli, la fidanzata di Checco Zalone, che ha vestito i panni di Susi.

Un film è la proposta che fa oggi, mercoledì 3 febbraio 2016, il piccolo schermo di Canale 5 in prima serata: dalle 21.10 verrà trasmesso infatti Che bella giornata, con Checco Zalone. Gli incassi della pellicola, come è facile immaginare visto anche il recentissimo successo dell’ultimo film Quo Vado?, furono decisamente ottimi: nel primo giorno di programmazione Che bella giornata porto a casa 2.62 milioni di euro, piazzandosi in terza posizione dopo Spider Man 3 e Harry Potter e il principe mezzosangue. In seguito, pero, riuscì – al terzo giorno di programmazione – a battere il record italiano toccando soglia 6.64 milioni. Alla fine, la pellicola è riuscita a portare a casa oltre 43 milioni e a superare Titanic, piazzandosi in seconda posizione nella classifica dei film che hanno incassato di più: al primo posto sarebbe rimasto ancora Avatar. Ben presto, in ogni caso, questo traguardo di Che bellagiornata fu superato da Sole a catinelle, altro film di Checco Zalone.

La pellicola in onda stasera su Canale 5 alle 21,11 è un film del 2010, diretto da Gennaro Nunziante. Che bella giornata è un lavoro cinematografico italiano di genere commedia. Attore protagonista è il comico pugliese, rivelazione del momento, Checco Zalone. Il cast vanta anche la presenza del bravo attore Rocco Papaleo. Il film ha una durata di un’ora e trenta minuti circa. Si tratta del secondo film che vede il comico pugliese recitare come protagonista dopo Cado dalle nubi, uscito nel 2009 e diretto sempre da Nunziante. È uscito nelle sale italiane il 5 gennaio 2011. Checco Zalone è un ragazzo pugliese che si è trasferito da un trentennio al nord Italia coi genitori, lavora come buttafuori precario in una discoteca del suo paesino e sogna di diventare un carabiniere.

Checco Zalone ha origini pugliesi ma vive nel nord Italia, in Brianza, da quando era bambino. Lavora saltuariamente per una discoteca in qualità di “buttafuori” ma sogna di poter indossare, un giorno, la divisa da carabiniere per seguire le orme dello zio. Purtroppo non riesce a superare il colloquio nell’arma, di cui si occupa il colonnello Mazzini (Ivano Marescotti), noto per la sua cattiveria. Grazie all’intervento del cardinale Rosselli (Tullio Solenghi), trova lavoro presso il Duomo di Milano nell’ambito della sicurezza. Qui conosce Farah (Nabiha Akkari), una giovane e bella araba che ha in mente di organizzare un attentato, con l’aiuto di un gruppo di terroristi del suo paese, allo scopo di vendicare lo sterminio della sua famiglia avvenuto durante un’operazione antiterroristica militare della NATO. Su indicazione del fratello Sufien (Mehdi Mahdloo), Farah diventa amica di Checco e cerca di coinvolge l’ingenuo guardiano nello scoppio di un ordigno. Checco si fa raggirare dalla ragazza, di cui si è innamorato e chiede l’approvazione in merito alla sua frequentazione con lei, sia agli amici che ai genitori. Dopo le prime perplessità del padre Nicola (Rocco Papaleo), Farah viene accettata in famiglia, circondata da tanto affetto. Checco riceve continuamente le attenzione di Maria (Anna Bellato), una ragazza del posto innamorata di lui da molto tempo. Intanto Farah e suo fratello stanno organizzando un viaggio a Londra per compiere un attentato al famoso Big Ben e vorrebbero la complicità inconsapevole di Checco. La famiglia Zalone però ha organizzato per tutti una cena a base di cozze, che si rivelano micidiali per gli ospiti arabi che vengono colpiti da una serie di disturbi intestinali. Dopo un’intera notte trascorsa con forti crampi alla pancia, Farah e Sufien rinunciano alla loro intenzione terroristica e decidono di ritornare in Arabia. Precedentemente Checco, per fare cosa gradita a Farah, aveva sottratto temporaneamente la famosa tela “”dell’Estasi di Santa Teresa””, e per questo viene licenziato, per la soddisfazione del colonnello Mazzini. Prima di ritornare nel suo paese, Farah che intanto si è innamorata veramente di Checco, finge di seguire le istruzioni del fratello ma, invece di consegnare all’ignaro giovane la valigia contenente la bomba, gli offre un vero regalo: il modellino di un trullo di proprietà di Checco il cui meccanismo avrebbe fatto scoppiare un ordigno collegato nella vera proprietà di Checco, avuta in eredità dal nonno. Il trullo è in pessime condizione e la sua demolizione richiede una spesa di diecimila euro: con l’esplosione della proprietà Checco avrebbe risolto un grande problema. Farah ha organizzato tutto: avrebbe raccontato a suo fratello che la bomba era servita a Checco non per distruggere la Madonnina del Duomo ma per demolire altrettanti importanti monumenti cristiani. Intanto Ivano (Michele Alhaique), l’amico di Checco, è ora il parroco del paese, Giovanni (Herbert Ballerina) è diventato diacono. Il temibile colonnello Mazzini viene stroncato da un infarto nel momento in cui scopre che Checco, aiutato da Ivano, è stato assunto in Vaticano ed è nientemeno che la “guardia del corpo” del Papa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori