LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 2 febbraio 2016: le girandole di Carnevale, lo strudel con rosmarino, speck e patate e le patate fritte

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette della puntata del 2 febbraio 2016: le girandole di Carnevale, lo strudel con rosmarino, speck e patate e le patate fritte. Ingredienti e preparazione

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Il piccolo schermo di Rai 1 manderà in onda anche oggi, mercoledì 3 febbraio 2016, un nuovo appuntamento con la cucina de La prova del cuoco, puntuale a mezzogiorno e sotto la guida di Antonella Clerici. In attesa di scoprire quali prelibatezze mostreranno oggi gli chef in onda, diamo uno sguardo alle ricette presentate nella puntata del 2 febbraio scorso: le girandole di Carnevale sono la pietanza di Anna Moroni, la quale vuole inaugurare la festività con questo dolce. La cuoca del programma si accinge a preparare il dolce tipico mescolando assieme latte, zucchero e un’abbondante quantità di lievito di birra. La cuoca spiega che, questa scelta è essenziale, visto che grazie ad essa sarà possibile poter ottenere degli ottimi dolci gustosi e soprattutto piacevoli da vedere. La donna spiega inoltre che, quando si mescolano questi ingredienti, sarà impossibile sentire il sapore forte del suddetto. Anna prosegue la sua preparazione spiegando ad Antonella che, per realizzare questo dolce, bisognerà aggiungere burro e uova ammorbidito e solo dopo che anche questi ingredienti sono ben impastati agli altri, si deve aggiungere la farina. La Moroni spiega anche che sarà necessario impastare con le mani nude, in maniera che gli ingredienti siano ben mescolati: solo dopo che si ottiene un impasto omogeneo, la cuoca divide il panetto in tre parti uguali. Ognuno di essi deve essere steso col mattarello e spolverato lo zucchero semolato: Anna, infine, mostra come arrotolare le tre sfoglie di impasto e come esse devono essere tagliate. Alla fine, il dolce deve essere fritto nell’olio e lasciato riposare in una recipiente con carta da cucina assorbente.

Marcus Holzer invece prepara uno strudel differente: questo sarà caratterizzato dalla presenza del rosmarino, speck e patate. Come prima cosa, Marcus spiega che bisogna bollire, per almeno cinque minuti, le patate in acqua caldissima: quando queste saranno cotte, bisognerà pelarle e lasciarle raffreddare per qualche minuto. Nel frattempo, bisogna mettere a sciogliere il burro nella padella calda e successivamente saltare le patate, che dovranno essere tagliate a dischetti delle stesse dimensioni. Nella padella bisogna anche aggiungere lo speck ed il rosmarino: Marcus spiega che, per dare un sapore ottimo a questo ripieno, bisognerà aggiungere sia il pepe che il sale, senza però esagerare. Bisognerà poi stendere la pasta sfoglia, la quale deve essere cosparsa col ripieno, il quale deve essere freddo. La pasta sfoglia, una volta che chiusa alle sue estremità, dovrà essere messa in forno e cotta a duecento gradi: Marcus spiega anche che, la pasta sfoglia, deve essere spennellata con l’uovo. Mentre lo strudel cuoce, il cuoco prepara una salsa a base di brodo e formaggio caprino, che deve sciogliersi completamene. La salsa deve essere versata sullo strudel caldo e tagliato a metà.

Gabriele Bonci invece prepara un piatto che risulta essere molto semplice, ma che deve essere preparato con attenzione: si tratta delle patate fritte. Prima di iniziare la preparazione, il cuoco svela il trucco dietro le ottime patate che si gustano in certi ristoranti o fast food: il segreto consiste nel fatto che, le patate, devono essere quelle di montagna ed a pasta gialla, in quanto sono quelle maggiormente gustose e buone da assaporare. Le patate devono essere pelate e poi messe, per quindici minuti, in un recipiente con sola acqua calda: questa non deve essere bollente ma solo calda. Successivamente, le patate devono essere tagliate con la mandolina e poi messe in acqua fredda: esse devono riposare per almeno diciotto ore. Questo è un altro segreto delle ottime patate fritte: passato questo lasso di tempo, le patate dovranno essere fritte in olio di girasole, altro trucco per poterle rendere veramente ottime. Solo quando le patate sono completamente dorate, queste devono essere messe in una teglia dove si trova della carta assorbente: l’olio deve essere completamente assente dal questo ingrediente, in maniera tale che si possa assaporare il buon gusto delle suddette patate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori