CODE BLACK / Anticipazioni 11 marzo 2016: Christa tormentata dal passato, fugge dall’ospedale

- La Redazione

Code Black, anticipazioni puntata di oggi, venerdì 11 marzo 2016, in prima visione assoluta su Rai 3. Mario ed Angus ripresi per un’operazione superflua, rimarranno in ospedale?

code_black
Code Black

Nella prima serata di oggi, venerdì 11 marzo 2016, Rai 3 trasmetterà due nuovi episodi della serie Code Black, in prima visione Tv assoluta. La puntate che andranno in onda sono la terza e la quarta, dal titolo “Pre-Existing Conditions” e “Sometimes It’s a Zebra“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: l’Angeles Memorial Hospital può considerare il primato di 600 codice nero all’anno, contro 60 degli altri ospedali. Un team di specializzandi inizia il primo turno di lavoro e Jesse Sallander (Luis Guzmán) li informa subito che la medicina d’emergenza non è un reparto come gli altri. I medici hanno pochi secondi per poter salvare la vita delle persone, soprattutto se vengono destinati al reparto per i pazienti che stanno per morire nello stesso istante in cui accedono all’ospedale. Sallander li informa anche che devono osservare due regole: non uccidere i pazienti e non far arrabbiare la dottoressa Rorish (Marcia Gay Harden). Qualche secondo dopo, viene trasportato al Memorial un paziente molto grave e gli specializzandi vengono messi subito all’opera. L’uomo sta perdendo ingenti quantità di sale e la Rorish decide di sostituire il sangue presente con una soluzione salina in modo da sfruttare l’ipotermia per poter avere l’ora di tempo che serve ai medici per operare. Hudson (Raza Jaffrey) contesta i metodi della collega perché non ha usato le procedure, ma il Primario Taylor (Kevin Dunn) crede che sia la migliore e li obbliga a cooperare. Malaya Pineda (Melanie Chandra) è la più preparata, ma proprio per questo viene ignorata. Un uomo viene portato in stato di incoscienza in ospedale ed il team può solo verificare la morte celebrale. La giovane figlia Ariel (Emily Lind) riferisce ad Hudson di aver perso la madre tempo prima, mentre Angus Leighton (Harry Ford) sfrutta una diagnosi corretta di Malaya per farsi notare. Il padre di Ariel viene preparato per la donazione degli organi e la Rorish decide di comunicarlo alla ragazzina con il supporto di Hudson. Nel frattempo, Christa Lorenson (Bonnie Somerville) viene licenziata per aver disatteso un ordine della Rorish. La specializzanda capisce che la paziente è intossicata ed interviene, riuscendo ad operare un cesareo da sola e in ambulanza. Mario Savetti (Benjamin Hollingsworth) e gli altri specializzandi vengono impiegati nel compito ingrato di ripulire il reparto dai diversi liquidi. Poco dopo in ospedale arrivano due vittime di incidente stradale ed i quattro discutono dell’incidente avuto dalla Rorish 4 anni prima in cui ha perso tutta la sua famiglia. Hudson istruisce Christa sugli strumenti da usare e la specializzanda ha una nuova esitazione. Anche Angus è in difficoltà quando iperventila un paziente e riduce le sue funzioni vitali. Il cuore dell’uomo collassa, ma Malaya ripristina il battito manualmente. Più tardi, viene trasportato in ospedale Brian Wellborn (T.J. Linnard), un giocatore che Mario conosce e che capisce al volo sia colpito da convulsioni già da diverso tempo. Il medico di squadra interviene per far togliere la diagnosi dalla cartella perché altrimenti non giocherebbe, ma Mario si oppone. L’atmosfera si scalda e Brian colpisce Mario che viene allontanato, ma il giocatore sviene per una crisi. Intanto, una giovane donna viene ricoverata per una ritorsione all’ovaia e Christa prende a cuore il suo caso, perché il marito è morto ed hanno congelato il suo sperma prima che si ammalasse per poter avere un figlio. Dopo varie insistenze, Christa riesce a convincerre sia Hudson che la Rorish ad operare appena in tempo. Angus e Malaya prendono in carico un altro paziente che presenta solo un mal di schiena. Angus crede che possa essere un problema cardiaco, ma per insicurezza dà retta a Malaya. Qualche istante dopo, il miocardio del paziente collassa e la Rorish interviene appena in tempo. L’insicurezza avuta da Angus dà la possibilità alla Rorish di fare un discorso agli specializzandi sull’istinto che nel loro caso deve essere più affilato di un rasoio. Solo così potranno salvare delle vite.

La Rorish continua ad avere dei flashback nel passato e le capita ancora di avere dei momenti di assenza. Ormai lavora da 13 giorni di seguito e Taylor cerca solo di assicurarsi che stia ancora in piedi. Fra Mario ed Angus si crea qualche contrasto per le differenti diagnosi, mentre in ospedale arrivano di due fratelli che versano in gravi condizioni. Il paziente collasse e Mario vorrebbe intervenire con un intervento al torace, ma Angus non è della stessa opinione. I medici hanno solo 4 minuti per intervenire prima che il paziente muoia. Uno dei due pazienti appena arrivati muore e la Rorish è costretta a far allontanare il fratello per poter proseguire le sue cure. Gli specializzandi hanno a che fare con il primo decessi, mentre Angus e Mario scoprono che l’intervento non sarebbe stato necessario.

Il figlio del dottor Guthrie viene assunto nel pronto soccorso, ma inizia subito ad entrare in contrasto con la Rorish. Poco dopo, vengono trasportati in ospedale un uomo e la figlia che ha partorito in auto. Il corpo della ragazza è misteriosamente ustionata per il 60%. Christa deve agire sul neonato, ma il ricordo del figlio defunto non le permette di intervenire. Mentre Mario è convinto che gli specializzandi vogliono farlo fuori, Malaya prende in cura un’adolescente che non smette di vomitare. I suoi sospetti si rivelano reali quando il test di gravidanza risulta positivo, ma Keesha rivela di essere ancora vergine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori