HUGO CABRET / Diretta streaming del film su Rai 3 con Sacha Baron Cohen e Jude Law: video trailer (oggi, 24 marzo 2016)

- La Redazione

Hugo Cabret, in onda oggi 24 marzo 2016 su Rai 3, a partire dalle ore 21.15. Andiamo a scoprire la trama di questo film, il cast e tutti i dati salienti della pellicola.

Hugo_CabretR439
Hugo Cabret

Rai 3 manderà in onda alle 21.15, dunque fra pochissimo, il film drammatico “Hugo Cabret”, con Asa Butterfield, Chloe Moretz, Sacha Baron Cohen, Jude Law, Emily Mortimer, Ben Kingsley, Christopher Lee, Ray Winstone, Richard Griffiths, Helen McCrory. Vediamo ora cosa possiamo scoprire dal trailer del film che ci darà un’idea della trama: Hugo Cabret è un film di genere fantastico, prodotto tra Stati Uniti e Italia nel 2011 e diretto dal regista Martin Scorsese. Da segnalare la sua realizzazione in 3D e la presenza di attori di alto livello quali Asa Butterfield, Sacha Baron Coren, Jude Low, Ben Kingsley e Christopher Lee. Il trailer in lingua italiana mostra il protagonista dodicenne mentre scappa dai gendarmi francesi, prima di fare amicizia con un robot. Come sempre il bel film è disponibile in diretta streaming video con il servizio gratuito del portale Rai, nella pagina dedicata a Rai 3, cliccando semplicemente qui. Ecco il trailer con le scene che riassumono la trama del film

Andiamo a scoprire un paio di notizie sul film in onda oggi su Rai 3 alle ore 21.15, ‘Hugo cabret’. Hugo Cabret è il primo film in 3D diretto da Martin Scorsese che nel 2012 ha vinto il Golden Globe per la regia. Per lo stesso anno il film ha vinto anche cinque oscar su undici nomination ricevute. Diversi gli errori presenti nel film rilevati dai frequentatori di www.bloopers.it. Eccone un paio: “In alcune inquadrature dalla torre dell’orologio della stazione, si vede la Tour Eiffel vista da sopra, come se la torre della stazione fosse più alta… cosa che ovviamente non è”. “Isabelle insegue Hugo contro il flusso dei viaggiatori della stazione, e viene spintonata e travolta. Quando cerca di passare il flusso delle persone è molto denso, ma nell’inquadratura immediatamente successiva cade e le persone sono notevolmente più distanti”.

La pellicola in onda oggi su Rai 3 alle 21.15 è un film del 2011, diretto da Martin Scorsese: Hugo Cabret (titolo originale Hugo). Il film è interpretato da Asa Butterfield, Chloë Grace Moretz, Ben Kingsley, Sasha Baron Cohen, Jude Law e Christopher Lee. Il film è in 3D ed è tratto dal romanzo del 2007 La straordinaria invenzione di Hugo Cabret di Brian Selznick. 

Nella Parigi del 1931 Hugo Cabret è un orfano dodicenne che vive nella stazione ferroviaria di Gare Montparnasse. Dopo la morte del padre che gli ha trasmesso la passione per i film, Hugo viene cresciuto dallo zio, manutentore degli orologi della stazione con problemi di alcolismo. Del padre gli rimane solamente un automa ritrovato nel museo in cui lavorava e scampato all’incendio nel quale l’uomo ha perso tragicamente la vita. Dopo la morte dello zio, il ragazzo si ritrova completamente solo e continua ad occuparsi degli orologi della stazione, cercando in ogni modo di evitare il terribile ispettore Gustave ed il suo cane Maximilion. Contemporaneamente riprende in mano il progetto di suo padre e restaura l’automa che, una volta ultimato, dovrebbe essere in grado di maneggiare la penna che stringe in pugno e scrivere. Per raggiungere il suo scopo Hugo ruba i pezzi di cui ha bisogno ma un giorno viene sorpreso dal negoziante del chiosco di giocattoli della stazione che gli confisca l’automa. In realtà è stato proprio il negoziante, che si chiama Georges Méliès e che è stato in passato un regista cinematografico, a costruire il robot. Méliès ha abbandonato il mondo del cinema a causa della guerra e dopo la morte di un suo fidato collaboratore ne cresce la figlia, Isabelle, coetanea di Hugo. Il giovane, sempre più intenzionato a riparare l’automa, è convinto che questo custodisca per lui un messaggio da parte del padre e coinvolge nel suo progetto proprio Isabelle, da cui è profondamente incuriosito. La ragazza è afflitta da una costante tristezza ed insieme a lei Hugo riscopre la magia dei film che aveva già vissuto in compagnia del padre durante l’infanzia. Hugo arriva a capire che il pezzo che manca all’automa per poter prendere vita è una chiave a forma di cuore e ha presto la sensazione che quella chiave possa trovarsi proprio a casa di Isabelle. La sua intuizione è giusta ed Isabelle riesce un giorno a rubare la chiave, nascosta fra gli oggetti personali del venditore di giocattoli, e la consegna ad Hugo. Con questa chiave l’automa prende magicamente vita e comincia a disegnare la scena di un film del quale Hugo ricorda di aver sentito parlare dal padre. I due ragazzi scoprono poi che il film sarebbe dovuto essere realizzato da Goerges Méliès e Isabelle rivela a Hugo che l’uomo è suo padrino. In casa di Isabelle scoprono anche filmati realizzati da Méliès ma, dopo essere stati scoperti dall’uomo, vengono divisi ed hanno il divieto di vedersi. Tuttavia i due giovani continuano ad incontrarsi e scoprono altre informazioni su Méliès, anche grazie all’aiuto di un esperto di cinema di nome Tabard, che esprime il desiderio di incontrare il regista. L’esperto viene invitato a casa di Isabelle dove proietta un vecchio film di Méliès ma ciò fa infuriare il regista quando questi lo coglie sul fatto. Méliès racconta infine le sue avventure ed il suo rapporto con l’automa e Hugo pensa di restituirglielo. Si reca quindi in stazione a prenderlo ma qui l’automa finisce sui binari. Hugo si getta sui binari per recuperarlo mentre è in arrivo un treno e viene fortunatamente tratto in salvo da Gustave. La vicenda termina con un accenno al nuovo momento di gloria di Méliès durante un ricevimento in suo onore al quale partecipano anche Hugo e Isabelle.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori