RIZZOLI & ISLES 6 / Anticipazioni puntata 3 marzo 2016: Maura e Jane ricevono una brutta notizia su Susie

Rizzoli & Isles 6, anticipazioni della puntata di oggi, giovedì 3 marzo 2016, su Premium Crime in prima visione Tv. Susie Chang viene uccisa e Maura non può partecipare alle indagini…

03.03.2016 - La Redazione
rizzoli-isles_r439
Rizzoli & Isles 6 in onda su Premium Crime

Nella prima serata di oggi, giovedì 3 marzo 2016, Premium Crime trasmetterà un nuovo episodio di Rizzoli & Isles 6, in prima visione Tv. La puntata che andrà in onda è la quinta, dal titolo “Cattiva condotta“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana precedente: una famiglia tampona leggermente un camion e da un frigorifero a bordo fuoriesce un cadavere. Intanto, Angela (Lorraine Bracco) fa la misteriosa, ma Jane (Angie Harmon) capisce che le sta nascondendo la sua ultima conquista. La madre è decisa a non parlare della sua vita privata perché crede che Jane sia una ficcanaso, ma la figlia e Maura (Sasha Alexander) iniziano ad ipotizzare una serie di nomi per scoprirne di più. L’autista Ricky Ruiz (Cisco Reyes) afferma di aver prelevato il furgone lungo la strada, mentre Maura, facendo delle ricerche sulla vittima, richiama l’attenzione dell’FBI. L’agente Burns (Sharif Atkins) si presenta al distretto per via di un caso che riguarda la vittima, ma non rivela alcun particolare. Dopo molte insistenze di Jane, Burns le riferisce che l’uomo era un famigerato ladro a livello internazionale e che la sua presenza in città lo collega per forza ad un furto. Seguendo le indicazioni di Ruiz, Jane e Korsak (Bruce McGill) capiscono che ha mentito e riescono a convincerlo a rivelare il vero luogo in cui ha caricato il frigorifero. Intanto, Angela convince Frankie (Jordan Bridges) ad aggiustare alcune tubature che l’ex marito ha assemblato in maniera scorretta. Nel magazzino indicato da Ruiz vengono trovati dei chiodini per i quadri ed alcune tracce di vernice, spingengo Jane a sospettare che il furto del ladro riguardasse un dipinto d’arte. Durante l’autopsia, Maura nota alcuni elementi che la conducono verso il museo di Boston, dove non risulta sia avvenuto alcun furto. Jane e Korsak incontrano il direttore del museo, Dale Mullins (Matt Champagne) che sembra convinto della sicurezza del locale e che si rifiuta di collaborare in assenza di un mandato. La videosorveglianza conferma le parole di Mullins ed una nuova analisi di Mullins rivela che in realtà alcuni pigmenti appartengono ad una vernice moderna. Maura e Jane sospettano quindi che il ladro possa aver sostituito il dipinto con un falso e decidono di infiltrarsi alla raccolta di fondi del museo per individuare il dipinto. Alcuni pigmenti sul cadavere indicano che potrebbe aver maneggiato un quadro con molto blu e Maura individua in particolare un dipinto. Sul posto si trova anche l’agente Burns e Jane decide di usare un raschietto per prelevare alcune tracce di colore. Nel frattempo, Frankie fa scoppiare accidentalmente le tubature ed è costretto a trascorrere tutto il tempo a ripulire il locale dall’acqua. Il giorno dopo, Maura scopre che le tracce di colore sulla vittima corrispondono a quelle prelevate dal dipinto. La donna che ha prestato il quadro al museo riferisce di non aver vissuto episodi particolari, ma la Chang (Tina Huang) ed Holiday (Idara Victor) riescono a risalire al falsario. La Polizia arriva in ritardo e trova solo il quadro già bruciato nel caminetto di Charlie Gums. Purtroppo l’uomo viene ritrovato già morto a bordo della sua nave. La squadra è costretta quindi a chiudere il caso in assenza di altri elementi su cui indagare. Ore dopo, Frankie è soddisfatto di aver concluso il lavoro sui tubi del locale della madre, ma Jane capisce che in realtà sta mentendo. Lo mette infatti con le spalle al muro e lo spinge a confessare che in realtà ha chiamato una ditta di riparazioni. Kormak confida ad Angela di comprendere il suo desiderio di mantenere segreta la sua relazione. La donna decide quindi di invitarlo ad un’uscita a quattro, ma fa l’errore di riportare il nome dell’uomo con cui si vede. Jane spunta all’improvviso alle sue spalle, felice di aver ottenuto quello che stava cercando. Ora ovviamente manca solo il cognome, ma è un’impresa su cui Jane si cimenta subito.

Maura si informa su un trattamento omaggio che ha ricevuto per una Spa e riesce a convincere Jane a partecipare grazie al vino che servono prima del massaggio. L’umore positivo di quella giornata viene spezzato quando le due donne si recano sulla scena di un delitto. Korsak richiede di parlare a Jane in privato prima di rivelare qualsiasi cosa, ma Maura si insospettisce quando nota che anche Drake è stato chiamato sulla scena del crimine. Il detective è quindi costretto a rivelarle che la vittima è la sua assistente Susie Chang. Perlustrando l’appartamento, Korsak trova diverse migliaia di dollari all’interno di un’intercapedine e numerose altre prove che fanno pensare potesse essere corrotta. Maura si rifiuta di credere che l’accusa possa essere fondata ed accetta di collaborare, ma prima informa il Governatore. La possibilità che Susie fosse corrotta mette in dubbio tutti i casi di cui si è occupato l’ufficio legale e non può permettere che la stampa diffonda la notizia. Jane e Frankie raggiungono una scena del crimine a cui Susie stava lavorando prima di essere uccisa, mentre Maura chiede l’aiuto di Drake per occuparsi del caso per evitare che la sua presenza possa indicare che stia cercando di manomettere alcuni indizi importanti. Ore dopo, Angela cerca di risollevare il morale della figlie e di Maura premendo sul fatto che Susie era una loro amica e che potrebbe essere innocente. Poco dopo, il Governatore contatta Maura e la sospende per via di alcune analisi che Drake gli ha inviato sull’omicidio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori