LE IENE SHOW/ I servizi, puntata 9 marzo 2016: sorpasso su Canale 5 ma ascolti in calo, share al 9.45%

- La Redazione

Le Iene Show, nella puntata del martedì spicca il servizio sulla scuola negata ai disabili, gli utenti si scatenano su Twitter sul servizio degli hacker 

le_iene_2016
Le Iene Show

Italia 1 ha superato ieri Canale 5 a causa del risultato disastroso in termini di ascolti di “Venuto al mondo”. Davide Parenti però non ha molto da festeggiare visto che Le Iene Show hanno conquistato solo 1.830.000 telespettatori, per uno share 8.74%. Era andata decisamente meglio settimana scorsa, quando il programma di Italia 1 aveva incollato davanti al televisore 2.124.000 spettator, sfiorando il 10.6% di share.

Durante la puntata de Le Iene Show andata in onda ieri sera, martedì 8 marzo 2016, è stato mandato in onda un servizio realizzato da Matteo Viviani, che si è occupato del carcere di Asti incontrando due ex detenuti, che fanno presente di essere stati torturati all’interno della struttura. Viene intervistato un agente di polizia penitenziaria che ammette quanto detto dai detenuti parlando di prassi, che vedeva protagoniste sempre le stesse persone. Viene raccontata la storia di un uomo di due detenuti che raccontano di essere rimasti vivi per miracolo, dopo violenze di ogni genere: a partire da calci e pungi, fino al patimento del freddo (venivano lasciati nudi nel mese di dicembre) e anche della fame, dal momento che si decideva di non portare il carrello per il cibo nella loro cella. Clicca qui per vedere il video del servizio di Matteo Viviani direttamente da Video Mediaset.

Nella puntata del martedì de Le Iene Show è andato in onda un servizio sul prete di Legnano, Don Lucio che ha sperperato tutti i soldi destinati alla Caritas. Sui social, ed in particolar modo su Twitter, gli utenti hanno preso di mira il parroco: “Poi i bigottoni si lamentano che i giovani non frequentano la chiesa. Ma vedete quanto schifo circola?”, oppure “#DonLucio andava al mare nelle case dei parrocchiani. E usava i soldi delle donazioni anche per regali ad amici!” si legge sul famoso social network. Gli utenti si sono un po’ lamentati dei servizi già riproposti nella serata odierna, ormai vecchi per una puntata in diretta de Le Iene: “Dopo quello di Golia e quello di Trincia, questo di Viviani è il terzo riciclo della serata” o “Basta un altro servizio vecchio, io non vi seguo più”. Il servizio sugli hacker che controllano i cellulari, poi, ha scatenato gli utenti di Twitter, con la paura di essere costantemente osservati: “Se stavano spiando la mia vita, ora sono già morti di noia”, oppure ” Questo servizio è l’ansia. Davvero”. 

Si è concluso il consueto appuntamento del martedì de Le Iene Show, condotto da Pif, Geppi Cucciari e Nadia Toffa. Spicca nella diretta il servizio sulla scuola negata ai disabili, con la Iena Nadia Palmieri che si reca personalmente al Municipio X di Roma per parlare con il Commissario sulla questione. Quest’ultimo decide di parlare solo con le mamme, promettendogli che non ci saranno più problemi sulla convenzione per l’assistenza ai ragazzi disabili nelle scuole. Gli utenti si sono poi lamentati sul social network perché durante la serata sono stati riproposti troppi servizi vecchi, come quello della Iena Golia su mafia Capitale o quello degli hacker di Matteo Viviani che ha comunque raggiunto un gran numero di tweet per la paura di essere costantemente spiati attraverso i nostri smartphone. Infine, il servizio che ha fatto più clamore è stato senza dubbio quello delle torture in un carcere italiano, con i detenuti che hanno svelato nei minimi dettagli cosa hanno dovuto subire nell’isolamento nel carcere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori