IL VENDICATORE/ Le curiosità sul film con Steven Seagal su Rete 4

- La Redazione

Il vendicatore è il titolo del film che verrà trasmesso oggi, sabato 23 aprile 2016, sul piccolo schermo di Rete 4 in prima serata: una pellicola con Steven Seagal, vediamo la trama

Foto-Mediaset
Mediaset

Il film Il vendicatore, in onda questa sera su Rete 4, ha come protagonista e produttore uno degli attori di più rilievo degli anni Ottanta e Novanta. il film è un omaggio anche alle arti marziali: si vedono infatti il meglio delle tecniche durante gli scontri tra il protagonista e i suoi nemici. Un film d’azione, che ha riscosso molto successo e non manca certo di inseguimenti, combattimenti con armi e varie metodi di lotta. Non manca, in ogni caso, di qualche errore: per esempio – come riporta il sito specializzato moviemistakes.com – nella scena in cui i cinesi si introducono nel nightclub Pink, la sparatoria sembra ininterrotta e nessuno ricarica mai la propria arma.

Il vendicatore, titolo originale Out for a kill, è un film dell’anno 2003, della durata di 86 minuti, genere giallo-azione e girato negli USA. Il film vede alla regia ha Michael Olowitz e verrà trasmesso oggi, sabato 23 aprile, sul piccolo schermo di Rete 4 in prima serata. Il soggetto della pellicola è di Danny Lerner, la sceneggiatura di Dennis Dimster e il produttore è Steven Seagal: la fotografia è curata da Mark Vargo, mentre gli effetti speciali da Lena Bogdanova e le musiche da Roy Hay. Nel cast è presente Steven Seagal nel ruolo del Prof. Robert Burns, mentre Michelle Goh interpreta Tommie Ling, Corey Johnson è Ed Grey.

L’archeologo Professor Robert Burns è a capo di uno scavo importante che si trova nelle antiche rovine sul confine cinese nelle zone dell’estremo Oriente. Inconsapevolmente è spiato dalla mafia cinese, la Tong, infatti scopre tutto questo accidentalmente. La mafia cinese sta usando le sue recenti scoperte, alcuni antichi manufatti cinesi, per nascondere e contrabbandare droga attraverso il confine. Quando capisce tutto, Robert tenta immediatamente di fuggire con la sua assistente e riesce a sfuggire la Tong, ma non senza pagare un pesante prezzo, infatti perde la sua fedele assistente, che viene uccisa. Alla dogana gli aspetta un’altra brutta sorpresa, viene incastrato, infatti l’aspettano i militari cinesi e la Drug Enforcement Agency degli Stati Uniti. Così il professor Burns viene rinchiuso in una prigione cinese dove risulta colpevole. Poi arriva la moglie Maya, la quale, amorevolmente promette di aiutarlo a uscire di prigione. La Drug Enforcement Agency riesce a convincere i militari cinesi che Robert risulta essere di maggiore aiuto per loro al di fuori dal carcere, solo così potrà condurli dai veri contrabbandieri. Una volta che lascia la sua cella cinese, Robert preferisce godersi la sua libertà di nuovo negli Stati Uniti e mantenere il suo passato alle spalle, ma la Tong arriva fino a lì e lo cattura, minacciandolo poi non solo per la sua vita, ma quella di sua moglie. La Tong è una forte associazione, ma non si sono resi conto che hanno minacciato l’uomo sbagliato ed è qui che i segreti passati di Robert iniziano ad emergere e si scatena la sua impressionante conoscenza delle arti marziali, delle sue capacità di combattimento e di difendere se stesso e la moglie. A questo punto la Tong ha un solo obiettivo: uccidere Robert per nascondere i propri loschi affari di droga. Robert per vendicare la vita dei propri cari che ha perso, dà la caccia per perseguire e ogni membro della Tong.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori