The time machine/ Su Italia 1 il film con Guy Pearce e Mark Addy, l’opera a cui è ispirata la pellicola

- La Redazione

The time machine è il film che verrà trasmesso oggi, domenica 24 aprile 2016, su Italia 1 a partire dalle 19.15: una pellicola con Guy Pearce e Mark Addy, vediamo la trama

Foto-Mediaset
Mediaset

Andiamo a scoprire un paio di notizie sul film in onda oggi su Italia 1 alle ore 19:15, The time machine. Non tutti sanno che il film è basato integralmente su un volume, intitolato appunto “La macchina del tempo”, scritto nel 1895 da George Wells. Il libro ai tempi della pubblicazione ripercorreva il futuro cosi come lo intendeva il grande scrittore, un futuro molto vicino alla realtà che ci stiamo ritrovando a vivere. Il libro era già stato portato sui grandi schermi nel 1960, la pellicola nella sua prima edizione si intitolava “L’uomo che visse nel futuro”. Qualche errore è presente nella pellicola: ad esempio, la presenza della camera d’aria (inventata successivamente al 1860, data in cui essa è invece posizionata su una bicicletta all’interno del film).

La pellicola in onda oggi su Italia 1 alle 19:15 è un film del 2002, diretto da Simon Wells: The Time Machine è un classico film fantascientifico, segue il filone della filmografia statunitense, piena di effetti speciali che rendono la pellicola abbastanza visibile e alquanto sorprendente. Il film non è una prima televisiva, e suscita sempre un buon successo in termine di audience, soprattutto in virtù del fatto che non sono moltissimi i film di fantascienza acquistate dalle reti televisive italiane. Gli attori principali sono Guy Pearce, Mark Addy e Samantha Mumba rispettivamente nei ruoli di Alexander, David e Mara. Ottima la musica curata da Klaus Badelt, lascia invece leggermente a desiderare la scenografia, essa curata da Oliver Scholl ha ricevuto innumerevoli critiche.

Il film è ambientato qualche centinaia di anni prima della sua uscita. Correva infatti la fine dell’800 quando uno scienziato Alexander Hartdegen, è convinto di poter inventare una macchina del tempo, lo scienziato si sottopone a infinite prove senza successo, quando però la fidanzata viene uccisa a scopo di rapina, raddoppia gli sforzi per raggiungere il suo obiettivo. Il suo intento è chiaro ritornare indietro nel tempo e salvare la donna che ama. Alla fine lo scienziato riesce a raggiungere il suo obiettivo, e tramite il marchingegno inventato riesce a tornare indietro di qualche anno. I suoi sforzi non riescono a fargli raggiungere l’obiettivo di salvare la donna, visto che la sua fidanzata muore lo stesso, la sua intromissione è infatti solamente da spettatore, e senza avere la possibilità di cambiare gli avvenimenti già accaduti.

Decide allora di recarsi nel futuro, e si fa portare grazie al suo macchinario nella prima metà del nuovo millennio. Scopre cosi che tutto è governato da un intelligenza artificiale, che però non riesce ad evadere i suoi dubbi. Roso dall’indecisione e dopo mille peripezie lo scienziato decide di portare la macchina alla massima distanza temporale disponibile, e si fa lanciare nell’anno 802.701. Arrivato in un pianeta terra sconosciuto, vede che gli umani non sono ancora scomparsi, essi però si dividono in buoni (gli Eloi) e cattivi (i Morlock). L’uomo è ospitato in una famiglia pacifica, appartenente al primo gruppo, qui fa amicizia con una magnifica donna, Mara, e se ne innamora. La donna viene pero rapita dai cattivi, e Alexander non ci pensa due volte. Sfruttando l’energia della sua macchina riesce a distruggere i predatori, la lotta porta pero alla distruzione della macchina, distruzione che lo scienziato accetta, cosi come accetta di rimanere definitivamente nel futuro, anche perché senza il sacrificio della macchina del tempo non avrebbe potuto salvare l’amata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori