LA PROVA DEL CUOCO/ Le ricette: la piada arcobaleno, panino col prosciutto di Norcia e penne alla marinara

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette della puntata del 22 aprile 2016: la piada arcobaleno con farina semintegrale, panini col prosciutto di Norcia, penne alla marinara croccanti.

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Torna anche oggi, lunedì 25 aprile 2016, l’appuntamento solito con La Prova del Cuoco che vede in conduzione Antonella Clerici e ci dà idee simpatiche e interessanti per mettere sempre nuovi piatti sulla nostra tavola. In attesa di scoprire i piatti che verranno presentati oggi, rivediamo le ricette di venerdì 22 aprile.

Si inizia con la ricetta del giorno illustrata da Anna Moroni, che preparerà delle penne alla marinara croccanti. Anna comincia la preparazione del piatto tagliando il peperoncino e mettendo a friggere aglio e acciuga. Dopo aver tolto l’aglio, vengono messi a soffriggere dei capperi e il sugo di pomodoro. Le penne, affinché siano croccanti, devono essere fatte freddare dopo la cottura. Nella padella, assieme alle pennette, dovrà essere messo il pecorino tagliato a fette. Si tratta di un piatto allo stesso tempo semplice ma ricco di sapori.

Dopo aver terminato con la preparazione delle penne alla marinara, che purtroppo non sono riuscite come Anna avrebbe voluto, Antonella Clerici passa dallo chef Gianfranco Pascucci, che oggi presenta l’astice alla catalana. Comea spiega Pascucci, si tratta di un periodo adattissimo all’astice, che è ancora bello pieno. La ricetta classica prevede pomodori e cipolla, ma esistono tante variazioni. L’astice utilizzato oggi è di provenienza canadese. Pascucci aggiunge anche il dragoncello, un’erba aromatica. Molto importante è la cottura, per evitare che l’astice si rovini. Eanuela Scatena consiglia come abbinamento un Bardolino Chiaretto, vino rosato del Veneto.

Antonella Clerici si sposta poi per la rubrica Indovina chi viene a pranzo: oggi come ospite troviamo Federica Gif, una famosa food blogger che gestisce un sito dal nome Mipiacemifabene. Federica presenta una piada arcobaleno, preparata con farina semintegrale e lievito a base di cremortartaro. Dopo aver steso la piada, verrà cotta in una padella semiaderente. Per fare la maionese senza uova Federica usa olio di semi di girasole, latte di soia, curcuma e succo filtrato di limone. Sopra la piada si metterà una foglia di lattuga in modo da impermeabilizzare, per poi aggiungere il condimento: fagioli, cavolo cappuccio, carote salote con curcuma e curry, salsa con concentrato di pomodoro e mela, erba cipollina e infine la maionese creata poco prima. Dopodiché, la piada sarà pronta: basterà chiuderla. Si procede con la gara dei cuochi: alle due squadre viene affidato il paniere con tutto l’occorrente per creare le ricette.

Antonella si sposta nel frattempo da Daniele Reponi, che oggi propone due dei suoi panini. Oggi utilizza del prosciutto di Norcia, proveniente da Gubbio. Daniele fa un abbinamento particolare per dare un po’ di freschezza al suo lavoro. Abbina infatti al prosciutto di Norcia del mango ben maturo, che addolcisce il sapore intenso. Aggiunge poi del formaggio leggermente stagionato che completa il panino. Come parte croccante, Daniele aggiunge al panino delle nocciole della Toscana tritate. Daniele, per la preparazione dell’altro panino, utilizza del quartirolo lombardo, dello stracchino stagionato e dei peperoni crudi. Essendo crudo, il peperone mantiene tutte le sue proprietà, come spiega Daniele Reponi. Aggiunge al panino anche cicoria scottata, giocando molto con i colori degli ingredienti, e dell’anacardo. Termina con una grattata di pepe rosa, particolarmente profumato. Si torna alla gara dei cuochi: la squadra rossa prepara fettuccine con piacentino e guanciale croccante, mormora lardellata con erbe ripassate, mentre la squadra verde prepara bombette di tacchino, cardoncelli trifolati, gallette con zuppetta di fragole e crema di amaretti. Vincitrice della gara dei cuochi di oggi è la squadra verde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori