THE BOURNE SUPREMACY / Diretta streaming del film su Rete 4 con Matt Damon e Julia Stiles: video trailer (oggi, 28 aprile)

- La Redazione

The Bourne Supremacy è il film che verrà trasmesso oggi, giovedì 28 aprile 2016, su Rete 4 in prima serata: una pellicola con Matt Damon e Brian Cox, vediamo la trama

Foto-Mediaset
Mediaset

Rete 4 manderà in onda alle 21:15, dunque fra pochissimo, il film d’azione “The Bourne Supremacy”, con Matt Damon, Julia Stiles, Joan Allen, Franka Potente, Michelle Monaghan, Brian Cox, Karl Urban, Gabriel Mann, Oksana Akinshina. Vediamo ora cosa possiamo scoprire dal trailer del film che ci darà un’idea della trama: ‘The Bourne Supremacy’ è una pellicola del 2004. Il trailer suggerisce un film caratterizzato da un alto tasso di adrenalina: in esso vediamo come l’ex agente segreto Jason Bourne abbia scelto di chiudere col proprio passato per trascorrere una vita il più possibile serena con la sua fidanzata ai confini del mondo. Il suo passato, però, non ha rinunciato a lui: quando un sicario lo scoverà ed ucciderà la sua ragazza, Bourne dovrà tornare a combattere. L’ex agente segreto è stanco di fuggire e di nascondersi: userà la sua preparazione militare per iniziare a braccare in prima persona i suoi persecutori. Tra esplosioni, inseguimenti in auto e duelli all’ultimo respiro, il thriller si rivela davvero mozzafiato. Vi ricordiamo che il bel film è disponibile in diretta streaming video con il servizio gratuito del portale Mediaset, nella pagina dedicata a Rete 4, cliccando semplicemente qui. Ecco il trailer con le scene d’azione del film.

Andiamo a scoprire un paio di notizie sul film in onda oggi su Rete 4 alle ore 21.15, ‘The bourne supremacy’. Le riprese sono state effettuate al contrario: le scene girate a Mosca sono state le prime, quelle di Goa le ultime. Jason Bourne utilizza per combattere una particolare arte marziale: è un misto di Escrima filippina e di Jeet Kune Do. A ‘The Bourne Supremacy’ è seguito un terzo capitolo della saga: nel 2007 è stato girato ‘The Bourne Ultimatum – Il ritorno dello sciacallo’. La chiamata tra Bourne e Landy dura esattamente 88 secondi: due secondi in più e la CIA avrebbe potuto rintracciare l’ex agente segreto. Nella versione iniziale del film Marie moriva in un incidente automobilistico. Il film è stato in gran parte riscritto da Brian Helgeland.

La pellicola in onda oggi su Rete 4 alle 21.15 è un film del 2004, diretto da Paul Greengrass: The Bourne Supremacy è un film diretto dal regista britannico Greengrass. Questa pellicola è il seguito di ‘The Bourne Identity’. Il cast di questo capitolo della vita dell’agente segreto Jason Bourne si compone di Matt Damon, Frank Potente, Brian Cox, Julia Stiles e Karl Urban. Il personaggio di Jason Bourne è nato dalla penna di Robert Ludlum: The Bourne Supremacy è tratto da ‘Doppio inganno’, secondo capitolo della saga dedicata all’agente segreto senza memoria. Il romanzo da cui è tratto il film è ambientato in gran parte in Cina e ad Hong Kong: la pellicola, invece, si svolge principalmente in Germania.

Nel finale di The Bourne Identity avevamo lasciato Jason Bourne (Matt Damon) e Marie Helena Kreutz (Franka Potente) desiderosi di vivere insieme una vita serena. Dopo due anni la coppia è ancora di questo avviso: vive a Goa e Marie cerca di aiutare il fidanzato a ricostruire il suo passato di agente segreto di cui Jason non ha quasi memoria. La loro tranquillità non è completa. Bourne è, infatti, ossessionato da flashback in cui si rende protagonista di grandi violenze: non ricorda nulla, però, del contesto in cui si svolgono questi incubi. La situazione è destinata a precipitare quando Kirill (Karl Urban), un sicario russo assoldato dall’oligarca russo Yuri Gretkov (Karel Roden), riceve l’ordine di seminare indizi volti ad incriminare Bourne e di uccidere l’ex agente segreto. Fortunatamente Jason non ha perso le sue abilità: piccoli particolari lo fanno entrare in allarme e riesce a scappare con Marie. Purtroppo nell’inseguimento la donna verrà colpita da un colpo di pistola esploso dal russo e morirà. L’agente, disperato, ripiegherà a Napoli: qui si renderà conto di essere braccato, oltre che da Gretkov, dalla CIA. La sua fuga toccherà Monaco, Berlino e Mosca: per salvarsi inizierà a trattare telefonicamente con Pamela Landy (Joan Allen), vicedirettore della CIA. Nel finale la donna rivelerà a Bourne il suo vero nome e la sua data di nascita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori