BENEFATTORE SERIALE / Roberto Riccio: chiede soldi per Ramla, bambina del Tanzania. Mai arrivati, video (oggi, 13 maggio 2016)

- La Redazione

Benefattore seriale, news di venerdì 13 maggio 2016. Striscia la notizia e Moreno Morello parlano di nuovo di Roberto Riccio: chiede soldi per una bambina della Tanzania che si deve operare.

striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia

Le vicende romanzate del Benefattore Seriale non hanno fine. L’inviato di Striscia la Notizia Moreno Morello che si è occupato della vicenda di Roberto Riccio, torna con un nuovo episodio di quella che si potrebbe definire tranquillamente una saga. Questa volta non si tratta di strutture ospedaliere come nei casi precedenti, ma di 9 bambini della Tanzania ammalati. Il Benefattore Seriale Roberto Riccio non perde tempo per annunciare ai tanti sostenitori, tramite social, che si occuperà personalmente del caso, facendo intervenire il dottor Luigi Stella, Cardiologo dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli. Secondo il comunicato di Riccio, il medico gli ha comunicato in forma diretta lo stato clinico in cui versavano i 9 bambini, cosa mai avvenuta come confermato alle telecamere dallo stesso dottor Stella. Anzi, precisa a Striscia Giovanni Primiceri, il Presidente dell’associazione Arcobaleno su Tanzania, che Roberto Riccio all’epoca lo contattò telefonicamente per avere la lista dei nomi dei bambini che dovevano sottoporsi alle operazioni, assicurando che si sarebbe occupato di farli ricoverare nell’ospedale di Potenza. Effettivamente dalle carte della struttura risulta il ricovero, ma di solo due bambini su nove, fra cui una, Ramla, dichiarata subito inoperabile. Eppure Riccio non smette di interessarsi al caso e di smuovere le coscienze per fare in modo che Ramla abbia quel sostegno economico che potrebbe portarla verso l’operazione. Così avviene tempo dopo, in India, ma come riferisce la madre, la bambina viene operata a sue spese e con enormi fatiche. Per l’intervento ha infatti dovuto vendere tutte le proprietà, casa compresa, per un totale di 5.7oo dollari. Intanto, Roberto Riccio pubblica sui social le foto di Ramla ricoverata nell’ospedale, chiedendo ancora una volta immediati contributi economici. In realtà la madre della bambina non ha mai visto Riccio in India, ma allora come ha fatto ad avere le foto? E’ stata la madre stessa ad inviarglieli, su sua insistenza, sempre con la promessa di ricevere un sostegno in denaro. Riccio dal canto suo richiede “solamente” che la bambina possa indossare la maglietta di Comics for Africa, ovvero la sua associazione. La madre gli invia un video in cui Ramla balla con indosso la maglietta che Riccio immediatamente pubblica sui social. Giorni dopo poi scrive che la bambina purtroppo è entrata in coma e che servono ancora sostegni per aiutarla. In realtà Ramla era solo ricoverata in terapia intensiva, come testimoniano le carte dell’ospedale. Ora la bambina deve fare una seconda operazione e la madre non sa come fare, dato che già con la prima ha speso tutto ciò che aveva. Intanto Moreno Morello ci assicura che dal viaggio fatto in Tanzania dalla trasmissione sono emersi altri particolari su Riccio. Prossimamente vedremo quindi un’altra puntata del romanzo del Benefattore Seriale. Clicca qui per vedere il servizio di Striscia la Notizia sul Benefattore Seriale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori