THE MYSTERIES OF LAURA 2 / Anticipazioni del 14 maggio 2016: Jake è malato?

- La Redazione

The Mysteries of Laura 2, anticipazioni di sabato 14 maggio 2016, in onda su Premium Stories in prima Tv. Jake non ricorda più molte cose, Laura riceve un inaspettato aiuto da Hauser.

The_Mysteries_of_Laura_fb
The Mysteries of Laura (foto da Facebook)

Nella prima serata di oggi, sabato 14 maggio 2016, Premium Stories trasmetterà due nuovi episodi di The Mysteries of Laura 2, in prima Tv assoluta. Le puntate che andranno in onda sono la terza e la quarta, dal titolo “La fortezza” e “Un vecchio amico“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Laura (Debra Messing) viene chiamata ad indagare sulla morte di un uomo, avvenuta in un incidente d’auto in cui è coinvolto un pirata. Una testimone riferisce però che il taxi non aveva cercato di frenare e che la vittima sembrava essere a conoscenza dell’arrivo dell’auto perché ha impedito che il figlio venisse travolto. Più tardi, Laura si scontra di nuovo con il Capitano Santiani (Callie Thorne), la sostituta di Jake (Josh Lucas), che decide di rimanere fino alla fine del mandato. Jake si aggiunge alle indagini, dopo aver scoperto che fra i vari cambiamenti di Santiani c’è anche il trasferimento della Pulaski (Meg Steedle) agli Affari Interni. Trovato il taxi, Meredith (Janina Gavankar) scopre che il vero obiettivo è il piccolo Theo Davis (Jared Rascio), ma la squadra arriva troppo tardi. Intanto, la Santiani rivela a Jake di non avere alcuna intenzione di andarsene. Tutti i sospetti portano verso il padre Carl (Peter Rini) per via di 100mila dollari ottenuti illegalmente anni prima. Laura capisce in base a questo che in realtà Theo non è il figlio biologico dei Davis e che è stato invece comprato al mercato nero. I rapitori richiedono la consegna di 75mila euro e Santiani decide di agire a modo suo, ma l’operazione va storta ed anche se Laura capisce che il bambino si trova a bordo di un furgone di un complice, il Capitano decide di agire in modo diverso. Dopo aver scoperto che la prima vittima era un complice pentito e che aveva saputo dei Davis dalla sorella di Theo, Laura riesce a trovare il bambino ed a riconsegnarlo alla famiglia. A fine caso, Jake richiede una retrocessione volontaria pur di rimanere nel Distretto. Mentre Laura trascorrere un momento di intimità con Tony (Neal Bledsoe), due bambini trovano il corpo di una donna all’interno di una casa di Soho. Durante il tragitto, Jake nota un succhiotto sul collo dell’ex moglie, ma stranamente non fa alcuna obiezione. La squadra scopre che la vittima era malata di tumore e Jake crede che si tratti di un suicidio, ma Laura non è convinta perché non ci sono biglietti d’addio. La sua tesi si rinforza quando la detective scopre che nei suoi programmi la vittima avrebbe voluto morire con il vestito bianco. A sorpresa, Santiani accetta di aprire il caso di omicidio, ma affida le indagini a Soto (Laz Alonso) e Meredith. Ovviamente Laura decide di fare a modo suo e scopre che la vittima non era realmente malata di cancro. All’inizio la squadra crede che si volesse appropriare dei soldi ricevuti per un’associazione a favore dei bambini malati, ma poi Laura scopre che in realtà né Nina (Brynne McManimie) né l’amica cointestatrice avevano mai attivato le carte del conto. Il responsabile viene rintracciato, ma si lancia nel vuoto per cercare di sfuggire a Soto e muore. La squadra scopre che il vero assassino è Ted Burns (Richie Moriarty), un’assistente della clinica che ha ucciso Nina temendo che avrebbe scoperto la sua truffa. A fine caso, Jake passa da casa di Laura, ma continua a mantenere le distanze, lasciando l’ex moglie delusa di non ricordare la promessa d’amore fatta in punto di morte.

Un genio della tecnologia viene ucciso nel suo appartamento, nonostante il palazzo sia dotato di un sistema di sicurezza molto sofisticato. Laura e la squadra devono fare luce su un certo numero di sospettati, fra cui una stalker. Intanto, Laura inizia a preoccuparsi quando Jake dimostra di avere delle perdite di memoria a breve termine.

Dan Hauser, l’ex Capitano di Laura incriminato alcuni anni prima, contatta la detective e le offre il proprio supporto per chiudere un cold case legato a due cadaveri. Non appena il caso sembra essere ad una svolta, sia Hauser che il presunto killer, Tommy l’Irlandese, fuggono dal carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori