JIMMY BOBO – BULLET TO THE HEAD / Diretta streaming e video trailer del film con Sylvester Stallone in onda su Raitre (oggi, 5 maggio 2016)

- La Redazione

Jimmy Bobo-Bullet to the Head, su Rai 3 stasera in onda il thriller d’azione con protagonista Sylvester Stallone nei panni di un killer a pagamento

logorai_R115
Il film in onda su Rai 3

‘Jimmy Bobo – Bullet to the Head è un film del 2012 che verrà trasmesso su Rai 3 oggi, giovedì 5 Maggio alle ore 21.05. La diretta streaming è consentita sul sito di Rai.tv, cliccando qui. Il trailer ci mostra un Sylvester Stallone al meglio della sua condizione fisica. In questa pellicola recita nel ruolo del sicario Jimmy Bobo. Lo vediamo coinvolto in numerose scene di violenza: non si fa scrupoli ad uccidere qualsiasi persona il cui omicidio gli venga commissionato. Le cose per lui si mettono male quando dei malviventi rapiscono sua figlia: le sue ire non stenteranno a manifestarsi. Difficile capire chi sia più pericoloso: Stallone o il mercenario che i suoi nemici hanno assoldato per ucciderlo. Ecco il trailer del film.

Sono varie le curiosità di Jimmy Bobo – Bullet to the Head, il film in onda stasera se Rai 3. La pellicola è stata girata interamente in location americane, tra New Orleans e New York. All’inizio c’è stata grande suspense attorno al nome del regista, che di fatto è stato scelto da Sylvester Stallone, primo e unico attore di livello internazionale a firmare il contratto con la casa di produzione (cosa avvenuta ben un anno prima dell’inizio delle riprese). I produttori per il lancio della pellicola hanno scelto il Festival Internazionale del Film di Roma, dove il lavoro è stato proiettato in anteprima mondiale il 14 novembre 2012. Per la alte scene di violenza Jimmy Bobo-Bullet to the Head, in America è stato vietato ai minori di 17 anni, in Italia invece il divieto ha interessato i minori di anni 14. Con una scelta che negli anni successivi è diventata d’obbligo per i produttori, la colonna sonora del film è stata venduta a parte, la sua uscita è stata posteriore di oltre sei mesi all’uscita del film (febbraio 2013).

Uscito nel 2012 in America Jimmy Bobo-Bullet to the Head è un film che vede tra gli interpreti principali il sempreverde Sylvester Stallone. L’attore è diretto da Walter Hill, che ritorna alla regia dopo ben undici anni. Si tratta di un thriller d’azione, trasposizione cinematografica del graphic novel “Du plomb dans la tet” del fumettista e scrittore francese Alexis Nolent. Il film, prodotto dalla Warner Bros, è stato distribuito in molti paesi, e in alcuni di essi ha avuto un buon successo ai botteghini. La bella musica di Steve Mazzaro fa il paio con gli ottimi effetti speciali: sono stati curati dal duo Matthew Brady Harris e David Nash e conferiscono alla sceneggiatura una buona dose di adrenalina, rendendo il film molto godibile. Il lavoro pur non essendo una prima televisiva sui piccoli schermi, non è stato programmato molte volte dai canali italiani.

Tutto inizia quando Jimmy Bobo, killer a libro della malavita americana, viene ingaggiato insieme al suo partner per un omicidio su commissione. Il pagamento però invece di essere in moneta sonante, come pattuito, si identifica in un killer senza scrupoli, Keegan (interpretato da Jason Momoa). Il killer riesce a metà nel suo intento, egli infatti uccide il partner di Jimmy, ma nulla può contro la velocità del protagonista principale, che riesce a fuggire e mettersi in salvo. La fuga lo porta a meditare vendetta: Bobo infatti si rintana nella sua casa di New Orleans e lì cerca di fare mente locale e di risalire ai mandanti dell’omicidio dell’amico fidato. Il suo obiettivo non è dei più facili, e allora Jimmy si rivolge a un poliziotto integerrimo, a cui nel passato aveva salvato la vita. Con l’aiuto del tutore dell’ordine, Taylor, (al secolo Sung Kang) Jimmy risale piano piano la scala dei malviventi che lo volevano uccidere. Il film si poggia su un altro colpo di scena, la stana coppia, killer della mafia-poliziotto, si ritrova tra le mani dei documenti molto scottanti che provano il malaffare di un politico corrotto, che vorrebbe lucrare su un piano regolatore poco chiaro. La situazione si ingarbuglia ancor di più quando il politico dà l’ordine di rapire la figlia di Jimmy. Quella che era iniziata come una vendetta si tramuta in una corsa a perdifiato per salvare la ragazza. Come al solito alla fine i buoni trionfano, anche se per farlo arrivano a d un passo dal sacrificare tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori