LA PROVA DEL CUOCO/ Ricette puntata 4 maggio 2016: asparagi crudi e cotti, arachidi e quinoa e il rotolo di pasta col sugo, spinaci e prosciutto cotto

- La Redazione

La prova del cuoco, le ricette del 4 maggio 2016: asparagi crudi e cotti, arachidi e quinoa e il rotolo di pasta col sugo, spinaci, prosciutto cotto e caprino. Le preparazioni

la-prova-del-cuoco
La prova del cuoco: estrazione di Lotteria Italia

Antonella Clerici sarà al timone di una nuova puntata de La prova del cuoco anche oggi, giovedì 5 maggio 2016: il piccolo schermo di Rai 1 manderà in onda infatti un nuovo appuntamento con il programma dedicato alla cucina puntuale alle 12.00, ma prima di scoprire le ricette che verranno spiegate più tardi diamo uno sguardo a quello che è successo ieri. Si apre in una maniera inconsueta la puntata de La prova del cuoco del 4 maggio: Antonella Clerici apre la valigia per scoprire chi sarà lo speciale ospite. Si tratta di Anthony Genovese. Il pubblico della puntata di oggi arriva dalla Campania. Anthony Genovese inizia illustrando una sua ricetta: asparagi crudi e cotti, arachidi e quinoa. Si inizia pulendo gli asparagi e mettendoli in cottura. La particolare maionese senza uova che viene usata è composta da olio di arachidi, arachidi tostate e soia, tenuta sottovuoto per circa cinque ore. Gli asparagi bianchi e quelli verdi vengono cotti in maniera diversa e, infine, viene aggiunta la quinoa. La ricetta del giorno di questa puntata è presentata da Luisanna Messeri, che propone un rotolo di pasta col sugo, spinaci, prosciutto cotto e caprino. Luisanna inizia tagliando il porro e mettendolo nell’olio, per poi aggiungere macinato di manzo e maiale. Facendo rosolare e sfumando col vino bianco, viene creato un sughetto profumato infine con tanta salvia e a cui vengono aggiunti sale e pepe. Alla pasta utilizzata per il rotolo, viene aggiunto anche parmigiano. Per fare il ripieno, Luisanna trita gli spinaci che sono stati sbollentati e il prosciutto cotto. Il ripieno vene messo infine nel rotolo che dovrà essere fatto cuocere per una quarantina di minuti.

Paolo Lauciani propone come abbinamento alla ricetta un vino Vernacci di San Gimignano, in grado di reggere perfettamente un piatto di carne. Antonella Clerici va poi dallo chef giapponese Hirohiko Shoda, che presenta un piatto a base di ricciola alla yuanji. Per la marinatura, viene utilizzato sake, mirin e salsa di soia, in cui poi verrà fatto marinare la frittura di pesce e messo in forno. Hirohiko utilizza succo di melograno e aceto che, se conservato in frigo per una settimana, diventerà aceto di melograno. Per la finitura, occorrono invece uova di salmone, germogli di shiso, un’erba aromatica asiatica simile alla menta, e crescione. Arriva il momento della gara dei cuochi: mentre la squadra rossa e la squadra verde si preparano, Anna Moroni spiega come preparare uno dei suoi sfizi: muffin di pizza. Dopo aver preparato il sugo, Anna lo sparge sull’impasto dei muffin per poi aggiungere dei wurstel tagliati. Si aggiunge anche della mozzarella per pizza e del basilico. La pasta verrà poi arrotolata e tagliata per creare i muffin, infornati infine per quindici venti minuti. Si torna alla gara dei cuochi: la squadra del pomodoro rosso preparerà ravioli con primosale e radicchio, frullati assieme con olio e sale, tagliata di petto di anatra con miele e pompelmo, mentre la squadra del peperone verde preparerà spaghettoni con cozze aperte con aglio in camicia, zucchine e bottarga grattugiata sul piatto, e cassatine con ricotta di pecora e frutti rossi. Renato Salvatori consiglia di usare il sale in maniera molto dosata e intelligente, sennò si rischia di indurire troppo il cibo, mentre, dall’altra parte, Martino Scarpa suggerisce di utilizzare poco zucchero nei dolci, poiché a fine pasto troppo zucchero potrebbe causare una cattiva digestione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori