MALENA/ Diretta streaming del film con Monica Bellucci in onda su Iris

- La Redazione

Malena, su Iris il film drammatico di Giuseppe Tornatore con la meravigliosa Monica Bellucci: la storia nella Sicilia degli Anni Quaranta, regia, cast e curiosità. Il film alle 21 su Iris

Iris_Logo_2013_439
Il film in onda su Iris

‘Malèna’ è un film del 2000 che andrà in onda su Iris stasera, giovedì 5 Maggio, alle 21.00. Chi desideri seguire lo streaming lo potrà fare sul sito di Mediaset, effettuando il log in qui. Il trailer è incentrato attorno alla figura di Malèna, bellissima fanciulla interpretata da Monica Bellucci. Vive nella Sicilia degli anni ’40 e diventa, grazie alla sua avvenenza, il sogno erotico di tutti gli uomini del paese. Per contro si attirerà contro, come spesso capita alle belle ragazze, le antipatie e le maldicenze delle altre donne che la ritengono volgare. In particolare, un ragazzino si innamorerà di lei perdutamente e la idealizzerà: il suo sentimento non corrisposto sarà il filo conduttore della sua adolescenza vissuta sotto i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Ecco qui il trailer. 

Un film che ha raccolto molto meno di quanto avrebbe potuto (e forse dovuto): Malena, in onda questa sera su Iris, è un film che negli anni Duemila ha scatenato alcune critiche ma anche molti riconoscimenti di pubblico e di una certa parte della critica cinematografica mondiale, più che quella italiana. Monica Bellucci in questa pellicola ha forse dimostrato l’essenza della sua carriera: un corpo da favola, un ruolo da femme fatale che le si addice ed è costruito in maniera perfetta dall’ottimo Tornatore. Un film su Monica e per Monica che la donna fatale della Sicilia “nera” degli Anni Quaranta davvero è reso alla perfezione: tra i premi ufficiali ricevuti si annovera una candidatura all’Oscar come miglior fotografia e anche alla migliore colonna sonora con Ennio Morricone – che poi è riuscito solo quest’anno a portarselo a casa con “The Eightful Eight” – ma anche due candidature per Golden Globe sempre per colonna sonora e miglior film straniero. La consacrazione arriva però con il David di Donatello per il miglior autore della fotografia: e se guardate l’intera produzione tecnica di questo film vi accorgete perché, è davvero preziosa.

Malena è un film italiano, di genere drammatico e sentimentale, uscito nelle sale nel 2000: protagonista in questa sera di Iris, alle ore 21 per la prima serata tutta dedicata alla Sicilia degli anni Quaranta e sopratutto alla bellezza giunonica della meravigliosa Monica Bellucci con un film cucito sul suo personaggio. Nel contesto della Sicilia degli anni Quaranta, racconta una storia d’amore impossibile e la passione folle di Renato, un ragazzino di tredici anni, per Malena, la donna più affascinante e corteggiata del suo paese. Diretta da Giuseppe Tornatore, la pellicola ha come interpreti principali Monica Bellucci, Giuseppe Sulfaro, Matilde Piana e Luciano Federico. La bravura di Tornatore è quella di rendere una storia con dinamiche sentimentali giovanili, anzi pre-adolescenziali assieme al duro contesto della Sicilia durante il Fascismo e poi la Liberazione.

La storia di Malena parte da un giorno preciso: il 10 giugno 1940, nel paese siciliano di Castelcutò, mentre tutti gli abitanti si sono radunati per ascoltare il discorso di Mussolini che annuncia l’entrata dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, Renato segue con la sua bicicletta recentemente ricevuta in regalo la camminata sensuale di Malena, la donna più bella del paese. Maddalena Scordia, chiamata da tutti Malena, è una giovane donna di ventisette anni che vive da sola in paese perché il marito Nino è partito per il fronte e che con la sua bellezza costituisce il sogno erotico dei suoi compaesani ma anche l’oggetto dell’astio e dell’invidia delle altre donne del luogo. Renato Amoroso è un ragazzino di appena 13 anni che insieme ai suoi amici si invaghisce follemente di Malena, arrivando a spiarla, a pedinarla in qualsiasi luogo e persino a rubarle un capo di biancheria intima, sognando di difenderla e portarla via con sè come in un film americano. Un giorno giunge dal fronte la triste notizia della morte di Nino e per Malena ha inizio la difficile vita della vedova che peggiora quando anche suo padre la allontana, perché stanco dei pettegolezzi che circolano su di lei in paese. Le donne infatti la calunniano continuamente ed i mariti di queste la corteggiano pesantemente, mentre comincia a diffondersi la voce che la vedova si sia intrattenuta in casa sua con numerosi uomini fra cui il giovane tenente Cadei. Malena ha effettivamente intrapreso una relazione intima con l’aviatore scapolo ma cerca di difendersi dalle accuse.

Tuttavia finisce in tribunale perché accusata di adulterio dalla moglie del dentista del paese, riesce a vincere la causa ma subisce violenza dal suo avvocato ed è costretta ad interrompere la relazione con il tenente, a sua volta punito per lo scandalo creato e trasferito lontano da Castelcutò. Malena si ritrova così senza alcun amico, senza denaro e ancora più sola di prima, dal momento che nel frattempo il padre è morto a causa di un bombardamento alleato. Si mette alla ricerca di un lavoro onesto ma, capendo che può sopravvivere solamente sfruttando la propria bellezza, decide di cambiare aspetto e di concedersi alla cupidigia degli uomini del paese. Tutto ciò non piace a Renato che continua a sognarla e ad immaginarla in ogni modo possibile, a volte come una madonna, altre volte come una pin-up dei calendari, altre volte ancora come Cleopatra. La guerra intanto prosegue e quando i Tedeschi occupano Castelcutò Malena, insieme alla collega Gina, si concede alle truppe naziste. Nel 1943 poi, all’arrivo degli americani, le donne del paese riprendono a calunniarla, arrivando persino ad accusarla di collaborazionismo. Malena è costretta a scappare a Messina mentre il marito Nino, che in realtà non era morto ma ferito e gravemente malato, si reca nella sua vecchia casa, trovandola occupata da diversi sfollati. Nino vorrebbe scoprire dove si trova sua moglie ma viene deriso dai suoi compaesani e viene aiutato solamente da Renato, ormai cresciuto, che in una lettera gli racconta quanto successo durante la sua assenza e gli confessa di aver saputo che Malena si trova a Messina. Nino parte quindi per raggiungere la moglie e un anno dopo fa ritorno con lei a Castelcutò. I due hanno intenzione di tornare a vivere in paese ed attraversano insieme la piazza del paese, senza alcuna vergogna. La vicenda si conclude con una riflessione di Renato, ormai anziano, che ammettendo di aver amato molte donne confessa di non riuscire a dimenticare solamente Malena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori