LE AVVENTURE DI TADDEO L’ESPLORATORE / Le curiosità sul film d’animazione spagnolo in onda su Italia Uno (Oggi, 7 maggio 2016)

- La Redazione

Le avventure di Taddeo l’esploratore, su Italia 1 va in onda oggi pomeriggio il film d’animazione spagnolo. La trama del film e tutte le curiosità 

Foto-Mediaset
Mediaset

Varie le curiosità del film d’animazione Le avventure di Taddeo l’esploratore, in onda questo pomeriggio su Italia 1. Il film è uscito in Spagna il 31 agosto 2012 ed ha una durata di circa 92 minuti per la regia di Enrique Gato. Si tratta del primo lungometraggio del regista che aveva già firmato nel 2003 Tadeo Jones: il cortometraggio è però, come forse non tutti sanno, la pellicola da cui è tratto il film proposto oggi da Mediaset. Il regista e il suo gruppo di animatori, come ricorda Movieplayer.it, hanno dedicato al progetto 8 anni proprio perché hanno deciso di strutturare una vicenda più complessa e articolata. Il risultato è stato un film prodotto sia in 2D che in 3D. Le musiche di Le avventure di Taddeo l’esploratore sono state create da Zacarias M. de la Riva, la scenografia è opera di Carlos Faruolo e la sceneggiatura è stata scritta da Javier Lopez Barreira.

Va in onda oggi pomeriggio alle 19.20 su Italia 1 il film d’animazione spagnolo Le avventure di Taddeo l’esploratore. I personaggi principali della pellicola sono: Sara Lavrof, doppiata da Alessia Amendola, Taddeo Jones, doppiato da Gianfranco Miranda, Freddy, doppiato da Marco Mete, Max Mordon, la cui voce è di Simone D’Andrea, il Professor Lavrof, con la voce di Riccardo Peroni, Kopponen, doppiato da Massimo De Ambrosis e il Professor Humbert, con la voce di Pino Ammendola. L’anno di produzione del film d’animazione è il 2012. Le avventure di Taddeo l’esploratore è tratto da Tadeo Jones, un cortometraggio spagnolo del 2003 diretto dallo stesso regista.

Taddeo è un bambino felice. Un giorno però la sua felicità viene offuscata da un fatto molto grave, perché i suoi adorati genitori muoiono. A questo punto il piccolo rimane orfano. Taddeo è molto triste, perché non può contare sull’affetto di una famiglia calorosa e sempre presente. Il bambino si sente felice solo quando pensa al sogno che vuole realizzare da adulto. Il desiderio più grande di Taddeo è quello di diventare un esploratore. Passano gli anni e nel frattempo Taddeo diventa un ragazzo onesto e sincero. Purtroppo, il giovane non è riuscito a far diventare realtà il suo sogno che aveva da bambino. Come mestiere, infatti, non fa l’esploratore ma il muratore. Taddeo si sente frustrato ma un giorno incontra una persona importante, il Professor Humbert. Humbert familiarizza ben presto con il giovane, diventando quasi subito il suo migliore amico. Ad un certo punto, Humbert propone al ragazzo di portare a compimento una missione importante: partire per il Perù per portare in questo paese una tavoletta preziosa. Taddeo accetta la proposta del Professor Humbert e parte per il Perù, insieme con nuovi compagni d’avventura. Questi nuovi amici sono una guida peruviana di nome Freddy e una bella archeologa di nome Sara. In Perù, con il passare del tempo, Taddeo scopre che la tavoletta che gli ha consegnato il Professor Humbert è veramente un dono prezioso. La tavoletta, infatti, è la chiave per arrivare all’antica città perduta di Paititi che nasconde un bellissimo tesoro, appartenente agli Inca. Sulle tracce della città e del tesoro in questione, però, ci sono anche un gruppo di malavitosi, come il cattivo cacciatore di tesori, che si chiama Kopponen. A questo punto, Taddeo, aiutato da Sara, inizia a seguire le indicazioni sulla tavoletta per giungere alla città perduta di Paititi. Dopo varie difficoltà, il giovane e la ragazza trovano la città e il suo tesoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori