Apocalypse Now Redux / Diretta streaming e trailer con Francis Ford Coppola in onda su Rete 4

- La Redazione

Apocalypse Now Redux, il film in onda su Iris oggi, 1 giugno 2016. Nel cast: Marlon Brando e Robert Duvall, alla regia Francis Ford Coppola. La trama del film nel dettaglio.

Apocalypse_nowR439
Apocalypse Now Redux

È la riedizione del capolavoro assoluto di Francis Ford Coppola e Rete 4 ha deciso di sceglierlo per la prima serata di oggi, mercoledì 1 Giugno, a partire dalle 21.00. Il trailer, disponibile qui, sulle note della mitica ?The End? dei Doors, ci mostra alcune delle più celebri scene di questo film che ha fatto la storia del cinema: tra esse, senza dubbio spicca la sequenza in cui uno stormo di elicotteri dell’esercito degli Stati Uniti attacca un villaggio vietnamita popolato per la maggior parte solo da donne e bambini. Da notare è l’aria de ?La Cavalcata delle Valchirie? in sottofondo. Al capitano Willard viene affidata una missione molto delicata: deve rintracciare ed uccidere il colonnello Kurts, disertore dell’esercito statunitense che ha riunito attorno a sé una milizia di indigeni. Se è possibile, le immagini di questa riedizione del film girato da Coppola sembrano ancora più suggestive e sconvolgenti di quanto non fossero nella versione originale. L’interpretazione di Brando del folle e carismatico colonnello tocca lo spettatore nel profondo. Sul sito Mediaset è disponibile la sezione dedicata alla diretta streaming che permetterà ai telespettatori di seguire la puntata non solo in tv ma anche da dispositivi mobili e che sarà fruibile sul sito a questo link.

, è il film che andrà in onda su Iris oggi, mercoledì 1 giugno 2016. La pellicola di genere thriller e guerra, è una rielaborazione di Apocalypse, il regista Francis Ford Coppola, che ne ha curato la direzione, ha aggiunto ben 47 minuti di scene. Per interpretare il folle ruolo del carismatico Colonnello Krutz, il regista ha voluto a tutti i costi che fosse Marlon Brando ad interpretare la parte. Si dice, però, che l’attore si presentò al suo primo giorno di riprese in ritardo e soprattutto ubriaco, senza aver imparato le battute. Sembra, inoltre che l’attore abbia avuto da ridire sulla sceneggiatura scritta da Coppola, che dopo aver già anticipato un milione di dollari al divo, si è visto costretto a riscrivere il copione, affinché Brando fosse capace di interpretare il suo personaggio. 

Apocalypse Now Redux, è il film che andrà in onda su Iris oggi, mercoledì 1 giugno 2016. La pellicola del 2001 che rappresenta una nuova edizione rimaneggiata del mitico film Apocalypse Now, diretto da Francis Ford Coppola nel 1979,  è una rielaborazione arricchita da 47 minuti in più, rispetto all’originale. Il doppiaggio italiano di questo capolavoro del cinema statunitense è totalmente rinnovato. Il cast, si compone, di star di grande levatura quali: Marlon Brando, Robert Duvall, Martin Sheen, Dennis Hopper, Harrison Ford e Frederic Forrest. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Il film, ispirato al romanzo Cuore di tenebra, di Joseph Conrad, è ambientato durante la sanguinosa Guerra del Vietnam. Siamo nel 1979, uno dei protagonisti è il capitano Benjamin L. Willard (Martin Sheen). Il militare soffre molto per la sua condizione di soldato, come spesso è successo nella realtà, non ha più voglia di combattere ma non riesce più ad individuare quale possa essere il suo posto nella società. Questo turbamento ha rovinato la sua vita familiare, l’uomo sta per divorziare dalla moglie, quando, però, gli viene affidata una missione speciale e l’ufficiale decide di portarla a termine. I suoi superiori gli danno il compito di raggiungere il colonnello Walter E. Kurtz (Marlon Brando). L’uomo, un tempo era un ufficiale ligio al dovere. Da qualche anno, però, è completamente impazzito e si è ritirato nella giungla della Cambogia, adorato quasi fosse un Dio dalle sue truppe di indigeni, Willard riceve ordini molto precisi, deve infiltrarsi, e fingersi un suo adepto e ucciderlo senza alcuno scrupolo. Durante il suo percorso, l’ufficiale si inoltra nell’anima più profonda della guerra e ne conosce il volto più vero. Storico il suo incontro  con il tenente colonnello William, quest’uomo, è profondamente disturbato e drogato di guerra, mentre attacca con i suoi elicotteri un paesino vietnamita, popolato quasi esclusivamente da donne e bambini, Kilgore fa suonare dagli altoparlanti dei velivoli la Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner, quasi a sottolineare quella che per lui è l’eroicità delle sue gesta. Nel frattempo, Willard cerca di studiare la figura del colonnello Kurtz, che spesso si trova ad interrogarsi su quale sia il motivo per cui l’esercito vuole morto questo disertore. Quando riuscirà ad incontrarlo, l’ufficiale resterà colpito del profondo carisma che il colonnello possiede, non stenta a credere che l’uomo sia adorato dai suoi adepti, pronti ad esaudire ogni suo desiderio. Agli occhi del soldato, Kurtz diventa l’impersonificazione della stessa guerra del Vietnam, forse inizialmente poteva avere delle ragioni razionali. Ora, però, è diventata soltanto una follia difficile da giustificare al resto del mondo. Kurtz è pienamente consapevole di come Willard l’abbia raggiunto unicamente per ucciderlo e non oppone resistenza, anzi, sembra quasi consapevole che quello che si sta compiendo è il suo destino. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori