DOV’È MARIO? / Anticipazioni ultima puntata 15 giugno 2016: chi l’avrà vinta tra Mario e Bizio? Capoccetti e il peso della sfortuna

- La Redazione

Dov’è Mario?, anticipazioni quarta e ultima puntata in onda mercoledì 15 giugno 2016 su Sky Atlantic: confronto finale tra Bambea e Capoccetti, chi avrà la meglio?

dov-e-mario-guzzanti_R439
Dov'è Mario? su Sky Atlantic

Stasera assisteremo al confronto finale tra Bizio Capoccetti e Mario Bambea nella quarta e ultima puntata di Dov’è Mario?, la serie tv con Corrado Guzzanti in onda su Sky Atlantic. Quale delle due personalità avrà la meglio? Quella del comico sembra sentire il peso della sfortuna più dell’altra e sul suo profilo Twitter la riassume così: “‘A sfiga nun ce vede benissimo, è cieca tanto quanto ‘a fortuna. Solo che je piace fasse sempre ‘e stesse persone”. Un concetto condiviso anche dai suoi followers, che hanno risposto con oltre una quindicina di like in poche ore e con commenti come questo: “A capoccè a sfiga è monogama…sappilo”. Clicca qui per vedere il tweet.

Giungono al termine le incredibili avventure di Corrado Guzzanti, a metà tra il comico Fabrizio “Bizio” Capoccetti e l’intellettuale di sinistra Mario Bambea, nella serie “Dov’è Mario?“, in onda il mercoledì sera su Sky Atlantic. Oggi, 15 giugno 2016, è il turno del quarto e ultimo episodio: prima di scoprire le anticipazioni, diamo uno sguardo a quello che è successo la settimana scorsa. Nel terzo episodio Bambea si risveglia in uno studio di tatuaggi sempre più fuori controllo. Con i capelli rasati, torna a casa e chiama un professore inglese di sua conoscenza, pregandolo di ospitarlo a Londra e portarlo da un luminare della medicina, per risolvere questo suo stato di dissociazione. Gli basta però addormentarsi sul treno per Milano, preso per raggiungere Londra via aeroporto, che Bambea si trasforma di nuovo in Capoccetti, che torna subito indietro per firmare il contratto con il teatro Odeon, dove con la sua comicità popolare è diventato una star anche del canale Comedy 2. Capoccetti viene però intercettato dalla moglie Camilla e dalla sua assistente, soprannominata Emaciata, per riportarlo a casa. Gli vengono somministrati di nuovo i farmaci che aveva sospeso e così almeno di giorno torna ad essere Bambea. Nonostante venga richiuso in una camera al terzo piano della casa, di notte Capoccetti torna di nuovo ‘operativo’ e scappa via, rifugiandosi da alcuni saccopelisti inglesi che lo riportano a Roma. A casa ritrova però Emaciata, che lo porta in una casa in periferia dove la moglie Camilla vuole confinarlo finché non sia definitivamente tornato normale. Lì Emaciata confessa al professore di averlo sempre ammirato tantissimo, ma essendo Mario nei panni di Capoccetti, con la sua consueta spigliatezza passa subito ai fatti, baciandola e passando la notte con lei. Nel frattempo, il direttore del teatro Odeon decide di spedire all’importante Festival Comico di Nepi Capoccetti assieme ad un altro comico ormai in disgrazia, Saverio Muscia. Il quale all’autogrill svela al comico di averlo riconosciuto grazie a un neo sulla faccia. Muscia infatti era diventato famoso alla fine degli anni novanta per l’imitazione di Mario Bambea, del quale riusciva a riprodurre tic e frasi tipiche. Muscia rivela in camerino, una volta arrivati a Nepi, queste sue intenzioni a Bambea/Capoccetti: gli dice anche che da quando la sua popolarità di intellettuale è calata, anche quella di comico è proporzionalmente crollata. Muscia vuole quindi rilanciarsi raccontando sul palco di Nepi tutta la storia, spiegando come Bambea si stia in realtà provando a riciclare nei panni del comico Fabrizio Capoccetti. Un piano complicato che non tiene conto del fatto che quando è nei panni del suo alter ego Capoccetti, Mario non ricorda nulla della sua vita come l’intellettuale Bambea. Preso dal panico, crede quindi che Muscia voglia semplicemente raccontare quella storia per danneggiarlo: per Capoccetti infatti essere additato come intellettuale è la peggiore delle infamie, che distruggerebbe definitivamente la sua carriera. A mali estremi, Capoccetti passa ad estremi rimedi prendendo Muscia per il collo e arrivando a strozzarlo. Quindi ne trascina il cadavere in fin di vita e cerca di adagiarlo su una toilette chimica, dove però viene scoperto dall’assistente del Teatro Odeon. La ragazza, fino a quel momento completamente ostile a Capoccetti (conoscendo peraltro l’identità del vero Fabrizio Capoccetti), sorprendentemente si offre di far sparire il cadavere di Muscia, aiutando Mario/Capoccetti a patto che si presenti subito sul palco per esibirsi nel suo numero in una rassegna così importante come quella di Nepi. Capoccetti dunque, visibilmente scosso, si presenta di fronte al pubblico.

Nella quarta puntata di “Dov’è Mario?” inaspettatamente Bizio vince il Festival della comicità di Nepi. Il trionfo aumenta la sua popolarità e porta a importanti cambiamenti nella sua vita, tra cui l’amore di Cinzia. Ma Bambea è ancora lì e torna a farsi sentire: una notte Bizio si ritrova interessato a una lezione di filosofia trasmessa in tv. Il comico, mantiene il suo forte accento romanesco, ma inizia a porsi domande esistenziali. È guanto quando il momento dell’ultimo confronto tra Mario e Bizio. Chi avrà la meglio? 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori