Il collezionista di ossa/ Su Rete 4 il film con Denzel Washington e Angelina Jolie. Trailer e diretta streaming

- La Redazione

Il collezionista di ossa, trama e cast: questa sera, domenica 19 giugno 2016, su Rete 4 va in onda il film con protagonisti Denzel Washington e Angelina Jolie.

Foto-Mediaset
Mediaset

Nella prima serata televisiva di oggi, domenica 19 giugno, alle ore 21,15 viene proposto ai telespettatori di Rete Quattro il film thriller Il collezionista di ossa (The Bone Collector ) diretto da Phillip Noyce e con Denzel Washington, Angelina Jolie e Michael Rooker. Nel trailer viene raccontato di una New York in prede al panico per via di una sanguinario serial killer. La squadra di polizia non riesce a trovare una sola traccia per seguire una determinata ipotesi e nel frattempo il numero di vittima cresce vertiginosamente. Per cercare di fermarlo, una detective decide di affidarsi ad un geniale agente che purtroppo da alcuni anni è fuori servizi in quanto inchiodato al letto dopo essere stato colpito da un proiettile nella schiena. Il film è visibile anche in diretta streaming sul sito di Mediaset per dispositivi mobili e pc non prima di essersi registrati e aver effettuato il login disponibile cliccando qui. Ecco il trailer del film.

Sulla base di 85 recensioni raccolte dal sito Rotten Tomatoes Il collezionista di ossa – film in onda oggi, 19 giugno 2016, su Rete 4 in prima serata – ha una valutazione media di approvazione del 28%, con un voto medio di 4,2/10. Metacritic ha dato al film un punteggio medio di 45 sulla base delle 33 recensioni che ha raccolto. Eric S. Arnold di “Newsweek” ha fatto una recensione prevalentemente positiva affermando che “Il collezionista di ossa può essere scontato, ma ci sono ingredienti molto buoni”. William Arnold del Seattle Post-Intelligencer scrive: “il film ha le caratteristiche di un brutto film su un assassino” e definisce la trama “assurda”.

Il collezionista di ossa è un thriller del 1999 che andrà in onda su Rete 4, domenica 19 giugno. Dietro la macchina da presa di questa pellicola, tratta dall’omonimo romanzo di Jeffery Deaver, troviamo Phillip Noyce: il regista australiano ha diretto alcuni celebri polizieschi quali, per esempio, “Ore 10: Calma piatta”, “Giochi di potere”, “Sotto il segno del pericol” e “Il Santo”. Il principale motivo di vanto del film, però, sono i suoi protagonisti, interpretati da un ottimo Denzel Washington e da una giovanissima Angelina Jolie. Al loro fianco troviamo Queen Latifah, Michael Rooker, Mike McGlone, Luis Guzmàn, Leland Orser e Ed O’Neill.

Lincoln Rhyme (Denzel Washington) è un criminologo di fama internazionale, costretto a letto a causa di un’invalidante tetraplegia. Vive ormai da anni completamente dipendente dalle macchine e da Thelma (Queen Latifah), la sua preziosa infermiera. L’uomo ha deciso di togliersi la vita: prima, però, vuole risolvere un ultimo caso che è riuscito a solleticare la sua curiosità. Ad aiutarlo, la giovane Amelia Donaghy (Angelina Jolie), una poliziotta particolarmente portata per l’investigazione. L’indagine riguarda il “collezionista di ossa”, geniale serial killer che firma i propri delitti rimuovendo un frammento osseo da ogni singola vittima. L’assassino si traveste da tassista e rapisce Alan and Lindsay Rubin, una coppia di coniugi: sarà Amelia a ritrovare il corpo dell’uomo. Il killer ha lasciato per lei una serie di indizi che, in una sorta di macabra caccia al tesoro, la devono condurre a scoprire dove sia il corpo della povera Lindsay. Il folle omicida, però, ha appena iniziato a giocare: presto la polizia troverà il cadavere, divorato dai ratti, di uno studente. Rhyme ed Amelia capiranno che sulla scena del delitto dove hanno ritrovato i resti di Lindsday erano presenti inconsueti indizi che avrebbero dovuto metterli in allarme: tutti conducevano al nuovo teatro criminale. Il criminologo viene coinvolto nell’indagine a tal punto da dimenticare di prendersi cura della propria salute: il suo precario equilibrio fisico si trova ben presto ad essere in crisi. Passo dopo passo, i due detective si rendono conto che l’assassino sta replicando alcuni delitti raccontati in un vecchio racconto giallo: seguendo le sue tracce riescono a salvare la vita ad una bambina, futura vittima del pericoloso criminale. Con orrore, però, Amelia analizza i nuovi indizi lasciati dal serial killer. Ogni segno porta ad un’unica conclusione: il prossimo obiettivo sarà proprio Lincoln Rhyme. L’assassino uccide la povera Thelma ed il capitano Howard Cheney (Michael Rooker), incaricato della protezione del criminologo. Finalmente viene svelata l’identità dello psicopatico: si tratta di Richard Thompson (Leland Orser), il tecnico sanitario che si prende cura dell’equipaggiamento medico che tiene in vita il detective. Tutti gli omicidi, tutte le macchinazioni sono state una complessa ed elaborata vendetta nei confronti del criminologo: lui ed il serial killer sono, infatti, vecchie conoscenze. Le risorse di Rhyme sono davvero incredibile: pur avendo tutti e quattro gli arti paralizzati, riesce a spezzare una mano del suo aggressore e ingaggia con lui una lotta all’ultimo sangue. Quando sembra avere la peggio, l’intervento di Amelia pone fine alla questione: l’agente spara a Marcus che crolla a terra, privo di vita. Il pericolo scampato ha fatto riacquistare a Rhymes il gusto per la vita: accantona le sue tendenze suicidarie e decide di dare al mondo una nuova possibilità. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori