Nato il 4 luglio/ Diretta streaming e trailer del film con Tom Cruise

- La Redazione

Nato il 4 luglio, il film in onda su Iris oggi, 22 giugno 2016. Nel cast: Tom Cruise e Kyra Sedgwick, alla regia Oliver Stone. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

Iris_Logo_2013_439
Il film in onda su Iris

” è il film drammatico diretto da Oliver Stone nel 1989 che vedremo in onda oggi, mercoledì 22 Giugno 2016, su Iris alle ore 21.00. Chi preferisse seguire la pellicola in diretta streaming potrà farlo collegandosi al sito di Mediaset ed effettuando il login qui. Il trailer ci presenta Ron Kovic, giovane americano nato proprio il quattro Luglio, Giorno dell’Indipendenza statunitense. Il ragazzo, fin da bambino, ha sempre desiderato di essere un buon patriota e di avere l’onore di servire il suo Paese. Ancora molto giovane, quindi, decide di partecipare alla Guerra del Vietnam e parte volontario. Non immagina quali orrori ha in serbo per lui il destino. Torna negli Stati Uniti, paralizzato dalla vita in giù, senza onore e senza alcun riconoscimento da parte del Paese che ha deciso di servire. Presto si ritrova a manifestare per la pace. Ecco il trailer del film.

Nato il 4 luglio è il film che andrà in onda su Iris oggi, mercoledì 22 giugno 2016. La pellicola drammatica e guerra girata nel 1989 vede con interprete del protagonista un giovane Tom Cruise in una delle sue prime interpretazioni. L’attore ha avuto il suo primo successo nel 1983 con il film Risky Business, che ha dato inizio alla sua carriera, in seguito ha avuto parte in altri importanti film tra i tanti altri ricordiamo: Top Gun, Mission Impossible, Eyes Wide Shut e appunto Nato il 4 luglio. Cruise nella sua carriera è stato candidato per tre volte ai premi Oscar per miglior attore protagonista in Nato il 4 luglio e Jerry Maguire e migliore attore non protagonista in Magnolia a cui si aggiungono tre Golden Globe. Oliver Stone avrebbe voluto girare le scene di guerra in Vietnam, ma, purtroppo non ha ricevuto i permessi necessari, a causa dei pessimi rapporti che intercorrono tra gli Stati Uniti ed il Paese del Sud-Est asiatico. Ha dovuto, quindi, ripiegare nelle Filippine.

Nato il 4 luglio è il film drammatico in onda su Iris oggi, mercoledì 22 giugno 2016 alle ore 21.00. Pellicola del 1989 che racconta la storia di Ron Kovic, ex-militare statunitense divenuto pacifista dopo la sua partecipazione alla Guerra del Vietnam. La pellicola è stata diretta da Oliver Stone, grande regista statunitense celebre per aver diretto Platoon, Wall Street, JFK – Un caso ancora aperto e Assassini nati – Natural Born Killers. Gli attori di cui si compone il cast di questa produzione sono: Tom Cruise, Kyra Sedgwick, Raymond J. Barry, Willem Dafoe, Caroline Kava, Josh Evans, Tom Berenger, Stephen Baldwin, Holly Marie Combs e Michael McTighe. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Ron Kovic (Tom Cruise), è un giovane statunitense che decide di arruolarsi nell’esercito degli Stati Uniti. Sono gli anni della Guerra del Vietnam, ed il ragazzo è stato educato nell’amore della patria e della bandiera americana. È convinto di prendere parte ad una guerra giusta. Del resto, Ron è nato proprio il quattro luglio, giorno in cui si celebra l’Indipendenza degli Stati Uniti d’America. Siamo nell’Ottobre del 1967 e il nostro protagonista è diventato sergente dei Marines, e si trova coinvolto in alcune sanguinose operazioni militare nel Sud Est asiatico. La sua pattuglia uccide numerosi civili vietnamiti, credendo di essere di fronte a dei guerriglieri, durante la ritirata, Ron ferisce gravemente una recluta della sua squadra, il giovane caporale William Wilson (Michael Compotaro). Il ragazzo morirà a causa di questo tragico incidente, lasciando in Ron un profondo senso di colpa. Nel Gennaio del 1968, Kovic viene ferito a sua volta durante un’azione militare, le sue ferite gli fanno perdere per sempre l’uso delle gambe. Paralizzato dalla vita in giù, Ron torna negli Stati Uniti e viene ricoverato in un ospedale militare, le condizioni dell’istituto di cura sono a dir poco sconvolgenti, ratti, cure improprie, personale impreparato e uso massiccio di droghe e farmaci inutili sono il primo ringraziamento che i veterani di guerra ricevono dal loro Paese, proprio quando invece hanno maggior bisogno di aiuto. Solo nel 1969 può, finalmente, far ritorno a casa. Qui viene colpito da come familiari ed amici abbiano cambiato atteggiamento nei suoi confronti, il suo essere condannato per sempre su una sedia a rotelle, porta tutti a non essere spontanei nell’approcciarsi a lui. Lentamente, Ron diviene sempre più disilluso nei confronti della Guerra e delle sue decisioni passate. Nel frattempo, suo fratello minore Tommy (Josh Evans), è diventato un fervente contestatore della politica militare degli Stati Uniti, il clima in cui si trova a dover vivere portano Ron a sprofondare in una totale depressione che cerca di curare annegando i suoi problemi nell’alcool. Ovviamente, la sua situazione continua a peggiorare. Durante la parata del quattro luglio, per la prima volta Ron mostra i primi segni di disturbo da stress post-traumatico, rendendosi conto che quella che è stato costretto a vivere è stata un’esperienza terribile che lo ha segnato in modo molto profondo. Decide di impiegare le proprie energie per evitare che altri giovani come lui possano fare la sua stessa fine. Nel 1972 riesce ad intervenire al Convegno Nazionale del Partito Repubblicano, e in un’intervista, denuncia il dolore e le terribili condizioni che inevitabilmente la guerra porta con sé, inoltre, espone all’attenzione pubblica il trattamento che gli Stati Uniti riserva ai suoi soldati più sfortunati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori