MAJOR CRIMES 4 / Anticipazioni del 6 giugno 2016: verdetto in arrivo. Slider è colpevole o innocente?

- La Redazione

Major Crimes 4, anticipazioni di lunedì 30 maggio 2016, su Premium Crime, in prima visione TV. Rusty gioca invano di recupero con Gus. La giuria è pronta: quale sarà il verdetto finale?

major-crimes-cast_R439
Major Crimes 4 su Premium Crime

Nella prima serata di oggi, lunedì 6 giugno 2016, Premium Crime trasmetterà un nuovo episodio di Major Crimes 4, in prima visione TV. La puntata che andrà in onda è la diciottesima, dal titolo “Verdetto finale“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: la Crimini Maggiori viene chiamata per la scomparsa della piccola Kayla Weber, la figlia di una stella del baseball. I sospetti vanno subito verso il padre, soprattutto quando si scopre che ha mentito su dove si trovasse la notte precedente. Jim Weber (Kamal Angelo Bolden) rivela però di essersi fatto operare in segreto ad un braccio in una clinica privata, per evitare che la sua carriera nello sport venisse compromessa dalla notizia. Non sembrano esserci sospettati, ma tempo dopo il rapitore pubblica una foto su Instagram con la foto della copertina di Kyla. Tao (Michael Paul Chan) riesce a rintracciare l’indirizzo e quando nota la coperta sul divano, dà un pugno in pieno volto ad Ike Gibson (Vonn Harris) e lo atterra. Julio (Raymond Cruz) trova il corpo di Kayla nel frigorifero, avvolto in un sacco nero all’interno di una scatola. Nel frattempo, Slider (Garrett Coffey) sta affrontando il processo finale e la giuria deve stabilire se al momento dell’omicidio fosse in grado di intendere e volere. Rusty (Graham Patrick Martin) entra in crisi perché dovrà testimoniare all’udienza e non sa se è favorevole o meno alla pena di morte. Durante l’interrogatorio, Ike riceve la visita dell’avvocato senza che lo abbia chiamato. Il legale contesta le prove, dato che la squadra non aveva il mandato per entrare ed ha agito in totale scorrettezza. La notizia dell’arresto di Ike si diffonde sui social in pochi secondi e Taylor (Robert Gossett) decide di convocare i Weber in ufficio per evitare che si facciano giustizia da soli. L’autopsia rivela inoltre che Kayla ha ingerito una forte dose di cocaina assieme alla pizza ingerita e che l’orario del decesso è antecedente all’arrivo di Ike alla villa. La squadra decide di fare pressioni su Ike per spingerlo a parlare e scoprono che ha ricevuto il pacco da Curtis (Winston Duke), la guardia del corpo di Jim. Riferisce che si tratta di un incidente e che Kayla ha preso la cocaina per errore, ma Tao non crede che sia vero e che si tratti invece di omicidio. Dopo aver dato la notizia ai Weber, la squadra preleva Curtis e lo mette di fronte alle prove. L’uomo rivela di essere stato chiamato in piena notte da Lori (Daniella Alonso), la madre di Kayla, perché la bambina aveva ingoiato tutta la sua cocaina. Curtis nega anche che Lori faceva spesso uso di cocaina di fronte alla figlia e che c’era già stato un incidente simile tempo prima. Molte ore dopo, la squadra entra alla villa dei Weber e Provenza (G.W. Bailey) capisce solo dopo qualche minuto che Jim ha ucciso Lori a forza di pugni.

Il professore universitario Jeff Ashby viene ucciso nel suo ufficio mentre visionava il video con l’assassinio di Lisa Green, un’agente immobiliare. Intanto, la giuria arriva ad un verdetto finale e condanna Slider alla pena di morte, ma l’ultima parola spetta al giudice Grove. Rusty cerca anche di recuperare le cose con Gus, ma i due inviti fatti non vanno a buon fine. Una testimone afferma che l’assassino potrebbe averle augurato Buon Natale poco prima dell’omicidio ed in base a questo, la squadra è grado di ottenere un fermo immagine confuso del killer. Più tardi, scoprono che Lisa Green faceva quel lavoro solo da 5 anni e che precedentemente faceva il talent scout per Hollywood. In base alle chiamate ricevute, la Crimini Maggiori risalgono a Brad Powell, scoprendo che la sua furia omicida si è scatenata con la morte della madre, ritrovata già mummificata nel suo appartamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori