TEMPESTA D’AMORE/ Anticipazioni: Sebastian e Luisa pronti ad andare avanti? (oggi, puntata 11 luglio 2016)

- La Redazione

Anticipazioni Tempesta d’amore, puntata 11 luglio: la notizia della morte di Poppy non è un falso allarme. Werner piange il suo decesso, avvenuto in seguito alla caduta di una noce di cocco.

tempesta_di_amore_facebook_28062016
tempesta d'amore

Nella puntata di Tempesta d’amore di ieri 10 luglio c’è stato un colpo di scena incredibile. Charlotte ha infatti dato un annuncio shock a tutti i dipendenti del Furstenhof: Poppy, la giovane moglie di Werner, è deceduta durante la vacanza compiuta insieme alla madre. Una morte scioccante sia per il personale del celeberrimo (televisivamente parlando) hotel tedesco sia per lo stesso Werner che per la sorella più grande della giovane, Natascha. I due, tra le altre cose, stavano per partire dalla Baviera per raggiungere le due donne in crociera, ma sono stati fermati proprio dalla notizia scioccante. La morte di Poppy continuerà a tenere banco ancora per diversi episodi al Furstenhof, tanto che i telespettatori della soap opera faticheranno a vedere i nuovi sviluppi della relazione tra Sebastian e Luisa, senza contare i nuovi intrighi di Beatrice, che continua ad essere una delle protagoniste assolute della telenovela. Werner è disperato, Natascha non crede inizialmente alle parole di Charlotte. I due piangono la morte di quella che era, per motivi diversi, la donna più importante della loro vita prima che scomparisse in circostanze non del tutto chiare. 

Dopo le puntate lunghe del weekend, Tempesta d’amore torna oggi su Rete 4 per l’appuntamento in programma dalle ore 19:55 alle ore 20:25. Ci sarà ancora spazio per i tentativi di Isabelle di avvicinare a sè Sebastian, incurante della relazione presente tra il marito e Luisa. Wegener purtroppo continuerà a non rendersi conto di come la nuova arrivata lo stia allontanando sempre di più dalla donna da lui amata, compromettendo seriamente la sua pazienza. La situazione finirà per degenerare quando Isabelle dichiarerà al marito di non riuscire a dormire nella pensione e Sebastian deciderà di raggiungerla per darle una mano. La puntata domenicale ha sconvolto i telespettatori per la terribile notizia della morte di Poppy alla quale però Werner non ha creduto, considerando soprattutto le modalità del presunto decesso. Tale terribile informazione però risulterà essere vera, confermando come il sogno premonitore di Natascha si sia dimostrato un terribile presagio. La moglie di Werner è morta durante la crociera svolta insieme alla madre: Werner aveva fatto bene ad opporsi a questo viaggio e purtroppo ora è costretto a piangere lacrime amare, sentendosi solo più che mai di fronte ad una simile disgrazia. E’ inutile aggiungere che Natascha, Charlotte e tutti gli altri amici saranno al suo fianco ma tutto ciò non basterà a lenire il dolore per la scomparsa della moglie. Di fronte a questo lutto, non si placherà comunque il desiderio di Friedrich di umiliare Alfons.

Ieri domenica 10 luglio è andata in onda una nuova puntata di Tempesta d’amore. Negli ultimi episodi abbiamo visto una Beatrice sempre più ostile a Sebastian e Luisa. La donna ha approfittato del video realizzato da suo figlio David in occasione della richiesta di aiuto presentata dallo stesso Wagener insieme ad Isabel. I due pensavano che così facendo avrebbero aiutato il piccolo Paol per ottenere i soldi necessari per proseguire le cure. Il bambino, figlio di Isabel e Sebastian, ha ereditato dal padre il raro morbo con cui l’attuale fidanzato di Luisa fece i conti in passato. Beatrice, non curante del bambino, si è precipitata a commentare il video postato sul sito della fondazione di Charlotte, accusando pesantemente Sebastian di pensare unicamente ai soldi, tratteggiando per lui un ritratto orribile, che di fatto ha reso fallimentare il tentativo fatto da parte dei due ragazzi. Così rischia di svanire la promessa che Sebastian ha fatto pochi giorni fa a Paol andandolo ad incontrare in ospedale, una promessa con cui il Waganer si è detto sicuro di poter aiutare il piccolo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori