ARLINGTON ROAD-L’INGANNO/ Diretta streaming e trailer del film con Jeff Bridges e Tim Robbins (oggi, 17 luglio 2016)

Arlington road – L’inganno, il film in onda su Iris oggi, domenica 17 luglio 2016. Nel cast: Jeff Bridges e Tim Robbins, alla regia Mark Pellington. La trama del film nel dettaglio.

17.07.2016 - La Redazione
iris_logo
film prima serata

?Arlington road – L’inganno? è un thriller del 1999, interpretato da Jeff Bridges e da Tim Robbins. L’appuntamento con questa pellicola è previsto su Iris alle ore 21:00, domenica 17 Luglio 2016. Il trailer, visibile qui, ci presenta Oliver Lang, uno dei protagonisti del film, mentre cerca di insegnare a suo figlio come giocare correttamente a baseball. I suoi progressi vengono notati da Michael Faraday, uno dei loro vicini di casa, al campo sportivo assieme a suo figlio Grant. I due uomini iniziano a chiacchierare: Oliver scopre come il bambino abbia confessato a Michael di aver perso da poco la sua mamma. La diretta streaming, invece, sarà fruibile sul sito cliccando qui

Arlington Road – L’inganno, è il film che andrà in onda su Iris oggi, domenica 17 luglio 2016. La pellicola del ’99 fu diretta da Mark Pellington ispirandosi all’attentato di Oklahoma City che che sconvolse gli Stati Uniti. Tra gli attori principali troviamo Jeff Bridges, l’attore statunitense che nella sua brillante e lunga carriera, ha collezionato una serie di nomination in diverse edizioni del premio Oscar e del Golden Globe, nel 2010 ha vinto i due premi per la sua indimenticabile interpretazione nel film diretto dal regista Scott Cooper, intitolato “Crazy Heart”. La sceneggiatura del film è stata realizzata da Ehren Kruger mentre il montaggio è stato effettuato da Conrad Buff e le musiche che compongono la colonna sonora del film sono state scritte da Angelo Badalamenti.

, è il film in onda su Iris oggi, domenica 17 luglio 2016 alle ore 21:00. Una pellicola prodotta in America nel 1999, per la regia di Mark Pellington. La trama del film ha preso spunto dall’avvenuto attacco terroristico nel quartiere centrale di Oklahoma City nel 1995. Il ruolo dei personaggi principali sono stati affidati agli attori statunitensi Jeff Bridges, Tim Robbins, Hope Davis e Joan Cusack. La visione del film, di genere thriller, dura quasi due ore. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

Michael Faraday (Jeff Bridges) insegna storia in un prestigioso college, ha un figlio di dieci anni che si chiama Grant e abita in un tranquillo quartiere periferico di Washington. Sua moglie era un’agente federale, morta da due anni durante un’operazione di polizia, da allora padre e figlio hanno dovuto affrontare la vita da soli, da qualche tempo si intrattengono spesso con i coniugi Lang, Oliver (Tim Robbins) e Cheryl (Joan Cusack), vicini di casa molto simpatici e sempre disponibili. Grant fa amicizia con il piccolo Brady Lang (Mason Gamble) e i ragazzini stanno insieme molto volentieri. Quando il rapporto d’amicizia con la famiglia Lang sembra consolidarsi sempre di più, Michael comincia ad avere dei sospetti. Oliver ha sempre detto di interessarsi di progettistica ma non è mai entrato nello specifico, quando Michael scopre che alcune affermazioni del vicino non sono vere, decide di indagare. Brooke Wolfe (Hope Davis), la donna che ora gli sta accanto non lo incoraggia, la sfiducia che il compagno mostra nei confronti dei Lang è dettata unicamente da un sentimento di gelosia, li vede felici, e questo robabilmente lo infastidisce. Michael non è della stessa opinione di Brooke e continua le sue ricerche. Viene a sapere che Oliver Lang è una falsa identità, il suo vero nome viene spesso associato a fatti di terrorismo accaduti negli anni addietro. Una mattina Brooke vede Oliver entrare in un centro commerciale e lo segue, avverte Michael e subito dopo si vede con l’amica Cheryl. La stessa sera Brooke perde la vita in un incidente automobilistico. Michael contatta il padre del giovane che aveva compiuto un attentato terroristico tempo addietro, ai danni di un ufficio postale, grazie alle informazioni che riesce a raccogliere, Faraday comincia a capirci qualcosa. Quando va a prendere Grant al campeggio estivo, gli dicono che il ragazzino è già andato via. Si precipita in città, vede un furgone che riporta il nome della ditta per cui Oliver dice di lavorare, lo segue, trova il ragazzo e lo affronta, riprende poi ad inseguire il furgone e giunge presso la sede centrale dell’FBI, è questione di pochi secondi, poi c’è un’esplosione e Michael muore. La polizia è certa che il responsabile dell’esplosione sia proprio Michael, l’uomo avrebbe agito per vendetta, convinto che la moglie fosse morta per colpa degli alti funzionari dell’FBI. Intanto, i coniugi Lang attendono di conoscere la nuova destinazione da raggiungere, luogo in cui ci sarà una nuova strage terroristica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori