STALKER/ Anticipazioni puntate 17 e 24 luglio 2016: attentato alla sposa, Beth e Jack indagano sull’uomo ossessionato da lei

- La Redazione

Stalker, anticipazioni di domenica 17 luglio 2016, in prima Tv su Rete 4. Jack Larse e Beth Davis combattono il crimine in diversi casi di stalking, ma che cosa nascondono entrambi?

stalker_press
Stalker, in prima Tv su Rete 4

Un’altra serata all’insegna della suspense ci attende settimana prossima su Rete 4, quando andrà in onda un nuovo appuntamento con Stalker. Gli episodi che verranno trasmessi sono il secondo e il terzo, intitolati rispettivamente “Caccia all’uomo” e “Fobia”. Nel primo che andrà in onda domenica 24 luglio 2016 vedremo una sposa venire colpita da un cecchino durante la sua cerimonia di nozze: Jack e beth verranno chiamati a scoprire se tutto ciò è accaduto perché il suo stalker è tornato a darle la caccia. Nell’episodio seguente vedremo invece Beth e Jack indagare sull’attacco perpetrato da uno stalker sfruttando le fobie della sua vittima. Nel frattempo Beth scoprirà che una sua amica esce con qualcuno che, all’insaputa di entrambe le donne, ha dei legami con lei.

Debutta stasera in chiaro su Rete 4 “Stalker”, la serie che vede protagonisti Dylan McDermott e Maggie Q. I due attori interpretano i protagonisti di questo avvincente crime, i detective Jack Larsen e Beth Davis. Il loro rapporto all’inizio non sarà idilliaco, come spesso accade quando nelle serie tv un uomo e una donna si trovano a lavorare insieme per la prima volta. Le cose però cambieranno con il passare degli episodi, come ci viene mostrato in un video su Youtube che raccoglie le loro migliori scene: dagli sguardi diffidenti alle battute fuoriluogo dell’inizio si passa alle occhiate complici, agli abbracci e ai baci passionali, fino a una scena che li ritrae in casa in atteggiamenti decisamente da coppia. Clicca qui per vedere il video.

Il promo di Stalker, il telefilm che debutta questa sera su Rete 4, è sicuramente molto intenso e ci dà una chiara i dea su cosa aspettarci da questa nuova serie tv. I protagonisti sono Beth Davis, il tenente a capo dell’unità che si occupa di dare la caccia agli stalker e Jack Larsen, il detective della omicidi arrivato da New York e appena entrato in squadra. Dopo aver visto uno degli stalker aspettare una vittima davanti a casa e darle fuoco, ascoltiamo il tenente Davis mentre spiega il suo lavoro, raccontando di come i crimini di questo tipo si siano triplicati dall’avvento dei social network. A essere stalkerizzate non sono solo le donne e infatti vediamo anche il giovane universitario Eric chiedere aiuto a Davis dopo che un amico lo ha registrato di proposito durante un momento intimo con la sua ragazza. Riuscirà Beth ad aiutarlo e a fermare lo stalker con la maschera prima che uccida la sua prossima vittima? Clicca qui per vedere il video promo.

La prima serata di oggi, domenica 17 luglio 2016, di Rete Quattro si tinge di giallo grazie alla partenza della serie Stalker, in prima Tv per le reti in chiaro. Doppi gli appuntamenti che intratterranno il telespettatore per 10 domeniche, a partire ai primi due intitolati “Un gioco con due prede” e “Cos’è successo al piccolo James?“. La squadra del TAU, il Threat Assessment Unit della Polizia di Los Angeles, affronterà dei reali casi di stalking, tema molto forte e sempre più crescente negli ultimi anni. Si parla infatti di circa 2.000 il numero delle donne che negli ultimi 12 anni sono state uccise per mano di coniugi o partner e che prevedono lo stalking come aggravante o incipit. Risale al 1990 la presa di posizione da parte della California contro crimini persecutori di questo tipo, mentre l’attuazione di leggi ad hoc per l’Italia è avvenuta solo nel recente 2009. Al centro della serie la coppia vincente formata da Dylan McDermott, portato sotto le luci della ribalta per il suo ruolo in American Horror Story, e Maggie Q, la spietata Nikita. Il detective e profiler Jack Larsen ed il Tenente Beth Davis indagheranno sui diversi casi che verranno posti all’attenzione del TAU, alla ricerca di colpevoli che spesso passano dal voyeurismo fino a sconfinare in omicidi efferati. Il team si avvale inoltre della presenza di Janice Lawrence, specializzata in psicologia ed alias dell’attrice Mariana Klaveno, Ben Caldwell ovvero Victor Rasuk e attento informatico, ed infine Amanda Taylor, la Procuratrice interpretata da Elisabeth Rohm ed ex moglie di Jack. A tormentare i due protagonisti non saranno solo i vari casi da risolvere, ma anche alcune zone ombrose del loro passato. Larsen si è appena trasferito infatti da New York per circostanze ancora non chiare, mentre Beth è trincerata nel silenzio più assoluto e convinta di non dover toccare alcuni nodi del proprio passato. Il Tenente ha inoltre un motivo personale per aver voluto condurre le indagini del TAU e che presto verrà a galla, volente o nolente. 

Il TAU di Los Angeles guadagna un nuovo componente: il detective Jack Larsen. Il Tenente Beth Davis lo mette subito alla prova sul campo, in occasione di un recente omicidio. La vittima, Kate Edwards, è stata arsa viva mentre cercava di fuggire in auto dal proprio aggressore e non trascorre molto tempo prima che Jack si renda conto dall’appartamento della ragazza che veniva persequitata da molto tempo. Il detective crede inoltre che il colpevole la osservasse da molto vicino, mosso da desiderio sessuale. I sospetti principali diventano quindi il vicino ed un uomo con cui Kate aveva avuto di recente una relazione, entrambi però dotati di alibi. Quella stessa notte, un’altra donna viene presa di mira dallo stalker, ma riesce a salvarsi in modo fortuito. Lori Carter rivela subito al TAU di aver preso in affitto l’appartamento che un tempo era di Kate e Jack capisce che non può trattarsi di una semplice coincidenza. Intanto, Beth si occupa anche di un altro caso che riguarda i due giovani Perry Whitley ed il compagno di stanza Eric Bates, non sapendo che diventerà presto il principale interesse del primo.

Dopo un’inizio incerto, Jack tenta di recuperare prestigio agli occhi di Beth, tentativo subito andato a vuoto. Diverso invece l’approccio di Janice Lawrence che si dimostra molto accogliente. Il TAU viene chiamato per una violazione di domicilio ai danni della sedicenne Hannah McCoy. Uno stalker ha cercato di aggredirla mentre si trovava in giardino con il fratello minore, ma nessuno dei vicini sembra aver visto nulla. Viene individuato subito un pedofilo che vive nei paraggi, ma Jack è convinto che non sia il loro uomo. Secondo le perlustrazioni, lo stalker è un predatore sessuale, particolare che presto conduce Jack ad ipotizzare che in realtà il bersaglio fosse il piccolo Thomas. Nel momento stesso in cui la squadra avvisa la madre, si scopre che il bambino è scomparso. Mentre informa Hannah, Beth nota alcuni dettagli strani nella sua camera e scopre che si nasconde dietro l’aria da brava ragazza. Le indagini porteranno poi verso Rosemary che si scoprirà essere la zia dei due ragazzi ed affetta da turbe psichiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori