Rocco Hunt/ Protagonista in Piazza del Popolo, che carica col pubblico! (Coca Cola Summer Festival 2016, ultima serata 25 luglio)

- La Redazione

Rocco Hunt, il rapper campano a Piazza del Popolo di Roma per la puntata dell’atteso evento dell’estate musicale italiana (Coca Cola Summer Festival 2016, ultima serata 25 luglio)

coca_cola_summer_2016_palco_facebook_new
Coca Cola Summer Festival 2016

Al Coca Cola Summer Festival 2016 Rocco Hunt si è appena esibito nella quarta serata messa in onda da Canale 5 dopo che era andata in scena alla fine di giugno da Piazza del Popolo a Roma. Sicuramente si è imposto all’attenzione anche per la grande carica che il cantante ha portato sul palcoscenico dimostrando grande intelligenza nel gestire il palcoscenico e nel comandarlo con tutto il carisma che ha dimostrato ormai da tempo di avere. Nonostante la giovane età Rocco Hunt sa come prendere gli spettatori e stupisce per come li guida e per la carica che trasmette. Gli occhi poi non si staccano un attimo da lui perchè oltre ad essere bravo a cantare è un vero e proprio performer.

Rocco Hunt è tra gli ospiti stasera della quarta serata del Coca Cola Summer Festival 2016 che viene trasmessa da Canale 5 ma che in realtà è andata in scena alla fine del mese di giugno. Come al solito l’artista campano riesce ad essere coinciso e poetico allo stesso tempo con il suo stile che è davvero inconfondibile. Il ragazzo ha inoltre fatto un vero e proprio salto di qualità anche a livello artistico negli ultimi anni, dimostrando di essere sempre pronto a portare innovazioni nella sua musica con grande talento e indiscutibile originalità. Sul suo profilo di Instagram ha voluto ricordare a tutti i suoi fan che stasera sarà tra gli ospiti di uno degli eventi dell’estate. Lo vediamo su un treno intento a scrivere su di un diario la sua musica e con alle orecchie le cuffie che gli trasmettono  buona musica. Nel commento scrive: “La penna mi confessa! Questa sera sarò ospite al Coca-Cola Summer Festival 2016 su Canale 5. Don’t miss it“, clicca qui per la foto e per i commenti dei suoi follower.

Rocco Hunt sarà tra gli artisti che vedremo esibirsi questa sera in piazza del Popolo per il Coca Cola Summer Festival 2016. Il rapper napoletano ha deciso di sposare la causa dei No Tav e nei giorni scorsi ha infiammato le persone presenti a Venaus per il festival dell’Alta Felicità. Insieme a Nino Frassica, Rocco Hunt ha risposto alla chiamata di Elio Germano, ideatore dell’evento. Rocco Pagliarulo ha spiegato così le ragioni che lo hanno portato a sostenere questa protesta: “Questa gente ha iniziato a lottare prima che io nascessi pertanto ho conosciuto questa vicenda attraverso le immagini della televisione e di Youtube. Mi ha sempre colpito vedere delle persone normali che fronteggiavano gli omoni della polizia. L’Italia dovrebbe imitare lo spirito dei fratellanza dei No Tav perché quando tutti ci vogliono divisi, dobbiamo coalizzarci per combattere i problemi che minacciano il futuro nostro e dei nostri figli”. Clicca qui per vedere l’interivista rilasciata a Ilfattoquotidiano.it.

La prima serata televisiva di Canale 5 ospita in questa occasione il quarto appuntamento con il Coca Cola Summer Festival 2016, presentato dal palco di Piazza del Popolo in Roma da Alessia Marcuzzi. Un evento musicale di grande richiamo che vanta tantissimi grandi nomi della musica italiana tra cui il rapper campano Rocco Hunt. Conosciamolo meglio ripercorrendo la sua giovane ma già significativa carriera.

Rocco Pagliarulo, questo il suo vero nome, è nato a Salerno, nel novembre del 1994, nel quartiere di Pastena. Ha iniziato ad interessarsi molto presto di musica e in particolare di hip hop, frequentando una serie di gare che hanno contribuito a regalargli una prima notorietà di carattere locale. La popolarità a livello nazionale è arrivata nel 2011, quando ha inciso Spiraglio di periferia, un mixtape cui hanno collaborato anche Nto’ e Clementino, riscuotendo un notevole successo. Un successo che gli ha dischiuso le porte della Sony, con la quale due anni dopo ha inciso Poeta urbano, il suo primo lavoro ufficiale in studio, confermando il suo precoce talento. Il 2014 lo ha poi visto sulle tavole del Teatro Ariston, per il Festival di Sanremo, dove ha vinto la gara riservata alle giovani promesse con il brano Nu juorno buono. Lo stesso brano che ha fatto parte del suo secondo lavoro in studio, ‘A verità, che è uscito subito dopo la kermesse canora ligure, raggiungendo immediatamente la vetta delle classifiche di vendita. Il terzo atto della sua discografia è arrivato a distanza di un anno, con il titolo di Signor Hunt, ancora una volta premiato da un ottimi dati di vendite. Nel 2016 ha preso parte nuovamente al Festival di Sanremo, ma stavolta nella sezione principale, classificandosi al nono posto con Wake Up. Rocco Hunt rappresenta un caso a se stante nel panorama del rap italiano. Lontano dalla classica iconografia del rapper tatuato e vestito di borchie, non ha avuto bisogno di passare attraverso i talent show per arrivare all’affermazione. Lui stesso in una intervista rilasciata a Vanity Fair ha ammesso di essere considerato una sorta di rapper della porta accanto, anche per effetto di una proposta più melodica del consueto. Un’immagine che è stata comunque rivoluzionata dalla sua ultima apparizione sanremese, in cui si è presentato con un brano turbo funk dal titolo inequivocabile, che chiede alle persone di svegliarsi di fronte ad una situazione sempre più problematica. Per quanto concerne la sua vita sentimentale, nel corso della medesima intervista ha ammesso di avere una relazione seria con una ragazza, senza comunque svelarne il nome, e di ritenersi una persona abbastanza possessiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori