PRONTI A MORIRE/ Le curiosità del film con Sharon Stone in onda su La7

- La Redazione

Pronti a morire è il film che verrà trasmesso oggi, sabato 9 luglio 2016, su La7 alle 17.45: una pellicola con Sharon Stone e Leonardo DiCaprio, andiamo a vedere la trama

la7_logo_R439
film prima serata

, è il film che andrà in onda su La7 oggi, domenica 10 luglio alle ore 11:30. Inizialmente presentato come uno dei film dell’anno, grazie alla regia di Sam Raimi e ad un cast di attori di primo livello, Pronti a morire ha deluso negli intenti parodistici e non ha fatto di più nelle vesti di western vero e proprio. Pur introducendo in maniera appropriata elementi tipici del genere come duelli e gare all’ultimo sangue, la trama appare fin troppo leggibile ad uno spettatore attento e, a detta dei critici, spesso si perde in alcuni momenti chiave della narrazione. Il grosso del lavoro viene fatto proprio dal cast, che poteva contare su un pilastro come Gene Hackman (Oscar due anni prima ne Gli spietati di Clint Eastwood), un duro e convincente Russell Crowe ed un giovane ma talentuoso Di Caprio. Tanti i famosi sfidanti in gara nel torneo, fra cui compare Gary Sinise (Forrest Gump, CSI NY) e Tobin Bell. Sharon Stone, allora all’apice della propria carriera ha invece evidenziato una certa difficoltà in un ruolo del genere, che la allontana dai suoi standard di icona sexy. Le riprese del film hanno avuto luogo nell’Arizona fra il 1993 ed il 1994, fra i pochi territori statunitensi che si prestano alla costruzione di un set western. C’è anche dell’Italia in questo film di Raimi, che ha voluto la presenza di Dante Spinotti alla fotografia e quella di Pietro Scalia al montaggio. Le musiche del film sono state invece a cura di Alan Silvestri, assiduo collaboratore di Robert Zemeckis (sua sarà la celebre colonna sonora di Forrest Gump). Il sito Bloopers.it riporta alcuni degli errori verificatisi durante le riprese del film. Alcune incongruenze, rivela la pagina web, ci sarebbero dal punto di vista meteorologico, in quanto le piogge non creano effetti sull’ambiente ed anche sul finale, dove le esplosioni arrecano danni in maniera poco verosimile alle persone intorno.

Pronti a morire è un western del 1995 che andrà in onda su La7, sabato 9 luglio alle ore 17:45. Dietro la macchina da presa troviamo Sam Raimi, regista noto per aver diretto Darkman, The Gift – Il dono, Spider-Man e Il grande e potente Oz. Anche il cast di questa pellicola risulta essere di grande livello: la protagonista assoluta viene interpretata da una Sharon Stone in splendida forma. Al suo fianco è possibile apprezzare altri attori di grido come, per esempio, Gene Hackman, Russell Crowe, Leonardo DiCaprio, Gary Sinise, Roberts Blossom, Keith David, Kevin Conway, Lance Henriksen e Tobin Bell. Andiamo a vedere nel dettaglio la trama.

Siamo nel Vecchio West nell’anno 1881: Ellen ?The Lady? (Sharon Stone), è una pistolera solitaria in cerca di vendetta. La donna prende parte ad una gara per virtuosi della pistola che si tiene a Redemption, cittadina dimenticata da Dio e dalla Legge. Il concorso è stato indetto da John Herod (Gene Hackman), feroce fuorilegge che con gli anni è riuscito a diventare il padrone assoluto della città: in questo modo Herod spera di riuscire a togliersi dai piedi tutti i possibili antagonisti. Infatti, risulta essere sempre lui il bandito più veloce con la pistola di tutta la zona. In città, Ellen incontra Cort (Russell Crowe): si tratta di un antico compagno di malefatte di Herod che, stanco di essere un criminale, ha deciso di farsi prete. Da diversi anni persegue faticosamente il benessere della comunità in cui vive. Kid (Leonardo DiCaprio), invece, è un ragazzino di ottime speranze: figlio illegittimo di Herod, spera di impressionare il padre partecipando al torneo. In effetti, il giovane è davvero in gamba e, nelle prime fasi della competizione, riesce a sconfiggere alcuni dei più quotati partecipanti. Anche Ellen se la cava discretamente: è velocissima e possiede riflessi davvero affilati. Anche il povero Cort viene costretto a duellare, dato che Herod non ha ancora digerito che il suo vecchio compagno abbia appeso la pistola al chiodo. Il criminale, dal suo canto, incontra in duello Clay Cantrell (Keith David), cacciatore di taglie che vuole incassare la ricompensa che pende sulla testa del fuorilegge: il malvivente decide di cambiare le regole in corsa. Da quel momento in poi il duello si riterrà concluso quando almeno uno dei due pistoleri sarà morto. Per Cantrell non c’è speranza: Herod lo elimina senza alcuna difficoltà. Anche Ellen deve sottomettersi alla nuova regola ed uccide Eugene Dred (Kevin Conway), colpevole di aver stuprato una delle ragazze del luogo. La cosa, però, non le dà affatto piacere. Finalmente, lo spettatore riesce a scoprire perché la donna sia così determinata ad ammazzare Herod: molti anni addietro il perfido bandito aveva impiccato suo padre, il vecchio sceriffo di Redemption. Il malvivente aveva dato alla fanciulla una pistola e tre proiettili per cercare di colpire la corda a cui sui padre era appeso: se ce l’avesse fatta, sarebbe riuscita a salvargli la vita. Ellen era, però, una bimba piccola che non aveva mai tenuto in mano un’arma in vita sua: con uno dei colpi aveva colpito il corpo di suo padre, uccidendolo. La sua sete di vendetta, da quel momento, l’ha consumata, rendendola spietata e feroce. Ora, alle semifinali, sono rimasti soltanto lei, Court, Kid ed Herod: riuscirà la bella pistolera ad avere giustizia per il suo povero padre?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori