Il grande cuore di Lucky/ Su Canale 5 il film di John Bradshaw. Curiosità sulla pellicola

- La Redazione

Il grande cuore di Lucky, il film in onda su Canale 5 oggi, venerdì 19 agosto 2016. Nel cast: Natasha Henstridge e Harry Hamlin, alla regia John Bradshaw. Il dettaglio della trama.

Foto-Mediaset_new
film

Il grande cuore di Lucky è il film in onda su Canale 5 oggi, venerdì 19 agosto 2016. Il film, di produzione statunitense, è stato intitolato in italiano Il grande cuore di Lucky, facendo riferimento proprio all’affetto del cagnolino che si mette sulle tracce dei bambini scomparsi. Il titolo originale, però, era Your Lucky Dog, letteralmente Il tuo cane fortunato, giocando con la parola Lucky che è anche il nome proprio del cane. In quel caso il gioco di parole era stato impostato su questo nome dando più risalto alla fortuna del cane, come a dire che il ritrovamento dei bambini fosse una questione di straordinaria buona sorte, oltre che di fiuto, mentre il titolo in italiano rende più giustizia all’amore ed alla dedizione del cagnolino. Il film, uscito nel giugno del 2010, è stato girato da John Bradshaw con le musiche di Stacey Hersh e la sceneggiatura di Kevin Commins.

È il film in onda su Canale 5 oggi, venerdì 19 agosto 2016 alle ore 16.00. La pellicola dal genere drammatico prodotta in Canada nel 2010 è stata diretta dal regista John Bradshaw. Gli attori principali che danno volto ai protagonisti sono Natasha Henstridge, Harry Hamlin e Lawrence Dane. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

La protagonista del film è Lisa, una donna giovane e bella che cerca di ricostruirsi una vita dopo un lutto che l’ha colpita. Lisa, infatti, ha appena affrontato la morte di sua madre, alla quale era molto legata, e deve cercare di andare avanti e di ricominciare a pensare al futuro. La donna, prima della morte della madre, non tornava nella propria casa natale da vent’anni, decisa com’era a sbarazzarsi di tutte le vestigia della sua esistenza precedente ed a ricostruirsi una vita al di fuori dell’azienza. La donna però, ritorna nella sua vecchia azienda agricola di famiglia, gestita dai genitori fino alla morte della madre, e qui decide di dare una svolta alla propria esistenza riversando il proprio amore su qualcuno, Lucky, un cucciolo di border collie simpatico ed affettuoso. Il fratello di Lisa, Jim, ha gestito insieme ai genitori la fattoria per molti anni, senza mai riuscire a convincere il padre Clay a convertire la fonte di reddito dell’azienda, la loro è una famiglia di coltivatori, mentre Jim vorrebbe convincere il patriarca a tentare l’allevamento delle pecore. Per gestire un gregge di pecore, però, serve un cane che aiuti il pastore, ed ancora una volta il padre di Lisa si oppone per una questione di troppa spesa economica, inoltre, non è d’accordo con questa adozione, perché pensa che il cane non sia utile la vita di famiglia, mentre Jim ne intuisce le potenzialità e lo addestra come cane da pastore per fargli controllare il gregge di pecore, proprio come aveva desiderato. Suo malgrado Lisa si affeziona molto a questo cagnolino, che presto mostra un’intelligenza fuori dal comune, e mentre il rapporto con il cane si fa sempre più profondo, Lisa si scopre anche molto vicina a Don, il veterinario che segue Lucky che un giorno, Lucky fiuta una traccia, che i suoi padroni pensano essere quella di una pecora o di un animale ferito, non avevano messo in conto che Lucky, invece, fiutasse una traccia di un bambino. La scoperta è sensazionale, il bambino che Lucky ritrova è stato creduto scomparso per molto tempo, e grazie all’olfatto del cane viene ritrovato. I padroni, allora, mettono subito questa capacità del cane al servizio delle Froze dell’Ordine per ritrovare molti bambini che erano stati creduti persi. Lucky, poi, è molto dolce ed affettuoso, e spinge i bambini a fidarsi di lui anche se sono spaventati e soli, questo lo spingerà ad essere considerato un vero paladino della giustizia, capace di risolvere anche le indagini più difficili. Alla fine anche il padre di Lisa, estremamente diffidente nei confronti del cane all’inizio della storia, ammette che la vita della famiglia non sarebbe più la stessa senza la presenza di Lucky.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori