Perdiamoci di vista/ Su Canale 5 il film diretto e interpretato da Carlo Verdone

Perdiamoci di vista, il film in onda su Canale 5 oggi, domenica 7 agosto 2016. Nel cast: Carlo Verdone che ha anche diretto la regia e Asia Argento. La trama del film nel dettaglio

07.08.2016 - La Redazione
Foto-Mediaset_new
film

Perdiamoci di vista è il film che andrà in onda su Canale 5 oggi, domenica 7 agosto 2016, a partire dalle 14.00. Una pellicola del 1994 che è stata diretta da Carlo Verdone, anche protagonista. La pellicola è stata girata in Italia e il soggetto è stato scritto dallo stesso Verdone con Francesca Marciano che assieme hanno anche esteso la sceneggiatura, alla produzione del film ci sono invece Mario e Vittorio Cecchi Gori e la distribuzione in Italia è stata a cura della Penta. Il montaggio a cura di Antonio Siciliano e le musiche che compongono la colonna sonora sono state scritte da Fabio Liberatori, mentre la scenografia è stata realizzata da Franesco Bronzi e i costumi di scena sono stati realizzati da Tatiana Romanoff.

Perdiamoci di vista è il film in onda su Canale 5 oggi, domenica 7 agosto 2016 alle ore 14.00. Una commedia dolce-amara di 22 anni fa con Carlo Verdone regista e attore principale insieme ad Asia Argento, a completare il cast Aldo Maccione, Angelo Bernabucci, Mariangela Giordano, Nicolina Papetti, Luis Molteni e Sonia Gessner. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

Gepy Fuxas è noto a tutto il pubblico che segue il piccolo schermo: si tratta di un presentatore che nel corso del proprio programma, intitolato “Terrazza Italiana” porta nelle case dei telespettatori storie di emarginati e di ultimi che vengono raccontate in modo brutale e insensibile. Nel corso di una puntata del programma il presentatore sta conducendo un’intervista ad una signora di mezza età, argomento del dialogo sono le problematiche dei portatori di handicap. Tuttavia Gepy non mostra troppo interesse per la tematica, considerandolo poco utile ai fini degli ascolti, quindi decide di concentrarsi in modo morboso su tristi vicende private della signora. A questo punto dal pubblico spunta una giovane, il suo nome è Arianna e vediamo subito che si tratta di una giovane paraplegica. La ragazza rimprovera il conduttore per il comportamento avuto nei confronti della signora e ne nasce un alterco, nel corso del quale Gepy arriva ad affermare che la ragazza riceve l’appoggio del pubblico perchè quest’ultimo sarebbe impietosito dalla sua condizione di ragazza sulla sedia a rotelle e che chi è paraplegico alla fine “è razzista nei confronti di chi è normale”. Queste esternazioni hanno l’effetto di un boomerang perchè anche se tutti sanno che il programma è un qualcosa di cinico che gioca sui dolori della gente, il perbenismo impone il politicamente corretto. Il giorno dopo, pur davanti ad ascolti altissimi, il massimo dirigente della rete su cui il programma è sempre andato in onda, opta per una soluzione drastica, chiusura del programma e allontanamento di Fuxas. La vita di quest’ultimo cambia all’improvviso e non passa molto tempo prima che Fuxas si renda conto che prima era attorniato di persone che gli si dichiaravano amiche solo per il successo che lui riscuoteva. Una sera sta cenando in un locale e si imbatte in un conduttore in declino, che gli racconta come è riuscito a continuare a lavorare e gli offre un posto in una piccola emittente locale, su cui dovrebbe condurre uno show di infima qualità il cui titolo è già tutto un programma. Lo show si intitola infatti “Galline da combattimento” ed è totalmente basato su una finzione, visto che i protagonisti sono attori di piccolo calibro pagati per fingersi un marito, una moglie e l’amante e con il compito di far conoscere al pubblico i dettagli più scabrosi del loro squallido triangolo. Il conduttore si prende un po di tempo per pensare alla proposta e per puro caso si imbatte in Arianna. La ragazza lo invita a cena a casa sua e il suo atteggiamento sembra quello di una persona in cerca di amicizia. Gepy ci mette davvero poco a capire come la vita della giovane sia assai migliore della sua, così vacua e vuota. Il rapporto tra i due prosegue tra alti e bassi e a momenti in cui pare che i due debbano definitivamente “perdersi di vista”, ne seguono altri in cui si riavvicinano e si scoprono sempre più maturi e consci di quel che sono. Se da un lato Gepy si rende conto di aver cambiato il proprio modo d’essere dopo essere stato a stretto contatto con una persona come Arianna, quest’ultima capisce cosa significhi per gli altri doversi confrontare con una persona come lei, dal carattere complicato e con cambi d’umore continui. Ad un certo punto Gepy decide di recarsi con la ragazza a Praga. Il motivo ufficiale è per una vacanza, ma in realtà lui vuole farla vedere da un luminare per capire se potrà mai tornare a camminare. La ragazza reagisce male una volta scoperto tutto e alla fine riesce a far dire a Gepy che lui, pur volendole bene, non riesce ad accettarla totalmente a causa della sua condizione. A questo punto lei se ne va furiosa, ma si ritrova con la carrozzina incastrata sui binari del tram. Gepy la soccorre, portandola via con se in braccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori