Una ragione per vivere e una per morire/ Su Iris il film con Bud Spencer e James Coburn, i luoghi della pellicola

- La Redazione

Una ragione per vivere e una per morire, il film in onda su iris oggi, martedì 9 agosto 2016. Nel cast: Bud Spencer e James Coburn, alla regia Tonino Valerii. La trama nel dettaglio

iris_logo
film prima serata

Una ragione per vivere e una per morire è il film che andrà in onda su Iris oggi, martedì 9 agosto 2016. La pellicola western del 1972 è stata diretta dal regista Tonino Valeri su un soggetto cinematografico scritto da Ernesto Gastaldi e dallo stesso resta, che insieme hanno anche esteso la sceneggiatura con Rafael Azcona. Il montaggio è stato realizzato da Franco Fraticelli e gli effetti speciali da Giovanni Corridori, il produttore è Alfonso Sansone mentre la fotografia è stata gestita da Alejandro Ulloa. La scenografia ed i costumi di scena sono stati curati e realizzati da Elio Micheli e le musiche della colonna sonora sono state composte da Riz Ortolani. Le riprese di questa pellicola sono state effettuate tra Italia, Germania, Spagna e Francia, e la sua durata è pari a 118 minuti.

Una ragione per vivere e una per morire è il film in onda su Iris oggi, martedì 9 agosto 2016 alle ore 21.00. Una pellicola del 1972 di genere spaghetti western, diretta da Tonino Valerii, con protagonisti gli attori Telly Savalas, James Coburn e Bud Spencer. Vediamo nel dettaglio la trama del film.

Il film è ambientato nel periodo durante la guerra per la secessione americana del 1862, con l’entrata quindi in vigore della legge marziale che prevedeva pene severe anche per i reati minori. A causa di un furto effetuato in una chiesa, il ladro Elì Sampson interpretato da un bravissimo Bud Spencer, viene catturato da una brigata nordista, con lui anche un altro uomo molto strano e misterioso che verrà considerato suo complice l’ex colonnello Pembroke, radiato dall’esercito per tradimento, interpretato da James Coburn. Il due malcapitati verranno trasportati in un forte nordista, una volta scoperto che Pembroke era un ex colonnello e un uomo molto duro e guerrigliero, cerca di convincere il maggiore Ballard di farsi mandare alla riconquista del forte, usando come aiutanti alcuni uomini condannati a morte. Penbroke prima che quest’ultimi venissero uccisi, li convince a farsi aiutare, e che in cambio otterranno la grazia. Tra questi condannati ovviamente ci sarà anche Elì, il gruppo si mette subito in marcia. Il colonnello però capisce che questi uomini dovranno avere una motivazione più alta per poter tornare vittoriosi, quindi gli comunica che all’interno di Fort Holman c’è una presenza smisurata di oro, rubato ad una banca del sud. Tutto il gruppo adesso è molto più agguerrito e convinto di poter riconquistare il forte e avere tutti l propria vendetta a discapito il maggiore Ward interpretato da Telly Savalas, che teneva in ostaggio anche il figlio del colonnello. Fort Holman è posizionato in un punto molto difficile da accedere, sopra una collina vicino ad una strada sotterranea. Elì si rivelerà indispensabile, infatti riesce ad infiltrarsi all’interno del forte, dopo essersi impossessato di una divisa sudista. Il gruppo inizia a salire sul ponte ma non immaginerà che questo è totalmente minato e che basterebbe azionare una leva per farlo saltare in aria. Alla fine però gli eroi dopo una lunghissima e sanguinosa battaglia, riusciranno ad avere la meglio è conquistare finalmente il forte ed avere la propria vendetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori