MADAM SECRETARY / Anticipazioni del 15 settembre 2016: Matt faccia a faccia con Win!

Madam Secretary, anticipazioni del 15 settembre 2016, in prima Tv assoluta su Rai 2. I delegati iracheni in visita scoprono il passato di Bess; Blake inizia a provare qualcosa per Stevie… 

15.09.2016 - La Redazione
Madame_Secretary_Facebook_r439
Madam secretary 2

Alle 17:10 di oggi, giovedì 15 settembre 2016, Rai 2 trasmetterà un nuovo episodio di Madam Secretary, in prima Tv assoluta. Si tratta della nona puntata, dal titolo “Così è la vita“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati: Bess (Téa Leoni) non digerisce di non essere stata informata del rientro di Henry (Tim Daly) all’NSA voluta dal Presidente. Affronta subito Jackson (Zeljko Ivanek) che tuttavia nega la possibilità di fare marcia indietro e le assicura che la missione durerà poco tempo. Intanto, Henry continua a sorvegliare Klaus Von Muhlberg (Ronald Guttman), partecipando ad alcuni eventi mondani. Mentre Matt (Geoffrey Arend) cerca di governare la gelosia, Bess deve anche pensare a come risolvere alcuni conflitti con sul territorio moldavo, per via della presenza di un trafficante d’armi che sta uccidendo diversi civili. Il Primo Ministro modalvo Vlad Diacov (Victor Slezak) ha chiesto l’aiuto dell’America ed il Segretario decide di far agire Jim (Tom Degnan), ex agente della CIA e nativo della Moldavia, per individuare il Generale Kolba (Daniel Oreskes). Poco dopo, Kolba diffonde alcune frasi poco carine contro il Segretario, insinuando che sia interessata sentimentalmente a lui. Con Henry invece il dialogo è a zero per gli impegni segreti intrapresi da entrambi. Il giorno dopo, Nadine (Bebe Neuwirth) informa Bess che l’aereo di Jim è disperso e la moglie dell’ex agente si precipita alla Casa Bianca per avere notizie, pur essendo all’oscuro della missione. Intanto, Henry viene obbligato dalla sua responsabile dell’agenzia di introdursi in casa del collega, richiesta che solleva le sue resistenze. In modo casuale Klaus lo invita però personalmente nella sua villa ed Henry approfitta di un momento di distrazione per sostituire una pedina della sua scacchiera con una cimice. Scoperto che Klaus è collegato con alcune stragi in tutto il mondo, l’insegnante decide di proseguire ma gli viene richiesto di mantenere il segreto con tutti, anche con la moglie. Bess invece inizia a nutrire qualche dubbio sulla scomparsa di Jim e teme che si tratti della stessa talpa che ha ucciso Marsh, ma le amiche non le danno ascolto. L’aereo dispero viene poi individuato in una zona remota e Bess deve trovare un modo per riuscire ad introdursi nel Paese. Non potendo chiedere aiuto al Ministro, Bess decide di sfruttare il forte ascendente che ha su Kolba e lo distrae il tempo necessario per permettere alla squadra di Jim di poter eliminare la sua aviazione. Il piano di Bess va quindi a buon fine e Jim riesce finalmente a tornare a casa. Quella sera, Henry riferisce alla moglie di aver concluso il suo periodo con l’NSA, anche se nutre dei dubbi sul fatto che debba mentirle ancora. Poco dopo, il Segretario viene informato che George aveva richiesto l’aiuto della comune amica alla CIA e che ci sono grosse possibilità che sia stato effettivamente ucciso.

Uno squilibrato si avvicina pericolosamente al Dipartimento di Stato, scatenando le misure di sicurezza che impongono a Bess e Stevie di rimanere all’interno. Il Segretario sta inoltre intrattenendo una delegazione irachena in visita e rischia di far scoprire il proprio passato nella CIA quando dimostra di conoscere troppo bene la lingua. Intanto, Matt si ritrova faccia a faccia con Win, il fidanzato di Daisy, con il quale rimane bloccato e con cui si innesca una forte tensione. In un altro ufficio Blake si trova invece bloccato con Stevie che gli confida di credere di essere una delusione per la madre, a causa del suo abbandono del college. Più tardi, uno dei traduttori riconosce Bess e la accusa di essere coinvolta nella morte di un suo cugino. Anche se il Segretario cerca di fargli capire che si tratta di un errore, gli iracheni notano che sta nascondendo qualcosa. In passato infatti Bess ha visitato l’Iraq mentre si trovava in missione segreta per conto della CIA ed ha approvato le torture usate dall’agenzia per ottenere informazioni importanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori