SORVEGLIATO SPECIALE/ Gli errori presenti nel film con Sylvester Stallone e John Amos in onda su Rete4

- La Redazione

Sorvegliato speciale, il film in onda su Rete 4 oggi, sabato 17 settembre 2016. Nel cast: Sylvester Stallone e John Amos, alla regia John Flynn. La trama del film nel dettaglio. 

Foto-Mediaset_new
film

‘ – Sorvegliato speciale, è il film che verrà trasmesso su Rete 4 oggi, sabato 17 settembre 2016. Come altre pellicole anche questa porterà in tv una serie di errori che solo gli occhi più esperti riusciranno a vedere. In particolare, quanto al protagonista, si scontra con la guardia del corpo del direttore, lo stenderà immediatamente, subito dopo Frank verrà accoltellato alle spalle da un detenuto, ma la giacca risulta già sporca di sangue ancor prima che il coltello gli entrasse nella schiena. Quando Leone, si vede in carcere dormire nella sua branda, e le guardie entreranno di colpo per prelevarlo, l’uomo si trovava in canottiera e slip e verrà ammanettato, ma subito dopo salito nel camioncino per il trasporto, incredibilmente indosserà i pantaloni e una camicia. Il protagonista indossa al collo una catenina con un anello, l’amico Dallas tiene sempre un paio di occhiali appesi ad una catenina, ma per giusto nella realtà in carcere questi accessori sono vietati.

È il film in onda su Rete 4 oggi, sabato 17 settembre 2016 alle ore 21.15. Una pellicola d’azione e drammatica del 1989 che è stata diretta dal regista John Flynn, e interpretato da Sylvester Stallone. Tra gli altri attori presenti nella pellicola troviamo John Amos, Tom Sizemore, Donald Sutherland, Sonny Landham, Darlanne Fluegel e Frank McRae. Ma vediamo la trama del film nel dettaglio. 

Il film racconta le vicende di un uomo di nome Frank Leone, un carcerato esemplare ed educato, appena rientrato in carcere dopo una breve licenzia premio passata con la sua fidanzata Melissa. L’uomo ormai era quasi a fine pena, una notte però verrà trasportato in un carcere molto più duro, dove il direttore era un uomo molto spietato e provocatorio. Warden Drumgoole odiava infatti Leone, perché in passato gli era sfuggito dalla prigione, e di conseguenza rovinato la carriera. Qui Frank inizierà a subire tante torture, sia dalle guardie che dai detenuti. Leone però sapendo che ormai è ha fine pena, deciderà di resistere, anche all’isolamento ingiustificato. Leone in carcere si farà degli amici, e il direttore per provocarlo, farà uccidere il suo migliore amico e successivamente gli comunicherà che la sua fidanzata rischiava di essere violentata, così da farlo cercare di evadere per incastrarlo. Durante la fuga, Frank però verrà tradito da un amico, che era stato comprato dal direttore con finte promesse, e quindi si ritroverà braccato dalle guardie. L’amico una volta scoperto che era stato preso in giro dal direttore, deciderà di togliersi la vita perché aveva tradito il suo amico. Frank, dopo mille difficoltà riuscirà a sequestrare il perfido direttore, minacciandolo di morte su una sedia elettrica. Drumgoole così si vedrà costretto a confessare tutto davanti ai suoi superiori. Il direttore verrà arrestato, mentre Frank, finalmente dopo poco tempo, sarà finalmente libero, festeggiato da tutti i compagni e dalla fidanzata Melissa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori