Festival di Venezia 2016 / 73ma edizione: Gerard Depardieu attacca Kusturica (oggi, 9 settembre)

Festival di Venezia 2016: Monica Bellucci sarà in Lungo la via lattea, una commedia romantica. Curiosità per il film d’animazione Gantz:o di Kawamura Yasushi. News del 9 settembre.

09.09.2016 - La Redazione
Venezia_Festival_2016_R439
Festival del Cinema di Venezia 2016

Oggi nella splendida città lagunare di Venezia era il giorno della presentazione del film On the Milky Road, diretto dal regista serbo Emir Kusturica e con Monica Bellucci grande protagonista. Tuttavia per il noto regista non ci sono stati soltanto applausi e commenti positivi ma anche critiche ed insulti. Infatti, il noto attore francese Gerard Depardieu nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, ha attaccato Kusturica in maniera neanche tanto velata: “Kusturica è un falso, un menteur, un bugiardo. Lui è tutta una finzione, è un personaggio costruito, vuole fare il gipsy ma non lo è, è figlio di genitori borghesi, non è un artista di estrazione popolare come vuole mostrarsi. Lui non è neanche un serbo, i serbi lo detestano tutti. È un personaggio terribile, è tutta una farsa. Guardate, ho detto a Monica Bellucci che è un’assurdità che si sia messa con questo qui. La conosco bene, è una donna molto intelligente, veramente bella, di sensualità incredibile, non capisco come abbia fatto a fare un film con uno così”.

Per il film che interpreta meglio la sostenibilità tra quelli in gara al Festival del Cinema di Venezia è previsto il “Green Drop Award”. Il premio collaterale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è andato quest’anno a due film: ex equo per “Spira Mirabilis” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e “Voyage of Time: Life’s Journey” di Terrence Malick. La giuria, composta in quest’edizione da Ricky Tognazzi, Simona Izzo e Antonio Disi (responsabile del servizio Comunicazione dell’Unità Efficienza Energetica per ENEA) ha spiegato che questi due film in gara al Festival del Cinema di Venezia 2016 hanno vinto il Green Drop Award “per aver raccontato l’aspirazione della natura all’immortalità e per aver aperto più di una riflessione sul rapporto fra uomo e natura e sul senso del nostro incedere nell’universo”. E’ stata l’attrice Francesca Cavallin, madrina del Green Drop Award 2016, a consegnare il premio.

Sono co-protagoniste del film ‘Planetarium’ presentato oggi al Festival di Venezia 2016 Natalie Portman e Lily-Rose Depp, la figlia 17enne di Johnny Depp. Le due attrici recitano nella pellicola fuori concorso alla mostra del cinema. Ed è stata proprio Natalie Portman a consigliare Lily-Rose Depp al regista Rebecca Zlotowski. E’ stata proprio l’attrice israeliana a rivelarlo a Vanity Fair: “Sapevo che stavano cercando un’attrice giovane in grado di recitare sia in francese che in inglese, e questo già restringeva la scelta. Ho visto una foto di Lily-Rose su un giornale e ho pensato: be’, potremmo essere sorelle, abbiamo gli stessi colori e anche la stessa forma del viso”. Su Lily-Rose Depp Natalie Portman ha poi aggiunto: “In realtà lei è così giovane che potrebbe essere mia figlia. Quello che non sapevo è che fosse così dotata, è stata davvero una sorpresa. Non solo sa recitare: è una ragazza fantastica”.

Al Festival di Venezia 2016 è anche il giorno oggi di Lily-Rose Depp, la figlia 17enne di Johnny Depp e Vanessa Paradis. L’attrice è arrivata alla mostra del cinema per presentare il film fuori concorso di Rebecca Zlotowski, ‘Planetarium’, che vanta nel cast anche Natalie Portman. Il film è ambientato nella Parigi degli anni ’30 e narra la storia di Kate e Laura Barlow, due giovani spiritiste americane che stanno concludendo un giro del mondo. Il produttore cinematografico francese André Korben le ingaggia per girare un film molto ambizioso. Presi da questo progetto non si accorgono di quanto sta accadento in Europa. Dopo le accuse dell’ex moglie Amber Heard al padre, Lily-Rose Depp ha pubblicato questo post sul suo profilo Instagram: “My dad is the sweetest most loving person I know, he’s been nothing but a wonderful father to my little brother and I, and everyone who knows him would say the same” (“Mio padre è la persona più dolce che io conosca, è stato meraviglioso con me e con il mio fratello più piccolo, e chiunque lo conosca dirà la stessa cosa”): clicca qui per vedere la foto.

Ha ricevuto già gli applausi della stampa al Festival di Venezia 2016 Monica Bellucci protagonista alla mostra del cinema con ‘On The Milky Road’. Il film è stato proiettato in anteprima per i giornalisti ed è stato apprezzato: la proiezione ufficiale della pellicola è prevista per stasera. Il film è diretto e interpretato da Emir Kusturica. ‘On The Milky Road’ è ambientata durante la guerra nei Balcani e racconta la storia d’amore tra due persone che non hanno più nulla da perdere. Basato sul cortometraggio Our Life, il film è stato scritto a quattro mani dal regista Kusturica e da sua figlia Dunja. Il tema principale della pellicola è la semplice storia d’amore tra un uomo, interpretato da Emir Kusturica e sua moglie, interpretata da Monica Bellucci, che vivono in una zona montuosa della Serbia. ‘On The Milky Road’ è un film d’amore e un film di guerra. Emir Kusturica torna in concorso al Festival di Venezia 2016 dopo 18 anni da ‘Gatto nero, gatto bianco’ e dopo 35 anni da ‘Ti ricordi di Dolly Bell?’ che rappresentò il suo esordio alla regia cinematografica.

E’ il giorno di Monica Bellucci oggi al Festival di Venezia 2016. Alla mostra del cinema l’attrice italiana famosa in tutto il mondo è protagonista di ‘On The Milky Road’, il film che Emir Kusturica porta in concorso alla kermesse. La pellicola racconta la storia di un uomo che, scosso dalla morte della moglie, decide di diventare monaco. La proiezione del film, in programma stasera alle 20, chiuderà la sfilata delle pellicole in concorso al Festival di Venezia 2016, in attesa del Leone d’Oro che verrà assegnato domani. Monica Bellucci, che ha posato nuda per il settimanale francese Paris Match, a proposito del film ha dichiarato, come riporta Il Messaggero: “E’ una bella storia d’amore ambientata durante la guerra dei Balcani, tra il 1990 e il 1994”, si tratta di “due persone che hanno perso tutto e non hanno più nulla da perdere”. La Bellucci ha 50 anni e ha raccontato al settimanale francese anche qual è il suo rapporto con la sessualità: “Il desiderio non si estingue invecchiando. Quando si è giovani si ha un desiderio ormonale primario. Ognuno è mosso dagli impulsi. Con il tempo forse il sesso diventa più riflessivo, ma il piacere è altrettanto forte. Quando la sensualità e la sessualità si mescolano con l’amore è l’apoteosi ed è bellissimo. Oggi, ho difficoltà a fare sesso senza provare amore”.

Il Festival di Venezia 2016 riporta di nuovo l’Italia sul Red Carpet in questa giornata di venerdì 9 settembre. Siamo agli sgoccioli della mostra, ma sono ancora diversi i film in concorso tutti da gustare e fra questi non si può menzionare la pellicola di Emir Kusturica Na Mlijecnom putu (on the milky road), dove vedremo anche Monica Bellucci. Al fianco della bellezza più mediterranea del Bel Paese, lo stesso regista, Predrag Manojlovic e Sloboca Micalovic. Il film assumerà il nome italiano de Lungo la via lattea per le nostre sale cinematografiche, ma nei diversi fotogrammi la Bellucci sfoggerà una recitazione tutta in serbo. Sarà suo il ruolo di un’agente donna dei servizi segreti che si vedrà costretta ad assumere un’altra identità pur di sfuggire alla guerra che sta flagellando la Croazia. Nel tentativo di sfuggire anche alle proprie origini conoscerà Kosta, ovvero Emir Kusturica, di cui si innamorerà perdutamente. La Bellucci sarà inoltre presente proprio oggi per l’anteprima del film ed al fianco di Kusturica interverrà al light dinner che si svolgerà alla PalazzinaG, dove si svolgerà anche il prestigioso The Lions Night Party con tantissime star d’oltreoceano. Parlerà al femminile anche Ang babaeng humayo (The woman who left) di Lav Diaz, andando a concentrarsi sulla figura di Horacia Somorostro e della pressione ricevuta dalla sua stessa vita. Nel film saranno presenti inoltre gli attori John Lloyd Cruz e Charo Santos-Concio. 

La sezione Fuori Concorso del Festival di Venezia 2016 porterà invece sotto i riflettori il film Our War di Bruno Chiaravalloti, Benedetta Argentieri e Claudio Jampaglia, per poi proseguire nel pomeriggio con A Jamais del regista francese Benoit Jacquot, con Julia Roy, Mathieu Amalric e Jeanne Balibar. Due pellicole in perfetto contrasto che nel primo caso accompagneranno per mano lo spettatore lungo un documentario realistico e basato sui soldati che respingono le forze dell’Isis. Jacquot invece ritorna sul grande schermo con una commedia drammatica, basata sul romanzo The body artist dello scrittore Don DeLillo. Degne di nota anche le scelte per la sezione Orizzonti : alle 14:45 la Sala Darsena vivrà la proiezione del film di Parvis Shahbazi intitolato Malaria, con Saed Soheili, Saghar Ghanaat, Azadeh Hamdari e Azarakhsh Farahani. Alle 17 sarà invece la volta di Boys in the trees del regista Nicholas Verso, con Gulliver McGrath, Toby Wallace, Justin Holborow e Mitzi Ruhlmann. Per i film Fuori Concorso spicca inoltre l’ultimo lavoro del regista giapponese Kawamura Yasushi, dal titolo Gantz:o, che ha già aperto la sezione nella giornata di ieri. La sua trasposizione del tutto digitalizzata del manga Gantz/Osaka della fumettista Hiroya Oku ha riscosso un forte successo, sia per gli effetti speciali utilizzati sia per la resa perfetta del genere d’azione. 

I commenti dei lettori