Squadra Antimafia 8 / Anticipazioni seconda puntata 15 settembre: l’intenso addio a Davide Tempofosco

- La Redazione

Squadra Antimafia 8, anticipazioni seconda puntata 15 settembre 2016 e diretta prima: De Silva è morto, arriva Giovanni Reitani il nuovo boss. È tornata in libertà Rachele Ragno

squadea_antimafia_8_R439
Squadra Antimafia 8

Un importante personaggio ci ha lasciato nel corso della prima puntata di Squadra Antimafia 8: stiamo ovviamente parlando di Davide Tempofosco, il vice questore che ha trovato in Anna Cantalupo la sua sostituta. Sicuramente la sua morte è stata un duro colpo inaspettato per molti telespettatori e oggi sulla pagina Facebook dedicata alal fiction di Canale 5 troviamo un post dedicato alla memoria del personaggio interpretato da Giovanni Scifoni: “Ciao Davide. Ci mancherai. #SquadraAntimafia”. Tanti i commenti dei telespettatori che hanno voluto condividere insieme questo lutto: “E’ stato spiazzante vedere il tuo personaggio morire dopo neanche un minuto dall’inizio della puntata. Mi piaceva molto il tuo ruolo e anche tu come attore. Ci mancherai davvero”, ” Si ma dai, era l’ultimo a cui mi ero affezionata, ma come si fa a morire così, dopo due minuti di scena e per uno che arriva fresco fresco e si sente già onnipotente”, “Potevano anke evitare di farlo uscire subito d scena e in quel modo poi..”. Clicca qui per vedere il post e tutti i commenti.

La prima puntata di Squadra Antimafia 8 è andata in onda ieri sera su Canale 5 e a seguirla non c’erano solo milioni di italiani ma anche gli stessi protagonisti della fiction. Alcuni di loro hanno formato una sorta di “gruppo d’ascolto” e hanno guardato la puntata live insieme al loro pubblico. A fine serata è stato il momento dei saluti e Giulio Berruti ha salutato i fans insieme ai suoi colleghi: “Abbiamo appena finito di guardare Squadra con voi…siamo tutti qua schierati e stanchissimi. Siamo molto felici ma soprattutto dobbiamo dire una cosa importante. La prima puntata si sa, è introduttiva. Hnano lanciato un po’ di ami, bisogna vedere se voi abboccate o meno. Quindi…seguiteci”. Clicca qui per vedere il video sulla pagina Facebook di Squadra Antimafia.

Con il pretesto di vedere se i telespettatori di Squadra Antimafia 8 sono stati attenti, la pagina Facebook dedicata alla fiction ha proposto loro un divertente giochino con tre opzioni tra cui scegliere la citazione corretta. Praticamente tutti hanno individuato le esatte parole pronunciate da Filippo De Silva in questo episodio: “C’è sempre una guerra, e per vincere bisogna fare sacrifici”. Ma il post ha aperto la discussione su tutt’altro e cioè su quanto il pubblico senta la mancanza di due personaggi principali che da questa stagione non compaiono più nella fiction, Rosy Abate e Domenico Calcaterra: “Dopo l’uscita di Rosi Abbate la serie ha perso molto…! unico e solo personaggio interessante,oltre che bravissimo attore è Paolo Pierobon ! con tutto il rispetto per gli altri attori…non hanno quel “quid” in più che rendeva la serie speciale.!Bravo come sempre Paolo Pierobon!”, “Da quando non c e piu rosy abate e calcaterra anche l adrenalina se ne è andata!!! Spero di rivederli. Sono tutti carini e bravini ma a quei livelli è rimasto il grande grandissimo de silva(meno male) alla prossima puntata”, “Scusate …ma o cambiate il titolo ..o ci ridate la vecchia squadra !!!mi spiace ma nn ci sono più le passioni .. i brividi che ci hanno regalato Calcaterra e Rosy … Rosy ci ha fatto piangere emozionare”. Clicca qui per vedere il post e tutti i commenti.

Un esordio abbastanza soddisfacente per Squadra Antimafia 8 che ieri sera, tra mille colpi di scena e sequenze che hanno lasciato il fiato sospeso, ha saputo intrattenere davanti al piccolo schermo 3 milioni e 681mila telespettatori con uno share pari al 17%. Un buon risultato, che è stato secondo solamente a quanto fatto da Un medico in famiglia 10: la fiction ha infatti ottenuto uno share del 18.6% con quasi 4 milioni di spettatori al seguito. I numeri non mentono, ma di certo bisogna sottolineare che quelli dell’anno scorso erano stati più rosei in confronto: il debutto della settimana stagione di Squadra Antimafia 7, che risale a mercoledì 9 settembre 2015, aveva infatti convinto più di 4 milioni di telespettatori con uno share del 19.58%. Come andrà dunque la settimana prossima, quando Rai 1 manderà in onda la terza puntata di Un medico in famiglia?

Ieri, giovedì 8 settembre, è andata in onda la prima puntata di Squadra Antimafia 8, per la gioia di quanti attendevano da tempo la nuova serie. La puntata è stata seguita anche sui social network, cosa che da sempre è indice di successo di un programma soprattutto fra il pubblico più giovane. L’hashtag #squadraantimafia, infatti, ha dominato senza difficoltà tutte le tendenze del web, conquistando primo posto fra gli argomenti più discussi a pochi minuti dalla fine del primo episodio. Naturalmente, la maggior parte dei tweet lasciati dagli internauti ha avuto come tema la morte di De Silva. Ecco qualche commento: “Filippo e Rosy dai !! Non ci crede nessuno che siete morti !! Già dalla prima puntata ci fate gli scherzi !! 😀 GRANDI!! #SquadraAntimafia”, “Ogni volta che De Silva si fa arrestare ha un piano in mente, e quel piano manda avanti tutta la stagione”, “Ma davvero credete che De Silva sia morto? Non avete ancora imparato a conoscerlo dopo tutte queste stagioni? #SquadraAntimafia”, “E comunque, mi manca Rosy Abate basta ciao #SquadraAntimafia”. Il web non crede alla morte di De Silva, rivedremo molto presto il personaggio in azione?

Nella prima puntata di Squadra Antimafia 8 ci sono stati addii come quello di Davide Tempofosco, ritorni come quello di Filippo De Silva (sarà morto davvero?) e nuovi arrivi, in primis quello di Carlo Nigro ma cosa succederà nella seconda puntata in onda giovedì 15 settembre? Oltre a vedere la squadra dare la caccia al boss Giovanni Reitani vedremo anche il ritorno di Rachele Ragno. La bellissima dark lady riuscirà a fuggire dall’ospedale in cui è rinchiusa e, dopo aver ritrovato la libertà, giurerà vendetta. Rachele, bella e spietata, combatterà da sola la sua guerra? Dalle anticipazioni che circolano in rete è difficile fare pronostici ma la bella Rachele potrebbe entrare nella squadra del boss Reitani anche se i fans scommettono che la morte di De Silva sia solo apparente e che Rachele farà squadra con lui.

La prima puntata di Squadra Antimafia 8 ha regalato i primi colpi di scena con la morte certa di Davide Tempofosco e quelle apparenti di Filippo De Silva e Rosy Abate i cui corpi sono stati ritrovati dalla squadra della Duomo al termine del primo appuntamento. Misteri che Anna Cantalupo e la sua nuova Squadra deve risolvere cercando di scoprire il prima possibile il nome di colui che ha ordinato la morte di Tempofosco. Nel corso della seconda puntata in onda giovedì 15 settembre ci sarà una prima svolta nelle indagini. La Duomo arriverà al nome di Giovanni Reitani, il boss che è tornato in Sicilia dopo 30 di latitanza con l’intento di conquistare tutto il potere. La sua ascesa, però, non sarà così semplice: oltre a dover combattere contro le altre famiglie mafiose, il boss dovrà fare i conti con la Duomo, in primis con l’ispettore Carlo Nigro che incrocerà la sua strada con il pericoloso boss mettendo in pericolo anche i suoi stessi compagni.

Squadra Antimafia 8 è tornata su Canale 5 con una serie avvincente e ricca di colpi di scena, un cast rinnovato ma anche qualche vecchia conoscenza che regala continuità alla narrazione. Le indagini della Duomo partono da un’esplosione, a causa della quale Tempofosco perde la vita. Questo grave lutto porta Anna Cantalupo a reagire, prendendo le redini delle indagini attraverso le ultime indicazioni lasciate da Tempofosco: un’eredità fatta di nomi, quelli dei nuovi membri da reclutare. È così che alla Duomo arriva la nuova squadra, formata da Giano Settembrini, l’ispettore capo che ama lavorare ai limiti fra ciò che è concesso e ciò che non lo è, e che per questo ha spesso dovuto fare i conti con la legge, Carlo Nigro, con una vita privata ingarbugliata e un lato oscuro contro cui combattere, e Rosalia Bertinelli, con una famiglia mafiosa alle spalle e una gran voglia di riscatto. I nuovi arrivati, che appaiono ancora fortemente scollegati l’uno dall’altra, dovranno ben presto trovare un compromesso per far fronte comune contro il nuovo Boss, Giovanni Reitani, che è tornato in città per impossessarsi di tutti i traffici, a partire da quello più importante: l’uranio. Il nuovo team si è ritrovato a indagare sui primi omicidi scatenati dal boss, senza comunque arrivare alla sua identità, che verrà svelata solo nella prossima puntata. In questo primo episodio, inoltre, ha fatto la sua comparsa anche Filippo De Silva, catturato dalla Duomo e poi ritrovato apparentemente morto suicida in carcere. La dinamica, poco chiara, non potrà mai essere chiarita a causa dell’assenza di telecamere di sorveglianza nella sua cella. Un’altra scomparsa, però potrebbe mettere in allarme tutti i fan di Squadra Antimafia, è quella di Rosy Abate: dalle indagini della scientifica, infatti, è risultato essere suo il corpo carbonizzato ritrovato nei pressi della benzina. Rosy e De Silva sono morti? Nella prossima puntata, che andrà in onda giovedì 15 settembre, la Duomo riuscirà finalmente a dare un nome al boss Reitani e comincerà a indagare sul suo conto. Il boss, intanto, si avvicinerà al clan Marchese per un affare milionario, mentre per Rachele Ragno, fuggita dall’ospedale nel corso del primo episodio, si apriranno delle nuove alleanze molto importanti. 

Squadra Antimafia 8 tornerà il 15 settembre per il secondo imperdibile appuntamento. La duomo cercherà ancora il colpevole dell’attentato che ha ucciso Tempofosco ma continuerà a brancolare nel buio. Anna Cantalupo farà il possibile per scoprire il nome del mandante e lavorerà a stretto contatto con la nuova squadra. A un certo punto delle indagini, sarà Rosalia Bertelli a scoprire il nome del boss, Giovanni Reitani (Ennio Fantastichini), rientrato a Catania dopo oltre trent’anni di latitanza. Ci saranno ancora nuove difficoltà per il nuovo team, che dovrà imparare a collaborare come una vera squadra senza le divisioni dei primi giorni. Solo così sarà possibile operare al meglio contro il nuovo nemico, che è determinato a non fermarsi e continuerà a portare avanti la sua vendetta.

Filippo De Silva fa il suo ingresso a Squadra Antimafia 8 e punta una pistola contro Gustavo, il giovane nipote di Oreste. La spia vuole sapere il nascondiglio di suo nonno e minaccia di ucciderlo se non otterrà le informazioni che cerca. La Duomo, intanto, arriva all’uomo che nasconde Oreste: è Pasquale Rovere. De Silva raggiunge il nascondiglio di Gustavo ma non trova nessuno, sul posto arrivano anche Cantalupo e Bertinelli, che iniziano a fare un sopralluogo. Dall’identikit di un testimone, intanto, la duomo scopre che De Silva è in città. al casolare, però, la spia ha già provveduto a disarmare Bertinelli ed è pronto a tendere una trappola alla Cantalupo. Il capo ella duomo, però, sa dell’identikit e riesce a bloccare la spia e a portarlo in commissariato.  – A Squadra Antimafia 8 Filippo De Silva viene portato in carcere. La Duomo cerca Gustavo per indagare sui possibili nascondigli di Oreste. Il ragazzo è titubante, ma grazie a Rosalia decide di collaborare e rivela un possibile nascondiglio di Oreste. Bertinelli e Cantalupo si recano sul posto e riescono a individuarlo, ma l’uomo è deciso a non parlare, teme per i suoi cari e, pur di preservarli dall’ira del boss, decide di togliersi la vita pronunciando, però, queste ultime parole: “È tornato”. Il Boss Reitani può tracciare una nuova x, stavolta sul volto di Oreste. Una delle ballerine del night club decide di accettare l’offerta del Boss e andare via con lui. Arrivano i risultati del cadavere carbonizzato ritrovato alla pompa di benzina, apparteneva a Rosy Abate, Rosalia sa di non essere più al sicuro. Intanto, De Silva viene ritrovato impiccato in carcere e Rachele Ragno si dispera quando apprende della sua morte. Reitani arriva a Catania per il traffico di uranio, ma per la Duomo è ancora un fantasma.

Carlo Nigro, nuovo membro di Squadra Antimafia 8, torna a casa, ma ad accoglierlo trova sua moglie molto furiosa per le sue numerose assenze. Intanto, dalle indagini arrivano nuove tracce del telefonino utilizzato da Capace, l’assassino, e la squadra si reca nella zona per un sopralluogo. Il clan della zona, però, li anticipa e cerca di regolare i conti con il killer, colpevole di aver ucciso un poliziotto e tre uomini senza alcuna autorizzazione. La banda vuole inoltre sapere il nome che si cela dietro al mandante dei delitti, ma la Duomo giunge sul posto e dà il via a un conflitto a fuoco. Capace si salva, ma poco prima di essere ammanettato viene raggiunto dai proiettili di chi ha tutto l’interesse a mantenere il silenzio sulla questione una volta per tutte. Il killer, quindi, non fa in tempo a fare il nome del boss e porta nella tomba il suo segreto.  – A Squadra Antimafia 8 si indaga sull’omicidio dei tre anziani; un quarto, Oreste, si è salvato scappando via e le indagini ripartono proprio dalla sua famiglia. L’uomo vive con sua nuora, che non lo vede dal giorno della sparatoria. E mentre la squadra chiede un elenco con tutti i suoi contatti, lui trova rifugio in un vecchio casolare, protetto da un suo conoscente. L’unico testimone oculare del delitto è un ragazzo, che decide di collaborare con la Duomo. Anche il clan della zona, però, lo sta cercando. Rachele Ragno evade dal carcere e uccide un inserviente che tenta di ucciderla e il poliziotto che sorveglia la sua stanza. Oreste, intanto, riceve la visita di suo nipote Gustavo che vuole sapere i motivi della sua fuga. Il nonno dice di essere il responsabile della morte di un poliziotto tempo prima, ma la sua colpa è quella di aver parlato, attirando su di sé le ire di molti. La duomo riparte da Pasquale Rovere, vecchia conoscenza di Oreste.

La prima puntata di Squadra Antimafia 8 inizia con un’esplosione che uccide Tempofosco e lascia Sciuto gravemente ferito. È stato il boss Reitani a ordinare l’azione e dopo tanti anni di latitanza ha in mente di portare a termine la sua vendetta. Anna Cantalupo è distrutta dal dolore, ma decide di prendere il comando della Duomo, con tutta la squadra di nuovi colleghi scelti da Tempofosco. In un palazzo in costruzione, intanto, l’ispettore capo Giano Settembrini sgomina una banda dedita al traffico di droga da solo. Nonostante la sua condotta ai limiti della legalità, Anna segue le indicazioni ricevute e lo sceglie per la sua squadra. Dopo di lui prova a convincere anche l’ispettore Carlo Nigro, un uomo molto sensibile al fascino femminile che si mostra sin da subito contrario a entrare nella Duomo. L’ispettore capo Rosalia Bertinelli si reca in carcere per far visita a sua madre, anche per lei arriva la proposta della Cantalupo. Intanto il Boss continua a seminare morte.  – A Squadra Antimafia 8, Cantalupo e la nuova squadra iniziano a indagare sull’omicidio voluto dal boss. La dinamica è strana e fa sorgere nella squadra i primi contrasti. Dalle indagini si scopre che killer ha utilizzato un telefono satellitare, che nei giorni precedenti al delitto lo colloca in un’area periferica della città. Qui la Cantalupo nota un’auto abbandonata all’interno della quale vi è un grosso quantitativo di armi, una volta aperta l’auto, però, qualcuno inizia a sparare verso di lei, che si blocca senza riuscire a reagire. Dalle tracce nel portabagagli si scopre la presenza dello stesso esplosivo che ha ucciso Davide Tempofosco. Rosalia chiede aiuto a sua madre in carcere per capire quale clan ci sia alla base di queste azioni, ma la donna non sa come aiutarla e crede che il suo lavoro si scontri con quello che è il volere della “famiglia”.

Daniela Marra torna nei panni di Anna Cantalupo nell’ottava stagione di “Squadra Antimafia”, che parte stasera su Canale 5. Il personaggio di Anna, dopo la “sbandata” della precedente stagione, torna a essere una poliziotta a tutto tondo. Anzi, ora che Tempofosco (Giovanni Scifoni) non c’è più è lei a prendere il comando della Duomo. Ai microfoni di Tgcom24 Daniela Marra ha raccontato come cambia il suo personaggio in “Squadra antimafia 8”: “Il mio personaggio si evolve molto rispetto all’anno scorso. È una donna di azione, prima la vedevamo sempre davanti al computer. Ora è più operativa sul campo, anche se mantiene le sue competenze investigative. Ha una maggiore sicurezza e determinazione perché deve tenere le redini di una nuova squadra”, ha detto l’attrice. Daniela ha dei bellissimi ricordi degli 8 messi trascorsi sul set e con i colleghi ha ottimi rapporti: “Ennio Fantastichini è stata una sorpresa pazzesca, è una persona molto alla mano nonostante le differenza di età”. Clicca qui per vedere la video intervista a Daniela Marra

C’è molta attesa per la prima puntata dell’ottava stagione di Squadra Antimafia, che tornerà stasera su Canale 5 per la gioia di tutti gli appassionati. La serie si prepara a dire addio a Calcatterra e a Rosy, due protagonisti molto amati delle precedenti stagioni, ma il pubblico, in queste ultime ore, è in attesa di conoscere meglio uno dei nuovi personaggi: si tratta dell’ispettore Carlo Nigro, interpretato da Giulio Berruti. Proprio Berruti, di recente, ha rilasciato un’intervista a Francesco Canino di Panorama e ha parlato del suo personaggio come “un uomo diviso tra una grande carriera lavorativa e una situazione familiare difficile”. Sempre secondo Berruti, a complicare la già travagliata vita di Nigro, ci sarebbe anche la sua “passione per le donne”, che lo porterà a innamorarsi della donna sbagliata fino a mettere a repentaglio la propria vita e quella della sua squadra. Nel corso degli episodi, inoltre, il personaggio dovrà crescere e si ritroverà molto presto a “fare i conti con i suoi demoni”.

Tutto pronto per il ritorno della Duomo su Canale 5. Stasera inizia “Squadra Antimafia 8” e conosceremo le new entry della nuova stagione della fiction. Nel team della Duomo entrerà la bella e misteriosa Rosalia Bertinelli, interpretata da Silvia D’Amico. Nel video di presentazione del personaggio rilasciato da Mediaset, l’attrice incuriosire subito lo spettatore rivelando che la figura di Rosalia è avvolta nel mistero: “Se avete amato rosy abate come l’ho amata io allora amerete anche me, perché nascondo un segreto…”. In una breve anteprima vediamo Rosalia chiedere ad Anna Cantalupo (Daniela Marra) perché la vuole alla Duomo: “Lei ha respirato mafia, ce l’ha nel sangue…”, è la risposta della poliziotta. Clicca qui per scoprire il video di presentazione

Squadra Antimafia 8: finalmente, la fiction targata TaoDue è pronta a sbarcare sul piccolo schermo di Canale 5. Oggi, giovedì 8 settembre 2016, verrà trasmessa la prima puntata, durante la quale il pubblico avrà occasione di conoscere le new entry che il cast può vantare e la situazioni in cui i membri della Duomo – vecchi e nuovi – si ritroveranno dopo il finale dell’anno scorso. Lo scenario, per gli agenti dell’antimafia, sarà comunque in bilico tra un’agguerrita e costante lotta per la giustizia e quel desiderio di potersi ritagliare qualche attimo per sé. Squadra Antimafia 8, inoltre, vedrà protagonista un nuovo, spietatissimo volto appena sbarcato a Catania, pronto a mettere in difficoltà le indagini con mosse imprevedibili: ancora una volta, Filippo De Silva (Paolo Pierobon) sarà la ciliegina sulla torta, quel personaggio in grado di inserirsi perfettamente tra il mondo criminale e la lotta della Duomo: quello che è stato promesso, però, è un incredibile colpo di scena che lo riguarda. Curiosi?

Il cast di Squadra Antimafia 8, che parte proprio oggi giovedì 8 settembre 2016 sul piccolo schermo di Canale 5, è variato sensibilmente rispetto a quello dell’anno scorso: Marco Bocci (Domenico Calcaterra) e Giulia Michelin (Rosy Abate) sono ufficialmente usciti di scena, così come Giovanni Scifoni nei panni di Tempofosco. A guidare la Duomo ci sarà invece Anna Cantalupo (Daniela Marra), più determinata che mai: al suo fianco l’ispettore Carlo Nigro, interpretato dall’affascinante Giulio Berruti, che tra i suoi potrà annoverare il già conosciuto Vito Sciuto (Dino Abbrescia), ma anche le new entry Giano Settembrini (Davide Iacopini) e Rosalia Bertinelli (Silvia D’Amico). Ennio Fantaccini invece darà il volto al boss Giovanni Reitani, che dalla sua avrà la giovane Patrizia (Caterina Shulha). Infine, non mancheranno Rachele Ragno (Francesca Valtronta), Torrisi ancora una volta interpretato da Fabio Troiano e il già citato De Silvia (Paolo Pierobon). Pronti a conoscerli?

Scopriamo le anticipazioni della prima puntata di Squadra Antimafia 8: l’episodio si apre con un terribile attentato, del urlar rimane vittime un membro della Duomo. Vito Sciuto, ora ispettore capo, ne rimane completamente sconvolto, proprio nel momento in cui a Catania fa ritorno un vecchio boss – Giovanni Reitani – con l’intenzione di coinvolgere alcune delle più potenti famiglie in un traffico internazionale di armi. Reitani ha con sé anche una lista dei suoi più acerrimi nemici, e non ha intenzione di fermarsi davanti a nulla, almeno fino alla conoscenza della bellissima ballerina di lap dance Patrizia, che farà riemergere un passato doloroso e in qualche modo riuscirà a cambiare il cattivo dell’ottava stagione della fiction. Finalmente, la Cantalupo sarà pronta a riprendere le redini più decisa che mai, e con lei ci saranno Carlo Nigro, Rosalia Bertinelli, figlia di mafiosi, e anche l’ispettore Settembrini. Inutile dire che, saputo del ritorno di Reitani, si faranno nuovamente vivi anche Rachele Ragno e Fabio Torrisi, abilissimo con il denaro e i traffici poco puliti…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori