ST VINCENT/ Su Iris il film con Bill Murray e Melissa McCarthy

- La Redazione

St Vincent va in onda oggi, 15 gennaio 2017, su Iris in prima serata, nel film Bill Murray è Vincent burbero pensionato, veterano di guerra, alle prese con il figlio di Melissa McCarthy.

iris_logo
film prima serata

Questa sera, 15 gennaio 2017, va in onda su Iris il film St Vincent, commedia girata nel 2014. Veniamo a parlare della regia del film: dietro alla macchina da presa possiamo trovare Theodore Melfi, autore newyorchese che nel corso della sua carriera ha realizzato pellicole di ottima popolarità come “Winding Roads” e “Il diritto di contare”. Un cast importante per questo film che all’uscita ebbe un notevole riscontro di pubblico e critica. Il protagonista, per esempio, ha il volto dell’ottimo Bill Murray, l’indimenticabile Peter Venkman del film cult anni Ottanta “Ghostbusters – Acchiappafantasmi”. Nel corso della sua magistrale carriera ha lavorato con registi di grande prestigio quali, ad esempio, Ivan Reitman, Sydney Pollack, Frank Oz, John Hughes, Tim Burton, Tim Robbins, Wes Anderson, Sofia Coppola, Jim Jarmusch e Cameron Crowe, in film come I tennenbaum, e Lost in traslatino. Al suo fianco recita la divertente e talentuosa Melissa McCarthy, attrice classe 1970 che tutti ricordano come la cuoca Sookie St. James nella serie televisiva “Una mamma per amica”. Ricordiamo, infine, la presenza della britannica Naomi Watts, splendida interprete di film di ampio respiro come “21 grammi”, “Diana – La storia segreta di Lady D” e “J. Edgar”.

Vincent MacKenna (Bill Murray) è un pensionato scontroso con la passione per l’alcool, per il fumo e per il gioco d’azzardo. Veterano della guerra del Vietnam, l’uomo vive a Sheepshead Bay assieme a sua moglie Sandy (Donna Mitchell), una povera donna che da molti anni ha sviluppato il morbo di Alzheimer. La malattia ha raggiunto uno stadio avanzato e Sandy non riesce neppure più a riconoscere suo marito: Vincent, per non farla agitare, finge di essere un medico per farle visita e per lavare la sua biancheria. L’uomo vive in una situazione di sostanziale solitudine, se facciamo eccezione per una prostituta russa di nome Daka Paramova (Naomi Watts) e del suo gatto Felix. Nonostante il suo atteggiamento aggressivo e burbero, qualcosa in Vincent lo rende simpatico agli occhi della gente che, spesso, si dimostra ben disposta nei suoi confronti. Un giorno, la Chrysler LeBaron di Vincent viene danneggiata dal ramo di un albero abbattuto dal furgone dei suoi nuovi vicini. Maggie Bronstein (Melissa McCarthy), una radiologa divorziata, e suo figlio Oliver (Jaeden Lieberher) incontrano così Vincent: l’uomo, infatti, esige che il danno venga pagato quanto prima. Si rende così conto di come Maggie faccia del suo meglio per educare da sola Oliver, che viene maltrattato da alcuni bulli nella scuola cattolica che frequenta. In particolare, il bambino è entrato nel mirino del violento Robert Ocinski (Dario Barosso) e viene immediatamente derubato di portafogli, telefono e chiavi di casa. Oliver non sa cosa fare e chiede a Vincent di rimanere a casa sua fino al ritorno di sua madre. Il nostro protagonista, allora, ha un’idea che gli consentirà di pagare i numerosi debiti che il suo stile di vita ha contribuito a creare: l’uomo si offre di fare da baby sitter, dietro compenso, al piccolo Oliver. I due diventano presto amici e Vincent insegna al suo protetto come difendersi dalle vessazioni che è costretto a sopportare giorno dopo giorno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori