U.S. MARSHALS-CACCIA SENZA TREGUA/ Su Rete 4 il film con Tommy Lee Jones e Wesley Snipes (oggi, 26 gennaio 2017)

- La Redazione

U.S. Marshals – caccia senza tregua, il film in onda su Rete 4 oggi, giovedì 26 gennaio 2017. Nel cast: Tommy Lee Jones e Wesley Snipes, alla regia Stuart Baird. Il dettaglio della trama. 

Foto-Mediaset_new
film

, il film in onda su Rete 4 oggi, giovedì 26 gennaio 2017 alle ore 21.15, una pellicola dal genere thriller uscita nel 1998 ed è stata diretta da Stuart Baird. La pellicola è il sequel de Il Fuggitivo del 1993, Tommy Lee Jones torna a vestire i panni dell’U. S. Marshal Samuel Gerard, che nel primo film gli valsero il Premio Oscar per il miglior attore non protagonista. Gli attori principali sono oltre a Tommy Lee Jones, Wesley Snipes, Robert Downey Jr., Irène Jacob, Daniel Roebuck e Joe Pantoliano. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

Due agenti del servizio nazionale di sicurezza dell’ONU sono stati uccisi in una delicata operazione di spionaggio e il loro assassino fugge indisturbato insieme a preziosi documenti segreti. Alcuni mesi dopo durante un controllo di routine un uomo di nome Mark Warren viene fermato per possesso illegale di armi da fuoco a Chicago. Attraverso l’analisi delle impronte digitali si scopre che l’uomo è in realtà Mark Roberts, il criminale accusato dell’omicidio dei due federali. Il criminale per essere processato deve arrivare a New York e insieme con un gruppo di detenuti viene scortato a bordo di un aereo dal Marshal Sam Gerard. Durante il volo un altro criminale s’impossessa di una pistola e Roberts nel tentativo di fermarlo finisce per perforare la porta dell’aereo, che è costretto a fare un atterraggio d’emergenza. Durante i primi momenti dell’atterraggio Roberts ne approfitta e fugge. Gerard e la sua squadra si mettono subito alla ricerca dell’uomo ma i suoi superiori gli affiancano un novellino, John Royce. Il fuggitivo riesce a tornare a New York e si mette sulle tracce di un diplomatico cinese mentre i Marshal scoprono che a Chicago l’uomo ha lasciato la fidanzata, Marie Bineaux. Nel frattempo Gerard recupera i video della sparatoria ai due federali a New York e si accorge che Roberts ha agito solo per legittima difesa. Un dettaglio che non sfugge all’uomo sono i guanti indossati dall’assassino. Sulla pistola ritrovata sul luogo dell’omicidio, non potevano esserci le sue impronte. Bertram Lamb, il direttore del DSS, deve così svelare la vera identità di Roberts, che in realtà è un agente della CIA, Mark Sheridan, a capo di un’operazione per scovare una talpa all’interno del Dipartimento di Stato. Sheridan raggiunge Chen in un cimitero nel Queens ma i Marshal sono sulle sue tracce. Nella sparatoria che ne segue un agente della squadra di Gerard, muore mentre Sheridan riesce ancora una volta a fuggire. Mentre alcuni agenti riescono a mettere le mani su Chen, Sheridan si rifugia in un centro anziani poco distante e viene inseguito da Royce e Newman. Il nuovo arrivo nella squadra non riesce a catturarlo, però Newman muore durante il tentativo di arrestare Sheridan. Gerard rintraccia l’uomo su un cargo merci diretto in Canada, dopo una violenta colluttazione, il federale ferisce il fuggitivo e lo arresta. Gerard inizia a non fidarsi di Royce, soprattutto quando gli chiede dei chiarimenti sulla dinamica della sparatoria nel centro anziani. Da alcuni controlli incrociati scopre che l’arma che ha ucciso il suo agente è proprio quella del nuovo arrivato. Gerard allora capisce che è proprio Royce la talpa all’interno del Dipartimento e va in ospedale. L’uomo arriva giusto in tempo per salvare l’agente della CIA e uccide Royce. Nel finale Sheridan viene completamente riabilitato e può tornare a casa da uomo libero mentre Gerard torna dalla sua squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori