MAN ON FIRE – IL FUOCO DELLA VENDETTA/ Su Iris il film diretto da Tony Scott con Denzel Washington

- La Redazione

Man on fire – Il fuoco della vendetta, il film in onda su Iris, questa sera mercoledì 4 gennaio 2017. Nel cast: Denzel Washington, Christopher Walken, la trama

iris_logo
film prima serata

Oggi, mercoledì 4 gennaio Iris manderà in onda in seconda serata, alle ore 23.30, Man on fire – Il fuoco della vendetta, thriller drammatico del 2004 con la regia di Tony Scott. Il film è interpretato da Denzel Washington, Christopher Walken, Dakota Fanning, Mark Anthony e Giancarlo Giannini. 

Città del Messico. Tutti coloro che hanno abbastanza denaro preferiscono avere a disposizione dei bodyguard, in quanto il contesto difficile rende davvero molto frequenti i sequestri di persona. Anche Sam Ramos ha bisogno di una guardia del corpo per mettere al sicuro la sua famiglia e, seguendo il consiglio di un amico, assume fohn Creasy, il quale presenta un curriculum di tutto rispetto che include anche l’ attività di agente antiterrorismo. Le passate esperienze hanno però segnato a fondo l’uomo, che adesso beve nel tentativo di dimenticare l’orrore visto nel corso della sua attività di agente. Creasy non vorrebbe fare la guardia del corpo ma dice di sì solo per compiacere l’amico, e una volta giunto nella dimora dei Ramos tenta di farla finita. Il fatto che incredibilmente nessun colpo sia partito nonostante avesse premuto il grilletto viene da lui interpretato come un segno del destino.

Poco a poco Creasy ritrova la sua stabilità anche grazie al forte legame che sviluppa con Lupita, la figlia dei Ramos, una bambina molto dolce e curiosa, che diventa per lui quasi come una figlia. Creasy la incoraggia a proseguire con il nuoto, la sua grande passione, le dà dei suggerimenti, passa molto tempo con lei e sembra avere finalmente qualcosa per cui voglia vivere. Un giorno, però, proprio mentre l’ ex agente si trova con Lupita, alla fine di una lezione di nuoto, si trova a fronteggiare l’assalto di un commando intenzionato a rapire la bambina. Creasy spara agli assalitori (tra cui ci sono anche agenti di polizia corrotti), riesce ad ucciderne uno e viene a sua volta colpito da un proiettile. Egli perde i sensi e quando rinviene si accorge che Lupita è stata presa in ostaggio e lui stesso è stato accusato di essere coinvolto nel sequestro, senza contare il fatto che gli viene anche contestato il reato di aver assassinato membri delle forze dell’ ordine di specchiata onesta.

L’organizzazione criminale che ha preso Lupita si fa viva e chiede 10 milioni per restituire la bimba, ma le cose vanno male e lo stesso nipote di colui che sta al vertice della gang perde la vita. Poco dopo uno dei superstiti della banda informa la madre della ragazzina che sua figlia non e più in vita. Creasy le giura allora vendetta: l’uomo ha infatti intenzione di assassinare tutti coloro che hanno qualche responsabilità nel sequestro della piccola. A poco a poco riesce a trovare tutti coloro che possono essere al corrente di qualche informazione e li uccide uno a uno, soltanto dopo però essere riuscito a sapere ciò che gli serve per arrivare alla mente del sequestro. Riesce finalmente a venire a capo dell’ enigma che si cela dietro il sequestro e viene a sapere che l’ azione è stata organizzata dal padre della stessa Lupita, che nel tentativo di calmare la moglie furibonda spiega di averlo fatto per pagare i debiti del padre, del quale avrebbe dovuto ereditare invece gli averi. Poco dopo, carico di sensi di colpa, Sam si suicida.

Creasy riesce a parlare col leader de La Voce, ossia la banda che ha rapito Lupita, il quale lo mette al corrente del fatto che la bimba è ancora viva e che potrà riaverla se si consegnerà alla banda e se libererà il fratello, che infatti è in mano all’ agente. Lo scambio avviene e Creasy perde la vita qualche istante dopo a causa delle numerose ferite, mentre Lupita torna finalmente a casa sana e salva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori