La città proibita/ Su Rai Movie il film con Chow Yun-Fat e Gong Li: curiosità sui costumi e sul set della pellicola

- La Redazione

La città proibita, il film in onda su Rai Movie oggi, sabato 7 gennaio 2017. Nel cast: Chow Yun-Fat, Gong Li e Jay Chou, alla regia Zhang Yìmóu. La trama del film nel dettaglio.

logo_raiuno_28062016
Il film è in onda su Rai Movie in seconda serata

La città proibita è il film che andrà in onda su Rai Movie oggi, sabato 7 gennaio 2017. La pellicola dal genere epico, storico e drammatico è stata affidata alla regia di Zhang Yimou con il soggetto tratto da un’opera teatrale di Cao Yu. Senza ombra di dubbio “La città proibita” è un film carico di primati e di curiosità: il set in cui hanno avuto luogo le riprese, per esempio, è la più estesa area dedicata al cinema mai costruita in Cina. Molti dei costumi, inoltre, arrivarono a pesare più di quaranta chili, spesso gli attori erano costretti ad indossare ben 5-6 strati di abiti. La corona imperiale, inoltre, aveva un peso di circa 5 chili. Ricordiamo, infine, che per girare la scena della battaglia finale si è reso necessario l’impiego di circa mille soldati e di 20 giorni di riprese.

, il film in onda su Rai Movie oggi, sabato 7 gennaio 2017 alle ore 21.20. Il titolo originale è traducibile con “La maledizione del fiore dorato”, è una pellicola wuxia realizzata nel 2006 che si basa sul dramma realizzato nel 1934 da Cao Yu. Dietro alla macchina da presa possiamo trovare Zhang Yìmóu, regista cinese nato nel novembre del 1951, la sua filmografia si compone di pellicole molto popolari anche sulla scena internazionale come, ad esempio, “Lanterne rosse”, “La strada verso casa” e “Non uno di meno”. Venendo a parlare del cast che ha preso parte a questa produzione, il protagonista ha il volto Chow Yun-Fat, attore cinese che ha preso parte a diversi film prodotti in occidente come, ad esempio, “Costretti ad uccidere”, “Anna and the King” e “Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo”. Al suo fianco troviamo la bellissima Gong Li, probabilmente l’attrice cinese più famosa ad Hollywood, come dimenticare alcune delle sue magistrali interpretazioni, come quella in “Addio mia concubina” o quella in “Memorie di una geisha”? Citiamo, infine, la presenza del taiwanese Jay Chou: si tratta di un popolare attore classe 1979 che tutti ricordano per la sua partecipazione al blockbuster “The Green Hornet”, per la regia di Michel Gondry. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Alla vigilia di un importante festa cinese, l’imperatore (Chow Yun-Fat) e il suo secondo figlio, il principe Jai (Jay Chou), fanno ritorno dalla loro campagna militare a Nanchino per celebrare la festa in compagnia della loro famiglia. Nessuno sa che l’imperatrice (Gong Li) ha intrapreso una relazione di stampo sessuale con il suo figliastro, il principe ereditario Wan (Liu Ye), nato dal primo matrimonio dell’imperatore. Il delfino cinese, nel frattempo, sta progettando di rinunciare ai suoi diritti sul trono, così da poter scappare con la sua amante segreta, si tratta della bella Jiang Chan (Li Man), la figlia del medico di corte. Il principe Jai, nel frattempo, si rende conto che sua madre è malata in modo grave, resta molto sorpreso dal fatto che l’imperatrice abbia sviluppato un’insana passione per i crisantemi. La donna confessa a suo figlio che l’imperatore, con l’aiuto del loro medico personale, sta cercando di avvelenarla, l’unica sua possibilità di sopravvivenza è cercare di rovesciare il potere di suo marito. Il principe Jai promette alla madre di guidare la rivolta e di salvare la sua vita. L’imperatrice, allora, assume una donna misteriosa per scoprire quale sia la sostanza che la sta uccidendo, il principe ereditario Wan, purtroppo, cattura la donna e la porta direttamente in presenza dell’Imperatore. Il suo nome è Jiang Shi (Chen Jin), è la moglie del dottore imperiale e la madre della graziosa Jiang Chan. L’imperatore, però, capisce subito che in realtà è la sua prima sposa, quella che aveva fatto imprigionare molti anni prima e che aveva creduto morta da tanto tempo. L’Imperatore decide allora di promuovere il dottore imperiale a governatore di Suzhou. Il principe ereditario Wan, nel frattempo, capisce che l’imperatrice vuole organizzare un golpe contro suo padre, è talmente turbato da questa scoperta che decide di togliersi la vita e si accoltella una spalla, senza però ledere nessun organo vitale. Mentre sta festeggiando la sua promozione, il medico di corte viene attaccato nottetempo da alcuni sicari dell’Imperatore. Jiang Chan, l’unica sopravvissuta, fugge e si reca al palazzo imperiale, dove chiede udienza al sovrano per chiedergli ragione del suo comportamento: sarà l’imperatrice a rivelarle che sua madre Jiang Shi era la prima moglie dell’imperatore. Jiang Chan e il principe ereditario Wan, quindi, sono fratellastri…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori