QUINTA COLONNA/ Anticipazioni puntata 16 ottobre: Paolo del Debbio in diretta dalla Moschea di Roma

- Elisa Porcelluzzi

Quinta colonna, Anticipazioni puntata di oggi 16 ottobre 2017 su Rete 4 in prima serata: Paolo del Debbio in diretta dalla Moschea di Roma per parlare di integrazione.

paolo_del_debbio-quinta_colonna
Paolo Del Debbio conduce Quinta Colonna

Questa sera, lunedì 16 ottobre 2017, alle 21.15 su Rete 4 va in onda un nuovo appuntamento con Quinta Colonna, il programma condotto da Paolo Del Debbio. Per la puntata di questa sera Paolo Del Debbio sarà in diretta dalla Moschea di Roma. Il collegamento darà il via al dibattito studio sui temi dell’integrazione. In occasione decennale del Partito Democratico Paolo Gentiloni ha riaperto la partita sull’approvazione dello ius soli: “Speriamo di essere orgogliosi, è questo l’impegno del governo e mio personale, di poter dire di aver aggiunto il diritto alla cittadinanza per quei bambini che frequentano la nostra scuola, che vivono i nostri quartieri e che giocano nelle nostre squadre di calcio, ma che sono nati da genitori stranieri. Stiamo lavorando per approvare la legge entro questa legislatura”. Gli inviati di Quinta Colonna sono in collegamento dalle piazze di Pontoglio (Bs) e Novara.

IL CASO DI NICOLINA PACINI

Stasera il programma si occupa anche di giustizia e violenza sulle donne con un’intervista a Donatella Rago, la madre di Nicolina Pacini uccisa dall’ex compagno della mamma. A rivelarlo è Gelsomina Cimino, avvocato dei genitori della vittima: “Ci sono dei particolari agghiaccianti che rendono ancor più intricata l’intera vicenda, ma questo lo scopriremo in anteprima e in via esclusiva nel corso della puntata di stasera a “Quinta Colonna”. Un paese sano avrebbe impedito che quella mattina Nicolina si trovasse di fronte al suo assassino”, sono le parole del legale riportate da L’Immediato. Secondo l’avvocato Cimino la quindicenne non doveva trovarsi sotto la tutela dei nonni materni a Ischitella. A suo avviso sono spariti i fascicoli che riguardano gli affidi di Nicolina dai Tribunali dei Minori di Firenze e Bari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori