Hellboy: the Golden Army/ Curiosità sul film con Ron Perlman su Italia 1 (oggi, 20 ottobre 2017)

- Cinzia Costa

Hellboy: the Golden Army, il film in onda su Italia 1 oggi, venerdì 20 ottobre 2017. Nel cast: Ron Perlman e Selma Blair, alla regia Guillermo del Toro. La trama del film nel dettaglio.

hellboy_the_golden_army
Il film in prima serata su 20

Una pellicola caratterizzata dai generi azione, fantascienza, fantastico e avventura ed è stata affidata alla regia di Guillermo del Toro mentre il soggetto è stato scritto da Mike Mignola e la produzione è stata firmata da Lawrence Gordon con Lloyd Levin e Mike Richardson mentre le case di produzione che hanno finanziato il progetto sono Laerence Gordon Produzions, Mid Mid Atlantic Films e la Universal Picrìtures. Il montaggio è stato realizzato da Bernat Vilaplana con gli effetti speciali che sono stati curati da Bjorn Henriksson e con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Danny Elfaman. La pellicola è stata prodotta negli Stati Uniti d’America nel 2008 con la durata di 119 minuti circa. Hellboy ed Hellboy: the Golden Army sono entrambi ispirati alle avventure dell’omonimo eroe dei fumetti Dark Horse, ideato da Mike Mignola. Il film, con le sue ambientazioni eclettiche e suggestive, è stato girato in vari paesi, Budapest, Ungheria, Londra e Irlanda del Nord. Quest’ultima nazione sembra essere molto importante per quanto riguarda il sottofondo fantastico del film, poiché molte creature sono state ispirate dalla mitologia irlandese. Il film è stato candidato a numerosi premi cinematografici e televisivi, tra cui gli MTV Movie Awards, i Saturn Award, gli Scream Award, gli Empire Award, gli Screen Actors Guid Award e gli Oscar. Ha vinto due premi, per il Miglior film Horror ai Saturn Award, e come Miglior film Fantasy agli Scream Award, entrambi nel 2008.

NEL CAST RON PERLMAN

Il film Hellboy: the Golden Army va in onda su Italia 1 oggi, venerdì 20 otobre 2017, alle ore 23.45. Una pellicola tra fantascienza e azione prodotta nel 2008 dalle case cinematografie Dark Horse Entertainment, Lawrence Gordon Production e dalla Universal Pictures negli Stati Uniti e diretta da Guillermo del Toro. La colonna sonora è composta dal noto Danny Elfman, in collaborazione con Ben Isaac. Nel cast troviamo nomi ormai celebri e molto noti nel panorama holliwoodiano, in primis l’attore e doppiatore Ron Pearlman, che interpreta il sardonico e burbero Hellboy/Red e già visto in produzioni di enorme successo, quali Il nome della rosa, la serie tv Sons of Anarchy e il recente Animali fantastici e dove trovarli. A fargli da spalla, nel ruolo di Liz, la bella Selma Blair che deve la propria notorietà soprattutto al film Cruel Intentions e in seguito apparsa in La rivincita delle bionde e La cosa più dolce. Un fenomenale antagonista viene interpretato dall’attore e cantante Luke Gross, precedentemente visto nei panni di un vampiro in Blade 2 e nel secondo e terzo capitolo di Death Race. Ma vediamo nel dettaglio la trama del film.

HELLBOY: THE GOLDEN ARMY, LA TRAMA DEL FILM

Il film inizia con la narrazione, da parte del padre di Hellboy, della guerra tra umani e creature fantastiche, molti secoli prima. Dopo una prima sconfitta dell’esercito del Re degli Elfi, un Goblin creò un formidabile esercito, il Golden Army, e prevalse sugli uomini fino a che il Re degli Elfi non decise di stipulare una tregua per riportare la pace tra i due popoli. Divide poi la propria corona in tre parti, donandone una agli uomini, una agli elfi e tenendo la terza per sé. Nel presente, suo figlio Nuada, contrario a questa pace, riesce ad entrare in possesso di due pezzi della corona e cerca sua sorella Nuala per ottenere il terzo e riappropriarsi del Golden Army. Il protagonista della vicenda, Hellboy (detto Red), la sua ragazza Liz e il loro gruppo di amici, si impegnano a proteggere Nuala, la corona e il Golden Army. E quando la minaccia di Nuada si fa sempre più reale e pressante, toccherà a Red e alla sua squadra paranormale, fare di tutto per salvare il genere umano da un potere così grande e devastante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori