Daniela Poggi/ Da Chi l’ha visto? al film sugli esodati (La Vita In Diretta)

Daniela Poggi, nota conduttrice tv e attrice, ospite a La Vita In Diretta per presentare il suo ultimo film: L’Esodo, in cui interpreta un’esodata da una storia realmente accaduta

daniela_poggi_facebook_2017
Daniela Poggi a La Vita In Diretta (Facebook)

Daniela Poggi è stata ospite a La Vita In Diretta. La nota attrice e conduttrice televisiva ha presentato l’ultimo film che la vede protagonista, L’Esodo per la regia di Ciro Formisano. Un film in cui interpreta un’esodata, una storia tratta dalla realtà in una amara pagina della recente politica del nostro paese. Intervistata dal conduttore Marco Liorni, Daniela Poggi è tornata sulla sua esperienza alla conduzione di Chi l’ha visto?, che l’ha portata al contatto con la gente: “A me piace molto comunicare con la gente, il confronto con la gente: sapevo che dietro la telecamera, anche se avevo il cuore che andava a mille, c’erano milioni di occhi ed orecchie che stavano ad ascoltare”. Un ruolo difficile, che però aveva una mission molto importante: “Avevano bisogno del nostro aiuto e potevo rappresentare per loro un tramite: entravo in casa di quella famiglia, dove c’era dolore e il bisogno di un appello. Sono sempre stata una persona che ha vissuto con la vita”.

L’ESODO

Opera prima del regista Ciro Formisano, L’esodo racconta la storia vera di Francesca, “sessantenne esodata che finirà ad elemosinare per necessità in Piazza della Repubblica a Roma, interpretata da Daniela Poggi. C’è stata una legge del 2012, la Legge Fornero, che ha coinvolto 400 mila persone, che avevano accettato l’accordo di pre pensionamento; invece, purtroppo, lo stato italiano si è trovato senza soldi e non ha potuto pagare le pensioni”, le parole dell’attrice. Continua Daniela Poggi, presentando il dramma di Formisano: “Il nostro film riporta le testimonianza di questi esodati, di persone anche che si sono trovate a chiedere l’elemosina: quando ti ritrovi a mantenere la famiglia e non poter lavorare perché hai sessanta anni, c’è una tale perdita di dignità e del valore di essere persona, che hai due strade; o perdi te stessa, c’è gente che ha deciso di togliersi la vita, o decidi di metterti in ginocchio”. E Francesca ha deciso di percorrere la seconda strada: “Decide di mettersi in ginocchio. Ci vuole tanta fiducia in se stessi, lei non si perde mai di animo e pensa che il nostro governo abbia fatto un errore”. Un’ultima considerazione amara: “Il problema purtroppo è che ci sono ancora 5 mila persone senza sussidio e lavoro: questo film è dedicato a qualcosa che è successo veramente nel nostro paese”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori