ULISSE, IL PIACERE DELLA SCOPERTA/ Anticipazioni puntata 11 novembre: la fanpage di Angela presenta la serata

- Stella Dibenedetto

Ulisse, il piacere della scoperta, anticipazioni e diretta puntata 11 novembre: Alberto Angela racconta la storia e le personalità di due dei più pericolosi criminali nazisti.

Alberto_Angela_foto
Alberto Angela

Torna l’appuntamento con Ulisse, il piacere della scoperta su Rai Tre. La fanpage di Alberto Angela, come ogni sabato, ci propone una dettagliata analisi della serata e di cosa verrà analizzato nella puntata. Leggiamo su Instagram: “Carissimi, vi aggiorniamo sulla puntata di oggi che proprio non poteva essere trasmessa in un giorno diverso dall’11 novembre. In Gran Bretagna, Francia e Belgio si celebra il Remembrance Day chiamato anche Poppy Day, in ricordo della fine della Prima Guerra Mondiale. Si usa indossare un piccolo papavero rosso in memoria dei soldati e dei cari morti in guerra”, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Sicuramente sarà molto interessante seguire l’approfondimento di Alberto Angela su un periodo molto importante del secolo scorso, facendo un’analisi precisa e puntauel di due dei più pericolosi criminali nazisti. (agg. di Matteo Fantozzi)

HERMANN WILHELM GORING TRA I PROTAGONISTI

Hermann Wilhelm Göring, nato a Rosenheim il 12 gennaio 1893 e morto a Norimberga, 15 ottobre 1946 è stato un politico e militare tedesco. Sarà uno dei protagonisti di Ulisse, il piacere della scoperta, in onda stasera. Nel dopoguerra entrò nel partito nazista, diventando rapidamente il principale luogotenente di Adolf Hitler. Dotato di grande energia e determinazione, fu accanto ad Hitler con una responsabilità spesso decisiva in tutte le fasi iniziali del Nazismo fino alla presa del potere e alla costituzione del Terzo Reich. Göring accumulò un gran numero di titoli, cariche, riconoscimenti e beni materiali, pur seguendo uno stile di vita stravagante e dissoluto. Svolse una importantissima attività politica all’interno del Reich dirigendo, con il titolo supremo di Maresciallo del Reich, la creazione della Luftwaffe, la costituzione della polizia segreta, le attività repressive e il sistema di sterminio. Con l’inizio della seconda guerra mondiale, Göring, pur mantenendo il ruolo e il titolo di “numero due” del regime, perse in maniera progressiva potere e credibilità di fronte a Hitler, a causa soprattutto del suo comportamento morale discutibile e delle sconfitte della Luftwaffe, non in grado di impedire la distruzione delle città tedesche, né di ostacolare la crescente superiorità aerea del nemico. Nel 1945, dopo un fallimentare tentativo di succedere a Hitler e intavolare trattative con i nemici occidentali, venne arrestato dalle SS, una volta rilasciato, dopo la morte di Hitler, si consegnò agli Alleati per poi essere condannato a morte nel processo di Norimberga. Condannato a morte, si suicidò alla vigilia dell’esecuzione.

I CRIMINALI NAZISTI

Alberto Angela torna in onda questa sera, alle 21.10 su Raitre, con una nuova puntata di Ulisse, il piacere della scoperta. Il programma dedicato agli appassionati della scienza, della storia e dell’arte, ogni settimana, affronta i temi più importanti della storia e non solo. Dopo aver raccontato il viaggio dei Ragazzi della Normandia, aver condotto il pubblico a scoprire i segreti del Colosseo, il monumento più famoso della storia romana, aver svelato la storia e i segreti delle più grandi isole e dei castelli più belli, Alberto Angela, nel nuovo appuntamento con Ulisse, racconterà la storia di due criminali nazisti. I protagonisti della nuova puntata sono Hermann Göring e Adolf Eichmann, due figure di spicco del regime nazista responsabili di crimini contro l’umanità. Alberto Angela ricostruirà la storia e la personalità dei due criminali nazisti con l’aiuto di due sceneggiati. Nel corso della serata verranno mostrati anche i momenti dei processi che li hanno visti imputati e con i quali il mondo ha reso giustizia a milioni di vittime innocenti.

ULISSE, IL PIACERE DELLA SCOPERTA: TUTTE LE ANTICIPAZIONI

Hermann Göring e Adolf Eichmann sono considerati due dei più pericolosi criminali nazisti. Essi subirono un primo processo a Norimberga nel 1945. Hermann Göring, era il feldmaresciallo del Terzo Reich, secondo solo ad Adolf Hitler. Dai suoi uomini era considerato come un vero eroe di guerra. In realtà era un militare spietato e narcisista. Non perse il suo orgoglio neanche quando, privato di ogni potere, si consegnò alla forze alleate. Nello sceneggiato con cui Alberto Angela racconterà la sua storia verrà mostrata tutta la sua spavalderia con cui affrontò il processo di Norimberga. Goring mostrò i primi segni di pentimento solo quando furono mostrati al mondo i primi filmati che svelarono gli orrori dei campi di concentramento e di sterminio in cui i nazisti uccisero milioni di innocenti. Dieci anni dopo il processo di Norimberga, in Argentina, fu scoperto un altro criminale nazista che viveva sotto falso nome. Si trattava di Adolf Eichmann, responsabile del trasporto degli ebrei nei campi di concentramento. Un uomo che non mostrò nessun segno di pentimento e che fu tradito da una storia d’amore. L’uomo fu così catturato dai servizi segreti israeliani e processato nel 1961 a Gerusalemme dove, in aula, ad attenderlo, c’erano i sopravvissuti e i familiari delle vittime del genocidio ebraico. Il processo fu trasmesso anche in tv incollando milioni di telespettatori davanti ai teleschermi e diventando un vero fenomeno mediatico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori