Chissà perché… capitano tutte a me/ Oggi su Rete 4: info streaming del film con B.Spencer (27 novembre 2017)

- Cinzia Costa

Chissà perché… capitano tutte a me, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 27 novembre 2017. Nel cast: Bud Spencer e Cary Guffey, alla regia Michele Lupo. La trama del film nel dettaglio.

chissa_perche_capitano_tutte_a_me
Il film in prima serata su Canale Nove

Su Rete 4 serata in compagnia di Bud Spencer e Cary Duffey con “Chissà perché… capitano tutte a me”, sequel del film Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre. La critica ha accolto positivamente il dilm di Michele Lupo, anche se è stata criticata la poca originalità rispetto al primo film: “Senza curarsi di mettere in piedi una storia con qualche cosa di originale, Lupo regista si avvale del già noto duetto del gigante e il bambino per scodellare un film per famiglie dall’impianto favolistico”, era la recensione su Telesette. Simile quella su Magazine tv: “Il seguito di “Uno sceriffo extraterrestre”, con identici ingredienti e immutata simpatia. E non bisogna chiedergli altro”. Nel film, clicca qui per vedere una scena del film, Bud Specner dispensa sberle e fa ridere allo stesso tempo. Ricordiamo che il film va in onda su Rete 4 a partire dalle 21.15, ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ

Commedia e fantascienza, ecco i generi che caratterizzano la prima serata di Rete 4 oggi, lunedì 27 novembre 2017. La pellicola è stata diretta da Michele Lupo mentre il soggetto e la sceneggiatura sono stati estesi da Marcello Fondato e Francesco Scardamaglia, la produzione è stata curata da Elio Scardamaglia e la direzione della fotografia è stata affidata a Franco Di Giacomo. Il montaggio del film è stato realizzato da Eugenio Alabiso con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Guido De Angelis e Maurizio De Angelis. Il film è nato in Italia nel 1980 e la durata è di circa 98 minuti. Chissà perché… capitano tutte a me venne girato nell’estate del 1989 in Georgia, nella piccola cittadina di Monroe, dove gran parte del film è effettivamente ambientato. Le scene del parco divertimenti sono state invece girate all’interno del Six Flgs Over, luna park utilizzate anche per le riprese del prequel. Ad interpretare il piccolo alieno ed amico fidato dello sceriffo Hall è Cary Guffrey, la cui carriera cinematografica terminò nel 1985. Guffrey è particolarmente noto per aver preso parte alle riprese del film Incontri ravvicinati del terzo tipo, celebre pellicola fantascientifica diretta da Steven Spielberg nel 1977. Dopo aver abbandonato definitivamente il mondo del cinema Cary Guffrey è diventato un importante consulente finanziario.

BUD SPENCER NEL CAST

Il film Chissà perché… capitano tutte a me va in onda su Rete 4 oggi, lunedì 27 novembre 2017, alle ore 21.15. Una pellicola comica e fantascientifica del 1980 che è stata diretta da Michele Lupo e interpretata da Bud Spencer, Cary Guffey, Ferruccio Amendola, Robert Hundar e John Bartha. Si tratta del sequel del film del 1979 intitolato Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre. A interpretare il personaggio di Phil Howard è Ferruccio Amendola, uno dei doppiatori italiani più famosi di tutti i tempi. Padre dell’attore romano Claudio Amendola, Ferruccio Amendola ha prestato la sua voce ad alcuni dei personaggi più celebri del cinema contemporaneo, come Sylvester Stallone, Dustin Hoffman, Tomas Milian, Christopher Lloyd e Al Pacino. Ma vediamo la trama del film nel dettaglio.

CHISSÀ PERCHÉ… CAPITANO TUTTE A ME, LA TRAMA DEL FILM

Il film inizia esattamente nel punto in cui era terminata la pellicola precedente. Il giovane ospite venuto dallo spazio, H7-25, ha ormai deciso di restare sul Pianeta Terra assieme al suo inseparabile amico, Scott Hall. Tuttavia la Nasa ed il governo statunitense hanno intenzione di mettere le mani sull’extraterrestre per carpirne i segreti più profondi. Pur di sfuggire dalle grinfie dell’esercito a stelle e strisce, i due fuggiaschi sono costretti a seminare le loro tracce, spostandosi in continuazione da un luogo all’altro. Stanco di vagabondare però, Hall decide di trasferirsi definitivamente nella piccola cittadina di Monroe, assieme al suo piccolo amico. In poche settimane lo sceriffo Hall riesce a debellare il tasso di criminalità di Monroe ma il momento di apparente serenità viene presto smorzato da una terribile minaccia. Un extraterrestre dall’indole malvagia è appena approdato sulla Terra. Il suo obiettivo è quello di acquisire il controllo dell’intera razza umana soggiogando l’umanità con l’impiego di un’armata di cyborg al suo comando. Quando Hall si rende conto che la vita di H7-25 è in grave pericolo farà di tutto pur di salvare il piccolo, annientando gli androidi alieni. In segno di ringraziamento verso l’atto eroico messo in atto dallo sceriffo Hall, il governo statunitense organizza una cerimonia solenne durante la quale l’esercito irrompe nel tentativo di catturare H7-25. Quest’ultimo però riuscirà a fuggire a bordo dell’automobile dello sceriffo, che per l’occasione decollerà fino a lasciare in Pianeta Terra. Peccato che il piccolo alieno non disponga delle energie necessarie per tornare a casa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori