58 MINUTI PER MORIRE – DIE HARDER/ Oggi in tv su Rete 4: info streaming e trama del film (7 novembre 2017)

- Cinzia Costa

58 Minuti per morire – Die harder, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 7 novembre 2017. Nel cast: Bruce Willis, Bonnie Bedelia, alla regia Renny Harlin. Il dettaglio della trama.

die_hard_4
Il film in prima serata su Rete 4

Serata nel segno dell’azione su Rete 4 con 58 minuti per morire – Die Harder, secondo capitolo della saga Die Hard con Bruce Willis. La critica ha apprezzato il film, che condensa sapientemente azione e autoironia: “Una gran sarabanda di azione violenta, catastrofi rutilanti, combattimenti a distanza e a corpo a corpo, ma corretta da una forte dose di parodia autoironica”, ha scritto Morando Morandini su Il Giorno. Dello stesso parere Mirella Poggialini su L’Avvenire: “Una grande spettacolarità e un’intensa carica di violenza visiva esorcizzata però dalla personalità del protagonista, Bruce Willis, e da una sceneggiatura che punta sul soft dell’ironia e ammicca qualche volta alla commedia”. Secondo Giovanni Grazzini, su Il messaggero, “il film ha la concitazione e le sorprese necessarie allo spettacolo”, per Lietta Tornabuoni su La Stampa nella pellicola “è al massimo la bravura hollywoodiana nei ritmi, negli effetti, nei trucchi speciali”. Il trailer, clicca qui per vederlo, anticipa questo mix di ingredienti esplosivi. Ricordiamo che il film va in onda su Rete 4 a partire dalle 21.15 ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ

Una pellicola d’azione e poliziesca che è stata affidata alla regia di Renny Harlin mentre il soggetto si basa sui personaggi creati da Roderick Thorp e sul libro di Walter Wager. La sceneggiatura è stata estesa da Steven E. de Souza e Doug Richardson. La produzione del film è stata firmata da Joel Silver e lawrence Gordon, le case di produzione che hanno fatto parte del progetto sono Gordon Company, Silver pictures e 20th Century Fox che si è occupata anche della distribuzione del film n Italia. Il montaggio è stato realizzato da Robert A. Ferretti con Stuart Baird con le musiche della colonna sonora che sono state composte da Michael Karmen. Il film è stato prodotto in USA nel 1990 con la durata di 124 minuti. 58 minuti per morire – Die Harder ha riscosso un grande successo al box office, confermando il grande seguito di fan ottenuto anche dal primo film della saga. L’incasso a livello internazionale ha superato i 240 milioni di dollari, raggiungendo solo negli Stati Uniti i 118 milioni. Una curiosità presente in una delle prime scene del film in cui Jhon McLane e sua moglie parlano al cellulare, riguarda la copertina della rivista tenuta in mano dalla passeggera che siede accanto alla donna. La rivista raffigura una scena di Arma Letale, film considerato concorrete di Die Hard.

BRUCE WILLIS NEL CAST

58 Minuti per morire – Die harder, il film in onda su Rete 4 oggi, martedì 7 novembre 2017 alle ore 21.15.  Una pellicola action che è stata diretta da Renny Harlin nel 1990 ed interpretata da Bruce Willis, Bonnie Bedelia, William Atherton, Dennis Franz, Reginald VelJohnson e Franco Nero. Si tratta del secondo film della saga cinematografica che ha poi avuto anche un sequel. Tutti i film di Die harder sono interpretati dall’attore protagonsita Bruce Willis, che veste i panni di John McCLane. Nel 2010, nel nostro Paese, 58 minuti per morire – Die harder è uscito anche in versione home video. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

58 MINUTI PER MORIRE – DIE HARDER, LA TRAMA DEL FILM D’AZIONE

L’agente McClane attende l’arrivo dell’aereo su cui viaggia sua moglie Holly. I due sono infatti in procinto di trascorrere assieme le vacanze di Natale. Durante l’attesa, McClane nota due individui che si addentrano nel settore bagagli e decide di tenerli d’occhio. I due, dopo essersi accorti della presenza dei poliziotto ingaggiano un violento scontro a fuoco, l’agente uccide uno dei malviventi ma l’altro fugge via, facendo perdere le sue tracce. Quando la polizia dell’aereoporto arriva sul punto della sparatoria, arresta McClane, scambiandolo per un criminale. Nel frattempo il malvivente che è riuscito a fuggire, si ricongiunge con il gruppo terroristico di cui fa parte. Il loro scopo è quello di presidiare l’intero scalo portuale così da poter mettere a segno un catastrofico attacco. A capo della banda ci sono diversi ex membri dell’esercito americano. Il loro prossimo obiettivo è quello di far tornare in libertà un generale sudamericano, Ramon Esperanza. Per farlo riescono ad intercettare i canali radio della torre di controllo, comunicando così alle autorità dell’areoporto la loro volontà in merito al generale Esperanza. Mentre la polizia cerca di rimettersi in contatto con tutti gli aerei ancora in volo (i terroristi hanno bloccato tutte le comunicazioni tra la torre di controllo ed i piloti) tra il gruppo terroristico ed i poliziotti si innesca una violenta sparatoria da cui solo McClane e Barnes riescono a sopravvivere. Come se non bastasse, i terroristi iniziano ad inviare falsi segnali ai piloti in volo, facendo schiantare al suolo uno degli aerei. Tra i velivoli in attesa di atterraggio c’è anche quello su cui viaggia la moglie di McClane. L’aereo, ha per l’esattezza ancora 58 minuti di autonomia prima che si schianti rovinosamente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori