#CARTABIANCA/ Anticipazioni puntata 7 novembre: la sconfitta del PD tra i temi della puntata?

- Stella Dibenedetto

#CartaBianca, anticipazioni 7 novembre: le elezioni regionali in Sicilia e la sconfitta del PD al centro dell’appuntamento condotto da Bianca Berlinguer?

raitre2017logogiusto
#Cartabianca su Raitre

Oggi, martedì 7 novembre, in prima serata su Raitre, torna l’appuntamento con #Cartabianca, il programma di approfondimento politico condotto da Bianca Berlinguer. Nonostante il talk show politico non riesca più ad incollare milioni di telespettatori davanti ai teleschermi, #Cartabianca continua a restare a galla. Merito non solo dei diversi argomenti che vengono affrontati nel corso della puntata ma anche dei collaboratori di Bianca Berlinguer che, in questa nuova edizione, ha scelto di essere affiancata dall’ironica Geppi Cucciari e da Flavio Insinna che racconta le storie della gente comune. Di cosa si parlerà, dunque, nella puntata in onda questa sera? Sicuramente, al centro della puntata, ci sarà la politica dopo le elezioni regionali in Sicilia che hanno decretato la sconfitta del Partito Democratico. Su La7, nel programma di Giovanni Floris, DiMartedì, dovrebbe esserci Matteo Renzi che aveva accettato il confronto con Luigi Di Maio che, tuttavia, dopo il risultato delle elezioni siciliana, ha annullato tutto. Chi sarà, invece, ospite di Bianca Belringuer per delineare il nuovo quadro politico italiano?

#CARTABIANCA, ANTICIPAZIONI: I PROBABILI TEMI DELLA PUNTATA

Le elezioni regionali in Sicilia saranno al centro della nuova puntata di #Cartabianca che affronterà con diversi esponenti del mondo politico le conseguenze del voto siciliano che ha visto il trionfo del centro-destra con il Movimento 5 Stelle che ha confermato di essere la seconda forza politica e la sconfitta del Partico Democratico. Tra i temi dell’attualità, Bianca Berlinguer dovrebbe occuparsi nuovamente della violenza sulle donne dopo la denuncia di Mirian Trevisan che ha accusato di molestie Giovanni Tornatore che ha già sentito tutto e, soprattutto, alla luce della terribile violenza subita da due ragazzine quattordicenni nella periferia romana da parte di due nomadi, attualmente in carcere, accusati di sequestro e stupro di gruppo. I due, dopo aver convinto una delle vittime a presentarsi all’appuntamento, le hanno trasportate in un luogo isolato dove, dopo averle ammanettate, le hanno violentate. La denuncia delle 14enni riporta al dentro dell’opinione pubblica l’importanza della sicurezza e, soprattutto, il tema delle violenze sessuali, sempre più numerose.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori