Il Padrino/ Oggi in tv su Rete 4: da Jack Nicholson a Dustin Hoffman quante rinunce celebri (11 dicembre 2017)

- Cinzia Costa

Il Padrino, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 11 dicembre 2017. Nel cast: Marlon Brando, Al Pacino e Rober Duvall, alla regia Francis Ford Coppola. La trama del film nel dettaglio.

il_padrino_film
Il film in prima serata su Iris

Non tutti forse sanno che il film Il Padrino, in onda stasera su Rete 4, ha visto anche tantissimi rifiuti da parte di attori che sarebbero potuti passare alla storia e che invece non hanno creduto nel film tratto dal romanzo di Mario Puzo. Il ruolo di Vito Corleone, interpretato da Marlon Brando, è stato proposto prima a Edward Robinson, Ernest Borgnine, Gian Maria Volontè, George C. Scott e Orson Wells. Ci fu invece chi come Burt Lancaster avrebbe voluto interpretare quel ruolo ed è stato invece respinto direttamente da Francis Ford Coppola. Per il ruolo di Michael Corleone, interpretato poi da Al Pacino, la produzione aveva preso in considerazione Ryan O’Neal, Jack Nicholson, Dustin Hoffman e Robert Redford. Il ruolo di Robert Duvall invece fu proposto prima a Paul Newman e Steve McQueen. Furono vicini alla pellicola anche Mia Farrow e Sylvester Stallone. (agg. di Matteo Fantozzi)

COME SEGUIRE IL FILM IN DIRETTA STREAMING

Su Rete 4 va in onda il celebre film di Francis Ford Coppola “Il padrino”. In un’intervista rilasciata al magazine Loaded qualche anno fa, Al Pacino ha raccontato di essere stato sul punto di rifiutare la parte di Michael Corleone: “Non volevo recitare nel Padrino, non avevo idea di come sarebbe andata. Pensavo: come farò a interpretare questo ruolo? Nessuno mi vuole, eccetto Coppola e allora pensavo che fosse un po’ matto”, ha detto l’attore. La produzione aveva proposto per la parte del figlio di Corleone attori già affermati come Jack Nicholson, Robert Redford e Warren Beatty. “Devo dire di essere stato molto fortunato, Coppola è un grande uomo e se lui non mi avesse voluto a tutti costi io non avrei mai recitato in quel film”, ha aggiunto Al Pacino, riconoscente nei confronti del regista. “Il padrino”, clicca qui per vedere il trailer, va in onda su Rete 4 a partire dalle 21.15, ma sarà possibile vederlo anche in streaming grazie al portale di Mediaset, sui propri dispositivi mobile cliccando qui.

CURIOSITÀ

Una pellicola caratterizzata dai generi noir, drammatico e gangster che è stata eccellentemente diretta dal famoso regista Francis Ford Coppola, il soggetto è stato tratto dall’omonimo romanzo di Mario Puzo che si è occupato anche della sceneggiatura lo stesso regista. La produzione della pellicola è stata affidata a Albert S. Ruddy che è stato affiancato dalla casa di produzione Paramount Pictures mentre lo sviluppo della fotografia è stato curato da Gordon Willis ed il montaggio è stato realizzato da William Reynolds con gli effetti speciali di Paul J. Lombardi e con le musiche della colonna sonora che sono state scritte da Nino Rota. La scenografia è stata ideata e realizzata da Dean Tavoularis ed i costumi di scena sono stati confezionati da Anna Hill Johnstone. La pellicola è stata prodotta negli Stati Uniti d’America nel 1972 e la sua durata si estende per ben 175 minuti. Da notare che in una delle scene più terribili del film, la testa di cavallo è reale e così pure le grida dell’attore John Marley. Una finta testa di cavallo venne usata durante le prove, ma durante la registrazione, Coppola la sostituì con una vera, con grande sorpresa di Marley. Anche in un film così importante e pluripremiato, non mancano divertenti errori. Ad esempio, nella scena in cui Michael arriva a Las Vegas, nonostante ci troviamo negli anni ’50 è possibile intravedere, nella hall dell’albergo due tipici hippies, in puro stile anni ’70. Un’altra curiosità invece riguarda Marlon Brando, che avendo vinto l’Oscar come miglior attore non andò a ritirare il premio, mandando al suo posto una giovane donna Apache che denunciò la discriminazione delle minoranze oppresse.

MARLON BRANDO E AL PACINO NEL CAST

Il Padrino, il film in onda su Rete 4 oggi, lunedì 11 dicembre 2017 alle ore 21,10. Una pellicola di genere drammatica che è stato diretta nel 1972 da Francis Ford Coppola che ha redatto anche la sceneggiatura insieme a Mario Puzo, scrittore dell’omonimo best-seller e vede come interpreti eccezionali Marlon Brando e Al Pacino, che impersonano rispettivamente Vito Corleone e il suo figlio più giovane, Michael. Oltre a questi due attori principali vi è un nutrito cast che conta tra gli altri anche Rober Duvall, James Caan, Diane Keaton, Richard S. Castellano, John Cazale, Gianni Russo e Talia Shire. Le musiche sono quelle indimenticabili di Nino Rota. Campione di incassi, tanto da superare il record detenuto fino ad allora da Via col Vento. Il Padrino, ha ricevuto 11 candidature e 3 premi Oscar come miglior film, migliore sceneggiatura non originale e miglior attore protagonista a Marlon Brando. Il Padrino ha avuto due sequel, il Padrino parte II e il Padrino parte III. Considerato da molti come uno dei migliori film americani mai realizzati, Il Padrino è una pietra miliare del cinema, uno dei film più ampiamente imitati, citati e analizzati di tutti i tempi. Ma vediamo adesso nel dettaglio la trama del film.

IL PADRINO, LA TRAMA DEL FILM DRAMMATICO

Siamo a New York alla fine degli anni ’40 e Vito Corleone, emigrato bambino dalla Sicilia negli USA, è, nel linguaggio del crimine organizzato, un padrino o don, il capo di una importante famiglia mafiosa. Nelle prime sequenze del film apprendiamo l’enorme potere che esercita, durante lo sfarzoso ricevimento di matrimonio della figlia Connie, a chi gli si rivolge don Vito concede favori che consistono nel punire, uccidere o ottenere appalti e lavori. Per assistere al matrimonio della sorella, arriva anche Michael Corleone, figlio di don Vito, insieme ad un’amica americana, Kay Adams. Michael, laureato all’università, avvocato ed eroe decorato durante la seconda guerra mondiale, non sembra inizialmente interessato a prendere parte agli affari di famiglia e anche i suoi fratelli, Sonny e Tom, cercano di non metterlo a parte delle loro attività criminali, sapendo che Don Vito voleva che avesse un diverso tipo di vita. Quando però il patriarca viene gravemente ferito in un attentato ad opera di una famiglia di trafficanti di droga a cui aveva negato aiuto, Michael, dopo aver salvato il padre da un secondo tentativo di omicidio, convince il fratello Sonny che spetta a lui vendicare il padre. Dopo aver ucciso un capitano di polizia corrotto e il narcotrafficante, Michael si nasconde in Sicilia mentre a New York scoppia una guerra tra bande. Innamoratosi di una ragazza del luogo, Michael la sposa, ma questa viene uccisa dai nemici dei Corleone che tentavano di uccidere Michael. Questi allora ritorna in America e diviene il nuovo padrino, introducendo metodi più moderni ed efficaci ed identificandosi sempre di più con il suo nuovo ruolo. Nel frattempo si sposa con Kay dalla quale ha dei figli ma si dedica a consolidare il potere della sua altra famiglia, completando la sua stessa rovina morale. Intenzionato a vendicarsi dei nemici dei corleonesi, Michael ordina il massacro di tutti i suoi rivali, che avviene mentre egli in chiesa partecipa al battesimo di uno dei suoi figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori