ROSY ABATE LA SERIE / E’ la fine della regina di Palermo? Commento dell’ultima puntata del 10 dicembre.

- La Redazione

Rosy Abate la serie: commento all’ultima puntata andata in onda ieri 10 dicembre su Canale 5. L’arresto della regina di Palermo e una probabile seconda stagione.

rosyabatelaserie
Rosy Abate la serie

ROSY ABATE TORNERA’?

Ieri sera 10 dicembre 2017 è andata in onda su Canale 5 la quinta ed ultima puntata di “Rosy Abate-la serie”. La fiction, portata quest’anno sugli schermi di Mediaset a partire da una costola di “Squadra Antimafia”, ha raggiunto un successo enorme in poco tempo. Ovviamente tutti i vecchi fans di Squadra Antimafia, di cui lei era un personaggio chiave, sono tornati sui loro passi, ma la serie ha creato anche dei nuovi appassionati. Tutti sono entusiasti della fiction per tutti i suoi aspetti, in modo particolare non si può non citare l’eccelsa interpretazione di Giulia Michelini: lei è in grado di comunicare alla perfezione ogni sentimento, dubbio, sensazione. La Michelini è capace di entrare nel personaggio totalmente e farlo suo, credo che nessun’altra donna all’interno del panorama italiano sarebbe in grado di interpretare così questo controverso personaggio.

C’è poi da aggiungere l’intrigante storia alla lista dei motivi per amare la serie: vieni totalmente risucchiato dalla trama, non ti rendi nemmeno conto ad un certo punto di assistere ad una finzione: ti arrabbi, ti emozioni, provi le stesse sensazioni dei personaggi. Questo valeva anche per “Squadra Antimafia” ovviamente! Ieri sera la puntata si è conclusa in un modo tra il felice e il drammatico: finalmente Leonardo, figlio della Abate, ha capito di essere suo figlio e la salva dalle sgrinfie della sua madre adottiva, ma alla fine Rosy viene arrestata dalla polizia. I fans saranno già disperati per questo finale di stagione, ma non c’è molto da rattristarsi, dal momento che pare proprio che ci sarà una seconda stagione. D’altro canto, la scena finale ha dato ben ad intendere questo: quando Rosy viene arrestata e viene portata via in macchina, lei urla al figlio “Aspettami Leo”, un pò come se questo “aspettami” fosse rivolto anche a noi a casa! Insomma noi ce lo auguriamo: non ci resta che attendere, nella speranza di buone notizie! (Agg. di Tecla Magnani)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori