SCHERZO DELLE IENE A CRISTINA D’AVENA/ I Puffi si riprendono i… diritti

- Silvana Palazzo

Cristina D’Avena a Le Iene Show: scherzo di Mitch alla regina delle sigle di cartoni animati. Le ultime notizie sulla cantante, seguitissima anche sui social network dai suoi fan

cristina_davena_instagram_2017
Cristina D'Avena (Foto: da Instagram)

E’ andato a segno lo scherzo delle Iene a Cristina D’Avena. La regina dei cartoni animati anni Ottanta, che ha cantato sigle rimaste nell’immaginario collettivo, si è ritrovato alle prese con un Puffo deciso a riguadagnarsi i diritti di anni e anni di sigle cantate in libertà da Cristina. Alla D’Avena è stata portata via una valigia con tutti i costumi di scena di una serata che avrebbe dovuto tenere cantando i suoi più grandi successi dei cartoni animati. La Iena, travestita da Puffo, ha allestito un banchetto dove ha iniziato a vendere, ovviamente a dei complici, tutti gli effetti personali della cantante. Una fan si è presentata da Cristina chiedendo di firmare un maglioncino e una scarpa che la D’Avena ha compreso immediatamente appartenesse a lei. Il chiarimento col Puffo, che ha ribadito la voglia di rifarsi di anni di diritti non sfruttati dalla D’Avena, è stato esilarante, ma dopo essersi beccata della “accattona”, per la cantante lo scherzo è finito e le Iene si sono rivelate tra le risate. (agg. di Fabio Belli)

SORPRESA LA REGINA DEI CARTONI ANIMATI

Cristina D’Avena è la nuova “vittima” delle Iene. L’amatissima cantante italiana, regina delle sigle dei cartoni animati, è protagonista nella puntata di oggi, martedì 11 dicembre 2017, di uno scherzo della Iena Mitch. Nelle ultime settimane invece ha festeggiato la sua carriera pluridecennale con il suo nuovo album di successo. Duets, infatti, ripercorre le hit in una chiave totalmente inedita: sono a due voci e riarrangiate in modo da dialogare con vari generi, rap compreso. Il progetto evidenzia comunque la coerenza del suo percorso artistico: Cristina D’Avena riesce a rinnovarsi pur rimanendo fedele alle sue linee. Rappresenta dunque un unicum a livello mondiale perché non ha mai abbandonato suo pubblico riferimento. L’ascesa parte nel 1980, quando Alessandra Valeri Manera la sceglie tra le voci del Piccolo Coro dell’Antonino affinché interpreti le sigle dei cartoni animati. La sua esperienza doveva terminare con Bambino Pinocchio, invece comincia una lunga carriera di successo.

CRISTINA D’AVENA A LE IENE SHOW: VITTIMA DELLO SCHERZO DI MITCH

Chi non ricorda di Mila e Shiro, due cori nella pallavolo? Ma ci sono anche È quasi magia Jhonny o L’incantevole Creamy… E come dimenticare Sailor Moon e i Piccoli problemi di cuore. Unica nel suo genere, non solo a livello nazionale, Cristina D’Avena ha vissuto il riconoscimento dei suoi meriti quando Carlo Conti l’ha invitata come super ospite alla serata conclusiva del Festival di Sanremo 2016. Tripudio di applausi e di voci più o meno giovani che cantavano le sigle rimaste impresse nella mente di ognuno. Per Carlo Conti è stata una scommessa vinta, per Cristina D’Aveva una consacrazione artistica autentica. Ma al Festival l’artista ci è arrivata grazie alle migliaia di richieste arrivate dai social, dove tra l’altro è seguitissima. Le sue pagine Facebook e Twitter contano tantissimi iscritti e follower. E quando si tratta di parlare di prospettive future Cristina D’Avena chiarisce: «Non vorrei abbandonare quello che faccio , ma sicuramente mi piacerebbe fare un disco di cover o anche di inediti. Perché in fondo a me piace cantare. È solo un’idea mia per ora, una possibilità. Perché no?».







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori