Samuel Storm/ Primo eliminato finale X Factor 2017: i commenti del pubblico

- Morgan K. Barraco

L’unico concorrente in gara di Fedez, Samuel Storm, per gli Under Uomini, affronterà la finale di X Factor dopo un percorso altalenante, le sue performance non hanno sempre convinto

samuel_storm_xfactor_2017_cs
Samuel Storm, Under Uomini, a X Factor 2017

Samuel Storm è stato il primo ad essere eliminato nella finale di X Factor 11, classificandosi dunque come quarto in un percorso che gli ha regalato sicuramente grandi emozioni. Il pubblico ha voluto dire la sua su questa eliminazione con molti che avrebbero preferito veder uscire Enrico Nigiotti. Il pubblico però ha votato ed è evidente che la maggioranza ha voluto veder uscire proprio Samuel Storm. Andiamo a leggere un po’ dei commenti su questa eliminazione: “Non amo Samuel Storm, ma non capisco come sia possibile eliminarlo e tenere in gara Enrico Nigiotti”, “L’italiano medio non può giudicare un cantante in base ad elementi tecnici”, “Non ho parole, un talento del genere per mandare avanti Licitra”, “Pubblico è chiaro che meritano la vittoria i Maneskin”, “La finalissima doveva essere tra i Maneskin e Samuel Storm”, clicca qui per tutti gli altri commenti. (agg. di Matteo Fantozzi)

PRIMO ELIMINATO DELLA FINALE

La prima manche della finalissima di X-Factor 11 vede i quattro finalisti esibirsi insieme a James Arthur uno dopo l’altro. Partono le opinioni dei giudici che in primis, con Levante, sottolinea l’importanza dei ragazzi di duettare con James Arthur, cosa sottolineata anche da Mara Maionchi. Manuel Agnelli si dice soddisfatto della prova dei suoi ragazzi mentre Fedez ringrazia la produzione di X-Factor 11 per quello che si è visto sul palco. Dopo l’esibizione di Tiziano Ferro si chiude il televoto della prima manche. Il pubblico da casa fa andare avanti Enrico Nigiotti, i Maneskin e Lorenzo Licitra. Quindi il primo eliminato è Samuel Storm. Fedez lo ringrazia per quanto fatto nell’edizione e per quello che ha dato nel programma. Prima del congedo Samuel Storm rivede tutta la sua storia sul palco. (Anna Montesano)

LA CRITICA AI MANESKIN

Samuel Storm è pronto a salire sul palco del Forum di Assago per la finale di X Factor 2017. Prima però, il cantante della squadra degli Under Uomini di Fedez ha dato i suoi giudizi sugli altri finalisti e non è mancata una critica a Damiano e la sua band: “I Manekin sono bravissimi e hanno un’energia pazzesca. Ma li vedo un po’ troppo fissati su uno stile solo, il rischio è che il pubblico si annoi. – dichiara Samuel, che continua – E mi pare che Damiano non sia bravissimo a scrivere testi. Con un autore di qualità possono spaccare. Enrico Nigiotti è un vero artista, il più bravo di tutti a scrivere, sa cantare benissimo l’amore. Lorenzo Licitra? Mi piace da matti la sua vocalità, è incredibile come riesca ad andare alto. Ma non mi convince molto, credo che fuori da X Factor non avrà gran successo”. (Anna Montesano)

UN PERCORSO CHE POTREBBE INTERROMPERSI A UN PASSO DALLA VITTORIA

Unico concorrente per gli Under Uomini di X Factor 2017, Samuel Storm salirà sul palco del talent con tre brani scelti dal suo mentore Fedez. Si tratta di scelte fatte ad hoc dal giudice in base alle qualità vocali del suo concorrente, dato che sono forse le tre che gli hanno permesso di non ricevere delle critiche da parte degli altri giudici. Parliamo di Stand by Me di Ben E. King, Rolling in the Deep di Adele e Say Something di Christina Aguilera, quest’ultima canzone scelta in precedenza proprio da Storm e la sua preferita in assoluto. Le assegnazioni di Fedez dimostrano in realtà quanto sia poco sicuro che Samuel possa superare i più vincenti Maneskin e Enrico Nigiotti, per via di una maturità vocale non ancora del tutto evidente e per via di quel rush che tutti si aspettavano nei precedenti Live Show e che alla fine non c’è mai stato. Il concorrente di certo si è impegnato nell’affrontare tutte le scelte del suo coach, sicuro di potersi fidare, anche se in diverse occasioni ha dimostrato di non gradire tutti i brani scelti per le sue esibizioni.

SAMUEL STORM NON HA CONVINTO I GIUDICI MA HA COMUNQUE BATTUTO I ROS AL BALLOTTAGGIO

Samuel Storm passerà alla storia di X Factor 2017 per aver mandato a casa i Ros, una delle band di Manuel Agnelli e gli unici che erano riusciti a rimanere indenni a tutti i ballottaggi. Nella fase iniziale dell’ultimo Live Show, Samuel ha interpretato Stand By Me di Ben E. King, lo stesso brano che porterà questa sera nella finale. La scelta di Fedez si è rivelata vincente anche una settimana fa, dato che l’unico concorrente degli Under Uomini è riuscito a sentirsi a proprio agio nell’interpretare quel tipo di brano. Tuttavia, Agnelli ha manifestato un forte dubbio riguardo all’interpretazione del 19enne, soprattutto perché non è riuscito a rinnovare uno dei brani più coverizzati di tutti i tempi. Persino Levante, che non aveva nascosto di apprezzare molto la voce di Samuel, ha notato come ci siano state delle incertezze nella sua voce. In realtà le critiche maggiori da parte della coach delle Under Donne erano legate alla scelta di far ballare il concorrente, per via della coreografia scelta. Un dettaglio che ancora una volta ha sollevato un muro fra la coach e Fedez, che ha mostrato un forte fastidio nel veder criticare il suo pupillo per un particolare estraneo al canto.

SAMUEL STORM È IL PIU DEBOLE DEI FINALISTI IN GARA

Samuel Storm è stata la scelta dei giudici di X Factor 2017 durante l’ultima puntata: il concorrente degli Under Uomini è riuscito a conquistare un posto in finale solo grazie al verdetto registrato durante la performance precedente. Samuel infatti si è dovuto scontrare con i Ros al ballottaggio, provocando non solo le numerose contestazioni dei fan sui social, ma anche riuscendo a convincere i giudici grazie alla sua interpretazione di Freedom. Secondo i telespettatori, Samuel in realtà non ha forti capacità canore e la sua presenza nel talent sarebbe dovuta alla sua storia personale. E’ stata quest’ultima del resto a permettergli di attirare i riflettori del programma e le sue capacità forse troppo acerbe nel canto si sono fatte sentire fin dai primi Live. Non sono stati pochi i fan a sottolineare infatti che Samuel e Rita Bellanza siano entrati nel programma solo grazie alle difficoltà affrontate nella vita e non di certo per le abilità musicali. Critiche forse molto aspre, ma che contengono un fondo di verità. Fra un problema alla voce ed altri ostacoli esterni alla sua volontà, il percorso di Storm all’interno del talent non è stato di certo semplice e non è riuscito a mantenere il passo con altri concorrenti più forti. Anche per questo è del tutto improbabile che riesca a vincere quest’edizione, soprattutto se si considera che deve confrontarsi con due veri e propri mostri sacri di quest’anno, i Maneskin e Enrico Nigiotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori