Indietro tutta 30 e l’ode/ Ospiti e diretta: finisce anche la seconda puntata

- Stella Dibenedetto

Indietro tutta 30 e lode, anticipazioni 20 dicembre: Renzo Arbore e Nino Frassica con Andrea Delogu tornano in onda su Raidue per la seconda ed ultima serata dello show.

indietro_tutta_30_lode_twitter_2017
Indietro tutta 30 e l'ode

INDIETRO TUTTA 30 E L’ODE, DIRETTA E OSPITI

È il momento di GIovanni Rebecchini, L’architetto del “Che cosa sta pensando il pensatore quiz”: davanti al solito telefono dorato, Frassica rispondeva a una serie di telefonate improbabili. Segue la sviolinata della Delogu: “voi oggi siete abituati a vedere il pubblico che balla e si diverte, bene, quel pubblico l’hanno inventato loro”. Le clip del già citato “pubblico cantante” svelano personaggi davvero imbarazzanti che confermano quanto detto da Frassica ad inizio puntata, indubbiamente li sceglievano tra quelli che “ci erano”. Tornando al presente, ecco una ragazza odierna che si esibisce in una canzone, un tantino eccessiva: lei sì che ricorda il passato.. Dopo l’ode di Frassica anche a “Indietro tutta 30 e l’ode”, ecco la conclusione: “Mi viene da piangere e ho paura che la Durso mi invita” ironizza Frassica. Ma il finale è tutto dedicato al passato, con la clip della conclusione delle puntate del celebre Indietro Tutta del 1988 (agg. Eleonora D’Errico)

LE RAGAZZE COCCODÈ

Una parentesi dedicata a Marenco, che Frassica e Arbore definiscono “il re del non-sense”, con un estratto (preso, però, da L’altra domenica) in cui interpreta un parlamentare. Abbastanza assurdo pensare che, dopo trent’anni, l’ironia sui politici sia sempre la stessa… Va in onda anche un estratto de Il Pap’occhio, film censurato per anni e oggi ormai in tv; ed ecco una ragazza che fa la domanda, proprio quella: “Ci sono state conseguenze?”. Sì, ci sono state, ma ora il film è visibile, “si scherzava solo sul catechismo”, come commenta Arbore. E, dopo tanto attendere, ecco le ragazze coccodè: ecco l’esempio eclatante di come la televisione sia cambiata.ì, anche se le ragazza coccodè “piacevano a tutti, anche ai bambini” oggi una cosa simile scateneerebbe polemiche a non finire. Come quella di Cacao Meravigliaio che torna, ancora, al lancio della pubblicità (agg. Eleonora D’Errico)

IL RICORDO DI RICCARDINO

Si ricorda anche Francesco Paolantoni, appeso all’altalena nel ruolo di Cupido. Non parlava mai, ma ci fu modo per uno ‘sfogone’, sul finale. Non era ancora famoso, il successo tv sarebbe arrivato qualche anno dopo con Mai dire gol. La puntata poi procede con un collegamento con Paolantoni che ora fa il produttore discografico neomelodico e produttore di “Camorrissima”, un festival della canzone sulla camorra, in cui non ci sono eliminatorie, bensì eliminazioni “fisiche”. La domanda di una ragazza del pubblico, serve sul piatto d’argento la possibilità a Frassica di fare una battuta: l’utilizzo strumentale, viene reinterpretato in utilizzo “con gli strumenti”. Obiettivo, prenderla molto larga per arrivare a Riccardino, il “bambino” di Indietro Tutta. La clip mandata in onda, fa ridere di gusto Arbore e Frassica. Dopo di lui, si celebra anche Marenco che interpretava lo Chef Leon, prima satira dei grandi chef, ancora non così popolari. (agg. Eleonora D’Errico) 

LE GAG CON TROISI

Fa il suo ingresso in scena il “magnifico rettore” che, per restare in tema, Frassica definisce “rettorao meravigliao”. Con lui, si parla della sua versione dell’evoluzione e della nascita del telefono, una pantomima che porta dall’urlo (mezzo di comunicazione primitivo per eccellenza) ai più voluti messi di oggi. Tutto, solo per ricordare il famoso telefono di Indietro Tutta: quello grosso, d’oro e decisamente chic che si utilizzava per parlare con personaggi assai particolari, tra cui quelli magistralmente interpretati da Massimo Troisi. Viene così mandato in onda il video della telefonata con Troisi nel ruolo di Eugenio, il cugino di Gennaro napoletano che caricava i giapponesi sul pullmino turbo che correva da casello a casello. In seguito, ecco che la memoria torna alle sigle, alla capacità di cominciarte in modo diverso le puntate: ad esempio, viene mandata in onda la versione country di “La vita è tutta un quiz”. (agg. Eleonora D’Errico)

VOLANTE 1 A VOLANTE 2

Tornano anche le memorabili gag e il tormentone “Volante uno Volante due” (le voci di due poliziotti, l’agente Frontoni della Volante 1 e l’agente Frangipane della Volante 2, alias Alfredo Cerruti ed Arnaldo Santoro, coautori del programma). Si passa poi al web, al montaggio, su “Mamma mi piace il ritmo”, con una serie di immagini, tra presente e passato, ma un solo denominatore comune: il ritmo, appunto. Ecco, poi, una serie di ricordi di personaggi che, come dice lo stesso Arbore, erano scelti rigorosamente tra “quelli che ci sono e quelli che ci fanno”, prediligendo, ovviamente, i primi: per citarne alcuni, il coro a bocca chiusa o il notaio Nando Murolo. Proprio a Murolo è dedicato il successivo omaggio, con una serie di estratti dai film di Arbore a cui ha partecipato (agg. Eleonora D’Errico)

IL RICORDO DI PISAPIA

Si riprende con una parentesi dedicata alla Puglia, con Uccio De Santis e le sue gag pugliesi. Poi, si torna ai ricordi, al fatto che, su 65 puntate, sia capitato un solo Capodanno (quello del 1988) in cui Frassica ha cantato travestito da Rockabilly: ed ecco, dunque, riproporre il video. Alla fine Frassica è commosso e si becca l’abbraccio del collega. Dopo la pubblicità, il ricordo è per le vallette Maria Grazia Cucinotta e Feliciana Iaccio, entrambe nel ruolo di guardiane della cella di Pisapia. Il ricordo di Arbore si concentra poi su “Giandomenico Pisapia”: ed ecco il video celebrativo, dell’uomo rinchiuso in una grotta, con i suoi celebri tormentoni “Gesù, Gesù, è finita la tranquillità” o “Chiama lei o chiamo io?”. Arbore, prima, ricorda di come il “vero” Pisapia, gli abbia chiesto di cambiare il nome al personaggio della grotta, da Giandomenico a Gianfrancesco ed è proprio questo il video ricordo che viene mandato in onda. (agg. Eleonora D’Errico)

LA “MAPPAZZA” E IL “CACAO MERAVIGLIAO”

Alla ripresa dopo la pubblicità, una giovane di origini russe fa una domanda ad Arbore che serve a ricordare la sua esibizione sulla Piazza Rossa, a Mosca. “Perché non ha portato Indietro Tutta in Russia?”, chiede dando il là al collegamento con una “principessa tedesca” (che in realtà è Maurizio Ferrini) che vuole comprare il format di Indietro tutta. Finito il siparietto, ecco un nuovo lancio di clip, a memoria di “Cacao Meravigliao” e in ricordo della “mappazza”. Ed ecco un’altra domanda, che serve per celebrare “il dizionare di Arbore e Frassica”, ovvero i tormentoni inventati dai due (proprio come “mappazza”). E poi si riprende con il “cacao meravigliao” che “ce l’avevate solo voi”, commenta la Delogu. Arbore poi racconta un aneddototo: il fatto di aver cantato Caco Meravigliao in Brasile e che, da allora, i brasiliani credono sia una loro canzone, quando, in reraltà, l’ha scritta lui. Gianbattista poi chiede: “Fate tanta televisione, ma trovate mai il tempo di guardarla?” (agg. Eleonora D’Errico)

FRASSICA VA AL REGOLAMENTO: “VAROOOO?”

Ruota della fortuna alla mano, esattamente come nell’edizione di trent’anni fa del programma, la Delogu scandaglia gli strani quiz proposti durante Indietro Tutta, con gli assurdi regolamenti letti da Frassica e Arbore. Ed ecco uno dei primi filmati dal passato: Frassica e il regolamento dello Schiaffo del soldato, con il celebre motto: “Io vado al regolamento… VAROO?”. Impareggiabile l’umorismo e le freddure di Frassica, tra tappeti “persi” in “vi-a spettavo”. Ma come succedevano le cose a Indietro Tutta? Bastava un la per scatenare il celebre “pubblico cantante”: “Avevamo il primo pubblico cantante della tv, prima ancora del karaoke” commenta Arbore prima di lanciare un nuovo filmato, un’altra clip testimonianza in cui un “ma” scatena “Maruzzella”. Tra le vallette, ecco comparire una giovanissima Maria Grazia Cucinotta, nel ruolo di guardiana della cella di Pisapia. “E con i quiz che ci danno i milioni, evviva le televisioni”, sono questo ritornello, ecco lanciare la pubblicità. (agg. Eleonora D’Errico)

L’ODE DI FRASSICA PER INDIETRO TUTTA

Inizia con una carrellata di ricordi per entrare in mood “passato” la puntata di Indietro Tutta, dalla “Libera Università VadeRetroMeglioaccussì. E con la sigla di un tempo: “Sì, la vita è tutta un quiz”, si dà finalmente il via ufficiale al secondo appuntamento dell’appuntamento per festeggiare un programma che ha fatto la storia della televisione italiana, dal 1987 al 1988. Renzo Arbore e Nino Frassica, colonne portanti di Indietro tutta, coloro che hanno inventato il programma, vengono presentati da Andrea Delogu, vestita da infermiera. “In quante parti si rompe il cuore quando ci si rende conto che l’inaccettabile si avvera e non ci si vuole rassegnare” si chiede la giornalista Franca Leosini, mentre Mattarella, di nuovo invitato, commenta che proverà ad arrivare (ovviamente, manco a dirlo, parliamo di montaggi creati ad hoc). Frassica si diletta in un monologo in cui ricordi gli albori di Avanti tutta. (agg. Eleonora D’Errico)

RICORDI E SATIRA SENZA TEMPO

Riuscirà la seconda puntata di Indietro tutta a replicare il successo della prima?19,2% di share e quasi 4 milioni di spettatori: è tutto pronto, Renzo Arbore, Nino Frassica e Andrea Delogu tornano con la seconda e ultima “lezione” nella “Libera Università VadeRetroMeglioaccussì” per festeggiare i 30 anni di Indietro Tutta. «Sì la vita è tutt’un quiz», con questo inno iniziava e inizia anche questa sera il viaggio nei ricordi dei telespettatori, un viaggio, indietro nel tempo per raccontare un pezzo di tv italiana, anche oggi con gag, personaggi curiosi, canzoni e finti giochi. Tutto per ricordare i protagonisti di una televisione del tutto cambiata, scoprendo volti allora sconosciuti e poi diventati famosi, come il Mago Forest, Francesco Paolantoni, Luana Ravegnini, Maria Grazia Cucinotta e tanti altri. Una serata all’insegna della leggerezza e della satira, ma anche della nostalgia per un mondo totalmente diverso: e si sa, sotto Natale, ricordare il passato viene sempre più facile. (agg. Eleonora D’Errico)

PIÙ DELL’AUDITEL, CONTA LA STIMA

Indietro Tutta 30 e l’ode torna stasera con l’ultimo appuntamento. Boom di ascolti per la prima puntata del 13 dicembre e così questa sera, sulla seconda rete di Casa Rai, torna Renzo Arbore al fianco del valido Nino Frassica. Due serate evento che sono già entrate nella storia e al loro fianco ancora una volta anche Andrea Delogu. La coppia Arbore-Frassica prima del debutto ha voluto anche precisare: “Non siamo più quelli di una volta”. Il 14 dicembre del 1987 Indietro tutta debuttò in seconda serata con una media di 4,9 milioni di spettatori e del 29,4% di share. Tre mesi dopo, l’11 marzo 1988, l’ultima puntata aveva ottenuto 9,5 milioni e il 50,4%. Numeri sicuramente impareggiabili ad oggi, “ma più dell’Auditel – ribadisce Arbore – contano il gradimento, la stima, l’ammirazione. Il punto è arricchire il pubblico. Ormai dai contenuti è scomparsa la parola ‘artistico’, e mi dispiace un po’ perché da grande vorrei fare l’artista”, scherza. Un progetto nuovo poi, confessa anche di averlo: “Mi piacerebbe parlare di altri programmi o di grandi personaggi, come Walter Chiari o Alberto Sordi, che i giovani di oggi non conoscono, studiare le grandi intuizioni del passato per dare sostanza alla tv del futuro”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

MUSIC DI BONOLIS SPOSTATO PER EVITARE IL NUOVO FLOP

Music, lo show condotto da Paolo Bonolis, incredibilmente si è spostato al sabato sera per evitare di venire letteralmente ingoiato dal successo di Indietro Tutta, 30 e l’ode. Il programma condotto da Renzo Arbore e Nino Frassica con la partecipazione di Andrea Delogu, incredibilmente lo scorso mercoledì sera ha conquistato una fascia di telespettatori non indifferente. Ragion per cui, l’ultima puntata di Music è stata prontamente spostata al sabato, per evitare la nuova figura contro Arbore e compagnia bella. Ed infatti, lo scorso mercoledì Music ha fatto gli ascolti che comunemente potrebbe fare un programma di successo su Rai2 mentre la seconda rete di Casa Rai, si è portata a casa un successo degno di un’ammiraglia. Per evitare un flop quasi certo, si è pensato di spostare Bonolis al sabato sera. Inizialmente Music sarebbe dovuto andare in onda al lunedì, per sostituire il Grande Fratello Vip. Il programma però, in quel caso avrebbe dovuto scontrarsi con Scomparsa e quindi, si sarebbe vissuta una sensazione di fallimento talmente frustante da pensare bene di gestire la programmazione in modo diverso. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

ANDREA DELOGU IN CATTEDRA CON ARBORE-FRASSICA

Questa sera, mercoledì 20 dicembre, va in onda su Rai 2 il secondo e ultimo appuntamento con “Indietro tutta 30 e l’ode”. Intervistata da Mauxa, Andrea Delogu ha raccontato le emozioni vissute sul set del programma: “È stato come essere all’università, insieme a due persone come Renzo Arbore e Nino Frassica che hanno inventato un modo di fare televisione che ancora oggi si cerca di copiare. Ho imparato molto sia davanti alle telecamere che durante le riunioni dove mi sono tolta molti dubbi”. La conduttrice ha poi parlato dei due protagonisti dello spettacolo: “Nino ti fa sentire subito a tuo agio, nonostante le sue innumerevoli battute è capace di metterti nella condizione di stare serena, Renzo è un mito del piccolo schermo”. In occasione della conferenza stampa di presentazione di “Indietro tutta 30 e l’ode” la Delogu aveva rivelato che Arbore l’aveva scelta per il suo sorriso e la sua allegria. Appuntamento alle 21.05 con la seconda lezione nella “Libera Università VadeRetroMeglioaccussì”. (agg. Elisa porcelluzzi)

GRANDE SUCCESSO DOPO 30 ANNI 

Oggi, mercoledì 20 dicembre, alle 21.05 su Raidue, va in onda il secondo ed ultimo appuntamento con Indietro Tutta 30 e lode. Per celebrare il trentesimo anniversario del celebre programma di Renzo Arbore e Nino Frassica che ha segnato un’epoca rappresentando una svolta per la televisione italiana, la Rai ha deciso di mandare in onda due puntate speciali dedicate ad Indietro tutta per permettere anche ai più giovani di scoprire i segreti di uno show che è amatissimo ancora oggi. La prima puntata di “Indietro tutta 30 e lode”, trasmessa mercoledì 13 dicembre, infatti, ha incollato davanti ai teleschermi 3.888.000 spettatori pari al 19.2% di share (presentazione di 15 minuti: 3.655.000 – 14.1%). Ascolti importanti per la seconda rete della Rai che punta a raggiungere gli stessi risultati con il secondo appuntamento. Insieme a Renzo Arbore e Nino Frassica ci sarà Andrea Delogu per la seconda lezione di della “Libera Università VadeRetroMeglioaccussì”.

ANTICIPAZIONI SECONDO APPUNTAMENTO

Cosa accadrà, dunque, nella seconda serata di Indietro tutta trenta e lode? Dopo il grande successo della prima serata, continua il viaggio nel passato con aneddoti, racconti e rivelazioni di un programma che resta attualissimo nonostante siano trascorsi trent’anni da quando andava in onda. Il secondo appuntamento sarà ricco di sorprese. Ci saranno, infatti, alcuni dei protagonisti storici di Indietro tutta con le loro gag e verranno analizzati quei personaggi che hanno reso popolare la trasmissione e che non sono stati analizzati nel corso della prima serata. Ci saranno, poi, le incursioni degli ospiti tirati in ballo a loro insaputa da Renzo Arbore. A partire dalle 22.30 ci sarà anche la diretta su Rai Radio2 con il commento de ‘I Sociopatici’ Gianfranco Monti e Claudio De Tommasi. Una serata imperdibile, dunque, per chi vuole trascorrere una serata all’insegna del divertimento e della spensieratezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori